Efficienza energetica termosifoni: 6 consigli per risparmiare in bolletta

Efficienza energetica termosifoni: 6 consigli per risparmiare in bolletta
5 (100%) 1 vote
di | 26-10-2018 | Come risparmiare

Con l’imminente arrivo del freddo, presto si accenderanno i termosifoni nelle case degli italiani in base alle diverse zone climatiche in cui il territorio è suddiviso. I radiatori di calore resteranno accesi, in alcuni casi, anche 14 ore al giorno fino a quando le temperature non torneranno a salire. Per scongiurare un aumento esponenziale delle bollette del gas a causa del riscaldamento, ComparaSemplice.it ha pensato a qualche consiglio per migliorare l’efficienza energetica dei termosifoni, evitando gli sprechi.

Sommario

Efficienza energetica termosifoni: 6 consigli

Come anticipato vogliamo, in questa guida, proporre 6 consigli affinché la stagione invernale non si trasformi in un incubo per il bilancio economico delle famiglie. Il risparmio sul riscaldamento è un argomento molto serio e sempre più urgente, visti anche gli ultimi dati, decisamente allarmanti, che si leggono nel Rapporto dell’Istat: circa 9,4 milioni di italiani hanno difficoltà nell’assolvere al pagamento delle bollette e non possono permettersi di riscaldare adeguatamente la propria casa.

E le prospettive per il futuro non sono più rosee, dati i rincari previsto per l’autunno/inverno 2018-2019 su luce e gas.

Ecco, dunque, i nostri consigli:

1.      Scegliere la giusta temperatura

Regolare la temperatura dei termosifoni attraverso la valvola termostatica della propria abitazione è la prima regola per ridurre gli sprechi. Esiste, tra l’alto, una normativa nazionale, DPR 412/1993, che indica come ottimale per gli ambienti la temperatura di 20 gradi centigradi anche per la salute. Inoltre è bene sapere, che ogni volta che si riduce anche solo di 1 grado centigrado la temperatura dei termosifoni si possono abbassare i consumi circa del 5-10% all’anno.

2.      Manutenzione della caldaia

È importante tenere sotto controllo la propria caldaia attraverso la manutenzione e la pulizia dell’impianto periodicamente, soprattutto alle porte della stagione invernale.

La cura e la manutenzione della caldaia è fondamentale per avere un funzionamento sempre efficiente, per consumare meno, ma anche per non essere sanzionati dalla legge. Infatti, in Italia la manutenzione degli impianti termici è obbligatoria per legge dal 2013 visti i decreti D.P.R. aprile 2013, n.74- in vigore dal 12 luglio 2013 e D.M. 10 febbraio 2014La manutenzione degli impianti termici, tuttavia, non sempre può essere realizzata da un semplice utente. È sempre meglio, infatti, affidarsi a dei tecnici esperti abilitati.

La periodicità con la quale bisogna provvedere alla manutenzione della caldaia dipende dalla tipologia della caldaia e dalla sua potenza, informazioni reperibili nel libretto.

Il controllo di efficienza, invece, per legge deve essere eseguito ogni 2 anni per potenze inferiori ai 35kW se l’impianto è alimentato da combustibile liquido o solido (non gas), 2 anni per impianti a metano o GPL installate da più di 8 anni, 4 anni per caldaie a GPL fino a 100kW, a partire dal primo controllo che viene effettuato quando l’apparecchio viene installato.

3.      Evitare di coprire i termosifoni con tende e altri tipi di ostacoli

I termosifoni in genere si trovano sotto le finestre: per questo sono spesso coperti da tende e altri tipi di ostacoli alla corretta circolazione del calore. È opportuno, dunque,  lasciare le tende aperte e evitare di  coprire i termosifoni con altri oggetti.

4.      Evitare gli spifferi  e la dispersione di calore

Sembra banale, ma una delle cause più comuni di sprechi di calore inutili è proprio lasciare le finestre socchiuse. Eliminare le possibili infiltrazioni di aria fredda, permette la conservazione dell’aria calda. Inoltre intervenire preventivamente sugli infissi con materiali isolanti e riflettenti tra muri esterni e caloriferi, può limitare la dispersione di calore e garantire un risparmio sulla spesa energetica fino al 40%.

5.      Sfiatare i termosifoni

Durante il periodo estivo, è molto probabile che nel vostro termosifone si siano create bolle d’aria che impediscono la libera circolazione dell’acqua all’interno del calorifero che, quindi, non riesce a riscaldarsi uniformemente con il risultato che la resa da parte del sistema di riscaldamento sarà compromessa mentre i consumi lievitano insieme alla spesa in bolletta. La presenza dell’aria nell’impianto riduce, infatti, riducendo l’efficacia termica dei radiatori aumentano il consumo della caldaia.

Eliminare l’aria dal calorifero è un’operazione molto semplice che potete eseguire tranquillamente voi stessi, senza bisogno di contattare un tecnico.

6.      Programmare l’accensione e lo spegnimento dei termosifoni

Per ottenere il massimo dell’efficienza è opportuno programmare l’accensione dei radiatori solo nei momenti in cui serve.

Risparmia in bolletta con ComparaSemplice.it

Il consiglio più importante che possiamo darvi per ottimizzare i consumi di gas e risparmiare sulle bollette è scegliere e sottoscrivere l’offerta più conveniente del mercato libero per i propri bisogni di consumo.

Su ComparaSemplice.it potrai confrontare a colpo d’occhio tutte le tariffe luce e gas del mercato libero. Inoltre, potete avvalervi di una consulenza senza impegno dei nostri esperti specializzati nel settore energia, tramite chat nel sito o  chiamando il numero 0321.085995.

Chi siamo

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTV
0321.085995