Enel Energia fatture: massima chiarezza sulle spese

di | 02-08-2019 | Enel
Enel Energia fatture: massima chiarezza sulle spese

Pur non avendo più il monopolio in Italia, Enel Energia continua a essere uno degli operatori preferiti da molti nostri concittadini per la fornitura di luce e gas: tra i motivi della scelta ci sono certamente le offerte convenienti e la volontà di venire incontro il più possibile ai bisogni dei clienti, oltre alla trasparenza. Tutto questo appare evidente già quando ci si trovano tra le mani le fatture queste, infatti, presentano una visione d’insieme dettagliata dei consumi per capire cosa abbia portato a stabilire l’importo da pagare e consentono anche, se necessario, di dare un’indicazione su come provare a cambiare almeno parzialmente il proprio comportamento quotidiano per riuscire a risparmiare.

Sommario

Enel Energia fatture: un quadro chiaro dei consumi

Luce e gas sono certamente bisogni fondamentali in ogni abitazione e richiedono spesso spese non indifferenti che è necessario mettere in conto. Ormai da qualche tempo il problema si è però almeno parzialmente ridotto grazie all’introduzione del mercato libero, che si appresta a entrare in vigore in via definitiva a partire dal 1° luglio 2020 (clicca qui di seguito se desideri sapere quali siano le conseguenze possibili a cui puoi andare incontro).

A differenza del passato la prospettiva è però decisamente cambiata. L’obiettivo che si vuole raggiungere con questa misura è infatti quello di mettere i bisogni del cliente al centro di tutto. Spetta quindi all’utente poter scegliere a quale operatore del settore affidarsi per la fornitura. La decisione sarà certamente influenzata in misura prevalente dal costo, ma non solo: altrettanto importanti sono altri fattori quali l’affidabilità del servizio e la trasparenza.

Qualora ci si sentisse insoddisfatti della propria situazione si può quindi valutare un passaggio a un altro gestore in modo assolutamente gratuito. E non è finita qui: non si corre nemmeno il rischio di andare incontro a un periodo, seppur breve, in cui si può restare senza il servizio. Anzi, sarà la nuova società a cui si è deciso di affidarsi a prendersi carico di ogni dettaglio.

Anche in questa situazione per molti è però difficile poter abbandonare Enel Energia, che fino a qualche anno fa deteneva il monopolio nel nostro Paese. Tra i motivi decisivi c’è proprio la volontà di lavorare con assoluta limpidezza: la fattura che viene recapitata (clicca qui di seguito se vuoi sapere le bollette Enel ogni quanto arrivo) contiene il dettaglio delle voci di consumo e questo consente così di capire meglio cosa abbia portato alla determinazione dell’importo da pagare. Inevitabilmente, ci sono alcuni elettrodomestici che utilizziamo anche quotidianamente che finiscono per incidere in misura maggiore, ma basta effettuare un calcolo del consumo elettrico (clicca qui per sapere come fare) per non avere dubbi in merito. A quel punto, se lo si dovesse ritenere necessario si può provare a modificare almeno in parte il proprio modo di agire (clicca qui se desideri avere consigli su come risparmiare nella bolletta della luce).

Leggere bolletta Enel – Indicazioni utili per il cliente

Anche per chi non è particolarmente pratico riuscire a individuare tutte le indicazioni presenti all’interno della bolletta è piuttosto semplice.

All’interno dei dati di fornitura, presenti subito nella prima pagina, oltre alle informazioni relative al cliente, è possibile trovare il tipo di tariffa sottoscritta, la modalità prescelta per pagare le fatture, la data di attivazione della fornitura, la tensione e la potenza impegnata del contatore, ovvero il limite massimo di prelievo della potenza istantanea. Altrettanto fondamentale è il Codice POD, ovvero l’elemento che identifica l’utenza e che potrà essere richiesto in caso di passaggio a un altro operatore. In caso invece di servizio gas troveremo il codice PDR (clicca qui per sapere in cosa consiste e come ritrovare il dato).

L’importo da pagare sarà indicato in maniera chiara, grazie anche alla presenza di un grafico a colori, voluto dall’Autorità. Per togliere ogni dubbio su come si sia arrivati a formulare quella cifra sarà necessario consultare le varie voci indicate.

  • Spese per l’energia: indica il corrispettivo relativo all’offerta scelta, le perdite di rete, la componente di dispacciamento e la commercializzazione;
  • Spesa trasporto e gestione del contatore: si riferisce si riferisce al prezzo per il trasporto dell’energia sulla rete nazionale e per la gestione e lettura dei contatori, stabiliti dall’Autorità;
  • Oneri di sistema: costi che vengono stabiliti dall’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (ARERA) e servono a coprire tutti i lavori che è necessario svolgere per il sistema elettrico;
  • Totale e imposte e IVA, ovvero accise e IVA. quest’ultima per i clienti domestici è pari al 10%-

Analizza i consumi

Il modo migliore per capire se l’operatore scelto sia in grado di rispondere appieno alle nostre esigenze e non ci comporti spese eccessive è quella di analizzare il dettaglio dei consumi riportati in bolletta.

Si tratta di una parte davvero fondamentale perché da qui possiamo dedurre se sia migliore sfruttare una tariffa monoraria, che prevede un costo univoco per il corrispettivo luce in tutto l’arco della giornata, o bioraria (clicca qui per sapere in quali casi è adatta), che consente di risparmiare durante la sera e il weekend.

Il contatore infatti misura i consumi di chi vive in casa secondo tre differenti fasce orarie (clicca qui per conoscere quali siano quelle che consentono di risparmiare energia): F1,F2  e F3.

  • Fascia Arancione, Fascia 1: attiva dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 19;
  • Fascia Blu, Fascia 23: valida dalle 19 alle 8, compresi weekend e festivi.

Un’altra informazione che può rivelarsi utile per i clienti di Enel Energia riguarda poi il consumo annuo, disponibile attraverso studio  mese per mese. Si tratta di un dato che ci consente così di capire come siano cambiate le abitudini dei residenti.

È inoltre consigliabile non dimenticarsi di consultare anche la voce relativa ai costi medi, relativa quindi al prezzo medio che si sta pagando per l’energia. In questo ambito troveremo due differenti numeri: il primo sarà più elevato perché comprende anche le spese accessorie che ogni utente è tenuto a sostenere, mentre il secondo può variare da un gestore all’altro.

Tieni tutto sotto controllo con My Enel

Ormai da qualche tempo Enel, al pari di altri gestori, offre la possibilità di tenere sotto controllo la propria situazione personale attraverso l’area clienti My Enel. Accedendo al sito ufficiale della società si ha la possibilità di creare un profilo attraverso i propri dati personali, ovvero indirizzo email e password a scelta, oltre a nome, cognome, codice fiscale e codice cliente, rintracciabile in bolletta.

Grazie a questo servizio si ha la possibilità di monitorare i propri consumi e visualizzare la fattura. Per chi non vuole correre il rischio di andare incontro a ritardi nei pagamenti o che questa possa essere persa è possibile attivare la bolletta digitale (clicca qui per conoscerne tutti i vantaggi). Altrettanto utile è il pagamento attraverso domiciliazione bancaria, previsto sempre il giorno della scadenza (clicca qui per saperne di più sulla domiciliazione bancaria).

 

Chi siamo

Più letti

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTVMutui e Prestiti

Newsletter - Informativa sulla privacy

La Newsletter di comparasemplice.it è pubblicata sul sito Internet istituzionale distribuita via e-mail – in automatico e gratuitamente – a quanti fanno richiesta di riceverla compilando il form presente in questa pagina.

I dati forniti saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al solo fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui lo stesso sarà attivo.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella possibilità da parte degli utenti interessati di ricevere di comunicazioni promozionali relative a prodotti e/o servizi di Cloud Care srl. o di terzi mediante impiego del telefono con operatore e/o anche mediante sistemi automatizzati (es. email, sms, fax mms, autorisponditori) e/o posta cartacea.

Il titolare del trattamento è CLOUD CARE SRL , con sede in Via Righi 27, Novara; PEC: cloudcare@legalmail.it.

I dati saranno trattati esclusivamente secondo le finalità di cui al punto 3 e punto 6 dell’informativa generale di Cloud Care srl presente sul sito www.comparasemplice.it.

Gli interessati hanno il diritto di ottenere da Cloud Care srl, nei casi previsti, l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. del Regolamento) inviando una email all’indirizzo cloudcare@legalmail.it.

CANCELLAZIONE DEL SERVIZIO
Si può richiedere in qualsiasi momento la cancellazione dal nostro database scrivendo all’indirizzo di posta elettronica: info@comparasemplice.it.