Apple Pay Italia: come utilizzarlo

di | 10-07-2019 | Consigli per gli acquisti
Apple Pay Italia: come utilizzarlo

La tecnologia viene in nostro aiuto in molti ambiti della nostra quotidianità e ha permesso che diverse attività diventassero più semplici. Tra questi ci sono anche i pagamenti, che ora possono essere eseguiti facilmente anche a distanza e senza alcun vincolo di orario. Una soluzione non da poco proprio perché ci garantisce di poter ricevere in tempo e senza particolari intoppi un pagamento che si attende per una determinata data. Tra le innovazioni più interessanti, a poco più di due anni dal suo esordio in Italia, c’è Apple Pay, il sistema di pagamento ideato dall’azienda della mela morsicata con sede a Cupertino che è ormai diventato uno strumento consolidato grazie alle numerose realtà presenti sul territorio che accettano questa soluzione. Anche i meno esperti con un po’ di abitudine non potranno che apprezzarne i diversi vantaggi.

Sommario

Apple Pay Italia: un sistema innovativo

Apple rappresenta ormai da tempo una delle aziende più all’avanguardia in molti ambiti e in grado di rispondere alle esigenze di molti di noi. Non è un caso che quando si tratti di fare un acquisto in tanti preferiscono proprio un prodotto realizzato dall’azienda fondata da Steve Jobs.

Tra le innovazioni in grado di semplificare in modo sostanziale l’attività quotidiana c’è certamente Apple Pay, un sistema che ha fatto il suo esordio nel 2014 negli Stati Uniti, ma che ormai da un paio d’anni è presente stabilmente anche in Italia e apprezzato da utenti di tutte le età, compreso chi ha meno familiarità con i dispositivi più moderni. Non appena si avrà preso un po’ di familiarità, non potranno che essere notati gli aspetti positivi.

Come si può intuire dal nome, Apple Pay non è altro che un sistema di pagamento di tipo elettronico ideale quando non si hanno contanti o carte di credito a disposizione. Il suo funzionamento è piuttosto semplice: è infatti sufficiente avere con sé un cellulare dotato di un sistema NFC (Near Field Communication), grazie alla quale è possibile sfruttare il telefono come se fosse un portafoglio che portiamo sempre con noi. È l’ideale ad esempio se si deve affrontare una spesa imprevista e non si vuole correre il rischio di perdere un oggetto a cui si tiene in modo particolare.

Per far sì che questo accada e senza alcun intoppo diventa però necessario provvedere alla registrazione di una carta di credito o di debito (il bancomat) all’interno del sistema. Non è quindi più necessario dover inserire nel POS il codice del proprio bancomat o avere con sé la specifica tessera.

Non manca nemmeno la versatilità: questo metodo così innovativo può essere sfruttato non solo attraverso il “melafonino”, ma anche con dispositivi quali Apple Watch, iPad e i computer Mac. In quest’ultimo caso è però necessario essere in possesso di un iDevice compatibile o di un Macbook Pro dotato di sensore in grado di recepire le impronte digitali.

Come usare Apple Pay in Italia – Un sistema semplice e immediato

Veniamo quindi nel dettaglio alle modalità di funzionamento di questo particolare sistema di pagamento che potrà essere provvidenziale per molti di noi in diverse situazioni.

E’ innanzitutto necessario che il sistema sia opportunamente configurato sul device che si porta sempre con sé per poterlo utilizzare in caso di bisogno e poterlo abbinare a una carta di credito e di debito. In linea generale, si consiglia di impostare come quella predefinita quella che si utilizza maggiormente, ma qualora se ne avesse bisogno è possibile comunque sostituirla.

Il servizio, come accade con le carte di credito, potrà essere ovviamente utilizzato solo nei negozi che lo accettano. Per chiarire ogni dubbio in merito è possibile consultare la schermata che solitamente ogni negozio inserisce all’ingresso o nei pressi del registratore di cassa.

Il pagamento in sé è davvero piuttosto immediato. Così come accade solitamente con bancomat e carta di credito, basta infatti avvicinare il dispositivo al lettore contactless avendo cura di tenere il dito sul sensore di impronte Touch ID. Sarà necessario comunque attendere qualche secondo affinché tutto vada a buon fine: se non si sono verificati errori comparirà sullo schermo del nostro telefono la scritta “FINE”. In alternativa, in caso di errore questo sarà opportunamente segnalato e sarà necessario ripetere da capo l’operazione.

In alcuni casi (questo può dipendere dallo store in cui ci si trova ma anche nel Paese in cui si effettua il pagamento) potrebbe essere necessario inserire in via preventiva un codice (simile a quanto facciamo solitamente con il bancomat). Si tratta di un’accortezza in più che potrà servire anche a tutelare la privacy dell’utente.

Dove utilizzare Apple Pay in Italia

Per poter sfruttare al meglio le potenzialità di questo servizio targato Apple è ovviamente necessario conoscere preventivamente in quali store è possibile utilizzarlo, ma con la consapevolezza di come il numero di queste realtà potrebbe aumentare in modo graduale.

Tra queste possiamo segnalare alcune aziende della grande distribuzione quali Auchan, La Rinascente, Limoni, Autogrill, Esselunga, Eurospint, Lidl e Simply. Non potevano ovviamente mancare anche le catene di tecnologia più importanti presenti in tutto il territorio quali Media World, Unieuro, Eprice, oltre a Leroy Merlin, Mondadori, Store, OVS e ovviamente la stessa Apple, giusto per citarne alcuni.

Il servizio può essere sfruttato anche per gli acquisti online in strutture quali Deliveroo, easyJet, Musement, Booking e Zara.

Cosa devono fare i commercianti

Uno degli strumenti che possano servire ad attirare ulteriori clienti può essere rappresentato proprio dall’accettazione di Apple Pay tra i propri sistemi di pagamento.

Cosa fare se non si rientra in una grande catena ma si desidera concedere un’opportunità in più ai propri clienti?

È innanzitutto necessario ricordare come il servizio non comporti costi di gestione né importi minimi, Basta essere in possesso di un terminale POS in grado di supportare i pagamenti di tipo contactless.

Informazioni aggiornate su come procedere sono disponibili nella pagina dedicata all’interno del sito di Apple. Ulteriori aggiornamenti sono disponibili negli elenchi di Apple Mappe all’interno della sezione Apple Maps Connect.

Chi siamo

Più letti

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTVMutui e Prestiti

Newsletter - Informativa sulla privacy

La Newsletter di comparasemplice.it è pubblicata sul sito Internet istituzionale distribuita via e-mail – in automatico e gratuitamente – a quanti fanno richiesta di riceverla compilando il form presente in questa pagina.

I dati forniti saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al solo fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui lo stesso sarà attivo.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella possibilità da parte degli utenti interessati di ricevere di comunicazioni promozionali relative a prodotti e/o servizi di Cloud Care srl. o di terzi mediante impiego del telefono con operatore e/o anche mediante sistemi automatizzati (es. email, sms, fax mms, autorisponditori) e/o posta cartacea.

Il titolare del trattamento è CLOUD CARE SRL , con sede in Via Righi 27, Novara; PEC: cloudcare@legalmail.it.

I dati saranno trattati esclusivamente secondo le finalità di cui al punto 3 e punto 6 dell’informativa generale di Cloud Care srl presente sul sito www.comparasemplice.it.

Gli interessati hanno il diritto di ottenere da Cloud Care srl, nei casi previsti, l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. del Regolamento) inviando una email all’indirizzo cloudcare@legalmail.it.

CANCELLAZIONE DEL SERVIZIO
Si può richiedere in qualsiasi momento la cancellazione dal nostro database scrivendo all’indirizzo di posta elettronica: info@comparasemplice.it.