Meglio Condizionatore fisso o portatile?

Meglio Condizionatore fisso o portatile?
Il post ti è stato utile?
di | 02-07-2016 | Consigli per gli acquisti, Energia

condizionatore fisso o portatileLa scelta tra condizionatore fisso o portatile si basa principalmente sulle abitudini di utilizzo e sulla disponibilità economica. Vediamo quali sono i vantaggi e svantaggi offerti dalle due soluzioni.

Condizionatore fisso o portatile?

Condizionatore portatile: pro e contro

Il primo aspetto da considerare è quello economico. Da questo punto i vista il condizionatore portatile offre almeno due vantaggi: costa meno e non richiede spese d’installazione. Tuttavia, le spese di consumo sono più elevate rispetto ad un modello fisso.

Infatti non sono ancora disponibili condizionatori portatili con la tecnologia inverter. Questa tecnologia permette di selezionare una temperatura e far sì che l’apparecchio la mantenga una volta raggiunta.

Un condizionatore portatile, quindi, continua a funzionare senza limitarsi automaticamente, rendendo necessario l’intervento manuale per controllare temperatura e consumi. In questo modo, occorre essere molto attenti per evitare spiacevoli sorprese in bolletta.

Ciò non significa che la soluzione portatile non presenti vantaggi significativi. Uno di questi è senza dubbio la possibilità di essere spostato da una stanza all’altra, a seconda delle esigenze del momento. Se una volta questo vantaggio era limitato dalla presenza di tubi di scarico, oggi molti modelli non presentano questo inconveniente, e non è più necessario prevedere l’incisione della finestra per la fuoriuscita dell’aria calda.

Nelle situazioni in cui bisogna far fronte al poco spazio a disposizione, o dove non c’è la possibilità di collocare il motore del condizionatore fisso sul balcone, l’opzione portatile è certamente la più indicata.

Condizionatore fisso: vantaggi e svantaggi

Il condizionatore fisso comporta un investimento iniziale maggiore, ma permette di limitare i consumi più facilmente.

Il costo dell’impianto è più elevato di un portatile, e prevede anche le spese d’installazione. Un lavoro di muratura idoneo costa in media 200-250€, e nei condomini necessita dell’approvazione dall’assemblea condominiale.

Inoltre, un condizionatore fisso richiede più spazio e un balcone dove collocare il motore. D’altro canto, l’installazione all’esterno del motore fa sì che in casa non si sentirà alcun rumore quando l’apparecchio è in funzione.

A livello di consumi il condizionatore fisso assicura un risparmio notevole nel lungo periodo rispetto a quello portatile. Questo grazie alla tecnologia inverter, decritta nel paragrafo precedente, che garantisce prestazioni energetiche migliori sia in termini di spesa che di ecosostenibilità.

L’opzione fissa permette inoltre di usufruire di altre sofisticate tecnologie, come la pompa di calore, per emettere aria calda, il filtro per migliorare la qualità dell’aria in circolazione o il deumidificatore per diminuire l’umidità nell’ambiente senza dover accendere l’aria condizionata. Miglior efficienza, tecnologia e minori consumi ci fanno sicuramente propendere per l’opzione fissa. Occorrono però un certo spazio a disposizione e un balcone.

Naturalmente un ottimo modo per risparmiare sulla bolletta è scegliere la migliore offerta tra quelle proposte dai maggiori fornitori italiani e sul nostro portale potete comparare tutte le tariffe e individuare quella più adatta alle vostre esigenze!

offerte luce

0321.085995