Come cambiare domiciliazione bolletta Enel: le info utili

di | 25-03-2020 | Enel, Energia

Al momento della sottoscrizione del contratto con il proprio fornitore di luce e gas è necessario scegliere anche la modalità di pagamento che si preferisce. Anzi, spesso a far propendere per una tariffa rispetto a un’altra è anche questo aspetto: ogni cliente cerca infatti una soluzione che si addica maggiormente alle sue esigenze, aspetto fondamentale soprattutto per chi ha una quotidianità particolarmente frenetica e ritiene quindi impensabile dover perdere tempo in coda all’ufficio postale, come era consuetudine un tempo, per saldare gli importi. Tra i metodi più pratici c’è l’addebito diretto su conto corrente, che avviene in modo automatico il giorno della scadenza indicata in fattura. Ecco quindi come cambiare domiciliazione se si è deciso di cambiare istituto di credito e si è cliente Enel.


Sommario

Pagare la bolletta – A ognuno la sua soluzione

Il mercato libero dell’energia nasce con l’obiettivo di soddisfare in modo sempre più personalizzato i bisogni di ognuno. Ogni cliente ha infatti la possibilità di scegliere non solo la tariffa, ma anche il fornitore a cui si decide di affidarsi (clicca qui per sapere come procedere se hai deciso di cambiare compagnia). L’operazione avviene senza alcun disagio: non è infatti necessario eseguire alcun intervento sul contatore, ma soprattutto non sono previsti periodi di transizione che potrebbero portare a un periodo di disattivazione dal servizio. Il tutto senza alcun onere a proprio carico.

Il prezzo indicato dalla compagnia per il corrispettivo non deve essere però l’unico aspetto che ci può far propendere per una compagnia rispetto a un’altra. A influire nella scelta sono anche eventuali vantaggi aggiuntivi che vengono garantiti, oltre all’efficienza del servizio clienti, che deve garantire di sapere rispondere ai bisogni che vengono manifestati, compresi eventuali guasti. Altrettanto importanti sono le opzioni tra cui scegliere per procedere con il pagamento, che devono rispondere alle esigenze degli utenti.

Ognuno di noi ha una quotidianità spesso piuttosto frenetica tra lavoro e famiglia e potrebbe quindi non apprezzare troppo il pagamento con bollettino postale (anche questa formula si è comunque evoluta rispetto al passato e può essere eseguita anche online attraverso PC e dispositivi mobili dal sito di Poste Italiane). Apprezzati sono però anche sistemi quali PayPal e la carta di credito, oltre ovviamente all’addebito diretto su conto corrente, che sta riscuotendo un numero sempre maggiore di preferenze. Per chi punta su quest’ultima soluzione ha la garanzia che il proprio istituto bancario si prenda carico della situazione in modo tale da non incorrere in alcun ritardo; non manca nemmeno la trasparenza, visto che la detrazione dell’importo avviene il giorno stesso della scadenza indicata in fattura.

Iban Enel Energia – Un sistema affidabile e sicuro

EÈ decisamente in crescita il numero degli utenti che decidono di pagare la bolletta con addebito diretto su conto corrente. Fino a qualche tempo fa non mancava chi era scettico nei confronti di questa modalità all’idea che venissero prelevati soldi in maniera automatica, ma ora il sistema è diventato decisamente più sicuro e rappresenta la formula migliore per chi teme di dimenticarsi le varie scadenze e andare incontro quindi a conseguenze spiacevoli.

Gli aspetti positivi son decisamente importanti:

  • Vantaggio sul piano economico: nel momento in cui si opterà per questa soluzione verrà restituito il deposito cauzionale, se versato, precedentemente addebitato, comprensivo di interessi;
  • Risparmio di tempo: niente più file e risparmio nelle commissioni di pagamento;
  • Nessuna scadenza da ricordare. L’addebito è previsto esclusivamente nel giorno indicato in bolletta. Enel Energia opererà però con il massimo della trasparenza e provvederà così all’invio della fattura con un anticipo di circa 15 giorni in modo tale da poter controllare che tutto risulti in regola con i consumi effettuati;
  • Comodità: basterà comunicare l’IBAN su cui addebitare gli importi e intestatario della bolletta per non avere più niente a cui pensare. Sarà infatti direttamente Enel Energia a prendere contatto con la banca e a portare a termine l’operazione;
  • Affidabilità: il servizio opera con il massimo della sicurezza e con la garanzia che i dati personali siano protetti.

Come cambiare domiciliazione bolletta Enel – Una procedura semplice e sicura

La domiciliazione bancaria rappresenta il metodo più sicuro, oltre che il più apprezzato, per chi vuole avere la garanzia di pagare le utenze di casa con regolarità

Per chi è cliente Enel attivare l’addebito diretto è piuttosto semplice. Ecco i passi da seguire:

  • Accedere all’Area Clienti o all’app di Enel Energia (basta registrarsi dal sito inserendo una propria email e una password a scelta);
  • Cliccare sulla sezione “Modalità di pagamento”;
  • Indicare il proprio codice IBAN o il numero della carta di credito.

Ma cosa accade se si dovesse decidere di cambiare istituto di credito (vale anche se si resta con la stessa banca ma si cambia la filiale)? Ogni utente sarà ovviamente chiamato a comunicare al fornitore la novità in modo tale da poter procedere con regolarità con i pagamenti e non andare incontro ad alcuna situazione di morosità.

Il primo passo da compiere per chi si trova in questa situazione consiste nella presentazione di una richiesta apposita alla banca di provenienza di revocare tutti gli addebiti diretti che erano attivi fino a quel momento. A volte, infatti, può capitare, magari per alcune scadenze che devono essere portate a termine, che si attenda qualche tempo prima di chiudere definitivamente il conto con la vecchia banca (è il caso, ad esempio, di chi ha stipulato alcune polizze e attende la scadenza per non dover pagare penali). Ma se non si compie questo passo la detrazione degli importi in bolletta continuerà ad avvenire.

Successivamente ci si dovrà recare presso la nuova banca in cui si ha trasferito il conto corrente e chiedere che venga eseguita qui l’attivazione di tutte le domiciliazioni. L’addetto allo sportello avrà ovviamente bisogno di tutte le informazioni necessarie per portare a termine in modo corretto la procedura.  È necessario quindi comunicare gli estremi dei vari fornitori, oltre all’intestatario delle bollette. Qualora dovessero esserci dubbi, si può contattare nuovamente il gestore del servizio nel caso in cui la banca dovesse avere esigenze particolari.

In linea di massima, se si vuole avere la garanzia di avere fatto tutto in modo corretto è consigliabile verificare sulle fatture che arriveranno se sono indicati i dati della nuova banca e l’IBAN corretto. Attenzione, in genere i fornitori prevedono per chi paga con addebito diretto l’invio delle fatture via forma elettronica, una scelta che consente di ridurre il consumo di carta e dare un contributo tangibile all’ambiente, oltre che di non correre il rischio che i documenti cartacei possano essere persi (clicca qui per sapere per quanto tempo è necessario conservare le fatture).

Chi siamo

Più letti

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTVMutui e Prestiti

Newsletter - Informativa sulla privacy

La Newsletter di comparasemplice.it è pubblicata sul sito Internet istituzionale distribuita via e-mail – in automatico e gratuitamente – a quanti fanno richiesta di riceverla compilando il form presente in questa pagina.

I dati forniti saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al solo fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui lo stesso sarà attivo.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella possibilità da parte degli utenti interessati di ricevere di comunicazioni promozionali relative a prodotti e/o servizi di Cloud Care srl. o di terzi mediante impiego del telefono con operatore e/o anche mediante sistemi automatizzati (es. email, sms, fax mms, autorisponditori) e/o posta cartacea.

Il titolare del trattamento è CLOUD CARE SRL , con sede in Via Righi 27, Novara; PEC: cloudcare@legalmail.it.

I dati saranno trattati esclusivamente secondo le finalità di cui al punto 3 e punto 6 dell’informativa generale di Cloud Care srl presente sul sito www.comparasemplice.it.

Gli interessati hanno il diritto di ottenere da Cloud Care srl, nei casi previsti, l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. del Regolamento) inviando una email all’indirizzo cloudcare@legalmail.it.

CANCELLAZIONE DEL SERVIZIO
Si può richiedere in qualsiasi momento la cancellazione dal nostro database scrivendo all’indirizzo di posta elettronica: info@comparasemplice.it.