Fasce orarie Enel: tutto quello che c’è da sapere

Fasce orarie Enel: tutto quello che c’è da sapere
4.3 (86.67%) 9 votes
di | 02-06-2017 | Enel, Energia

Molti di voi hanno spesso sentito parlare delle fasce orarie di Enel ma non sanno di cosa si tratta: se volete saperne di più, questo è l’articolo che stavate cercando. La cosa più importante da capire è che sfruttando le fasce orarie è possibile risparmiare nel consumo di energia, magari organizzando la propria giornata in modo tale da utilizzare maggiormente il servizio nelle ore in cui l’elettricità ha dei costi inferiori, ma non sempre è così semplice.

Accendere la lavatrice e la lavastoviglie in determinati orari, gestire intelligentemente il condizionatore o altri elettrodomestici, quindi, potrebbero rendere la bolletta luce più leggera del solito. Ma che cosa sono le fasce orarie Enel e che cosa prevedono?

Fasce orarie Enel: tariffa monoraria o bioraria?

Partiamo innanzitutto dalla distinzione tra tariffa monoraria e bioraria: riassumendo in poche parole, la prima prevede un unico costo su kWh consumato a prescindere dal momento della giornata, conveniente soprattutto se si ha un utilizzo dell’energia durante tutto il giorno, mentre la seconda ha costi diversi a seconda dell’orario in cui il servizio viene utilizzato.

Enel Fasce orarie: come funzionano

Anche il gruppo Enel prevede l’uso delle fasce orarie per i consumi di energia. I costi distinti a seconda delle fasce orarie sono previsti ormai sia sul mercato di maggior tutela che sul mercato libero: come potete notare effettuando una ricerca sul nostro comparatore nella sezione relativa alle migliori tariffe luce, la maggior parte delle soluzioni più convenienti si basano proprio sulla tariffazione bioraria e, grazie alla liberalizzazione del mercato, oggi è possibile avere molte più soluzioni e formule rispetto al passato.

Ovviamente ogni tariffa ha i propri costi, che variano anche tra piani dello stesso operatore, Enel compreso. Tuttavia è possibile distinguere tra due differenti fascie orarie:

  • Fascia F1: è la fascia oraria più costosa, quindi più sconveniente per l’utilizzo dell’energia elettrica. Questa tariffazione entra in vigore dalle 8 del mattino e rimane tale fino alle ore 19, per tutti i giorni feriali. Per i festivi e i fine settimana (sabato e domenica), invece, vale la fascia oraria seguente;
  • Fascia F23: si tratta di una fascia oraria che unisce le precedenti fasce Enel F2 e F3 (la trioraria): è il lasso di tempo in cui si risparmia maggiormente e dove è più conveniente utilizzare il servizio energia. La Fascia F23 si applica ogni giorno della settimana (dal lunedì al venerdì) dalle ore 19 alle 8 del mattino, nei fine settimana e durante i giorni di festività nazionale (Capodanno, Epifania, 1 maggio, festività natalizie, etc..).

Quanto costano le fasce orarie

Se si sceglie una tariffa con le fasce orarie Enel, quindi, si risparmierà di più rispetto che a una monoraria? Come abbiamo accennato in precedenza, non è sempre cosi: una monoraria potrebbe essere molto più conveniente per gli utenti che stanno a casa gran parte della giornata o per nuclei familiari più numerosi mentre, al contrario, chi lavora prevalentemente fuori casa e rientra a casa nel tardo pomeriggio o alla sera, avrebbe un maggior risparmio con una tariffa bioraria.

Ovviamente l’applicazione dei costi delle fasce orarie di Enel Energia è una variabile che va ad aggiungersi ad altre, come ad esempio l’offerta sottoscritta, il tipo di contratto, la potenza utilizzata, le accise, i contributi del servizio, etc..

Ma facciamo un esempio pratico: tra le tariffe più economiche di Enel Energia attualmente disponibili, per esempio, abbiamo la e-light, una monoraria con energia fornita solamente da fonti rinnovabili certificate e gestibile al 100% su Internet, con prezzo bloccato per almeno un anno. L’offerta è disponibile anche in versione bioraria, con un costo che varia a seconda dell’orario:

Costi Enel fasce orarie con e-light Bioraria

  • Fascia F1 (Arancione): 0,079 euro/kWh
  • Fascia F23 (Blu): 0,022 euro/kWh

Anche nel caso della bioraria, il prezzo resta bloccato per 12 mesi.

Le fasce orarie Enel, quindi, potrebbero garantirvi un interessante risparmio, ma solamente se fate parte di una tipologia d’utenza precisa, che non sta spesso in casa e/o utilizza il servizio energia principalmente nelle ore serali e notturne, mentre le offerte monorarie potrebbero fare a caso vostro se state spesso in casa e/o siete una famiglia numerosa. Come scegliere, quindi?

Se il nostro comparatore di tariffe non è sufficiente, nessun problema: con Comparasemplice.it avete a disposizione un servizio di consulenza completamente gratuito e senza obbligo d’acquisto. Per usufruire di questo servizio, che potrebbe farvi risparmiare fino a 150 euro all’anno, dovete contattarci tramite uno dei seguenti canali:

  • numero verde 800 709 993, attivo dal lunedì al venerdì, dalle ore 9 alle ore 20;
  • via mail, all’indirizzo di posta elettronica info@comparasemplice.it;
  • via chat testuale, cliccando sul pulsante che trovate in basso a destra.

Articoli Correlati

Chi siamo

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTV