5 miti da sfatare sull’energia solare: fondamentali per scegliere al meglio

di | 09-08-2019 | Energia Rinnovabile
5 miti da sfatare sull’energia solare: fondamentali per scegliere al meglio

Ormai da qualche anno sono in tanti a essere affascinati dalla possibilità di sfruttare l’energia solare anche solo per i bisogni primari di ogni casa con la consapevolezza di come questo possa apportare anche importanti benefici all’ambiente che ci circonda. I vantaggi sono davvero rilevanti: è infatti quella fonte di energia che proviene dal sole e che può essere utilizzata per il riscaldamento e il raffreddamento degli ambienti della nosta abitazione ma, a differenza di quella “tradizionale” è completamente rinnovabile. È bene però essere a conoscenza di tutte le sue potenzialità, ma anche di eventuali limiti per poterla davvero sfruttare al meglio. Proviamo quindi a sfatare alcuni “miti” ancora troppo diffusi.

Sommario

Miti da sfatare energia solare – Più consapevolezza per scegliere al meglio

Troppo spesso, anche su questioni importanti che coinvolgono la nostra vita di tutti i giorni, finiamo per lasciarci condizionare da una serie di luoghi comuni quando, in realtà, basterebbe davvero poco per poter migliorare la nostra quotidianità su vari aspetti. Emblematico, ad esempio, è l’avvento del mercato libero che diventerà definitivo a partire dal 1° luglio 2020 (clicca qui per sapere cosa può accadere se non dovessi metterti in regola entro tale data), una misura pensata proprio per agevolare i clienti e consentire loro di risparmiare nella gestione delle varie utenze di casa.

Uno scopo simile può essere raggiunto anche attraverso, ad esempio, il solare termodinamico, un impianto in grado di produrre elettricità fornendo calore ad alta temperatura a una struttura basata su un ciclo termodinamico. È in crescita poi il numero di persone che stanno provando invece a sfruttare le potenzialità del solare termico, in cui l’energia creata dal sole può essere utilizzata per riscaldare o raffreddare i dispositivi che vengono alimentati. Una soluzione che può essere utile soprattutto per realtà quali gli edifici commerciali, le piscine, ma anche le abitazioni. Da non trascurare anche una possibile terza soluzione, il solare fotovoltaico, costituiti proprio da una serie di pannelli realizzati con materiali specifici per convertire in modo assolutamente naturale l’energia solare in energia elettrica.

Una volta comprese le varie opportunità che possiamo avere a nostra disposizione, non resta che informarsi ulteriormente anche su eventuali limiti per poter agire al meglio. Ecco quindi quali sono i miti più comuni sull’energia solare per capire davvero quali corrispondano davvero a verità.

L’energia solare funziona solo in presenza di tempo soleggiato

Come detto, l’energia solare è quella che proviene dal sole e che può essere preferita rispetto ad altre forme di energia per essere completamente rinnovabile e per la capacità di non creare danni all’ambiente circostante. Spesso, però, si finisce per pensare che possa essere sfruttata solo se in presenza di sole all’esterno.

Niente di tutto questo è vero. A generare energia solare sono infatti i raggi ultravioletti. Anche in presenza, ad esempio, di nebbia o di temperature particolarmente rigide i pannelli solari sono infatti in grado di catturare i raggi del sole e la loro energia in energia solare. Anzi, l’efficacia di questa soluzione diventa maggiore quando la colonnina di mercurio raggiunge livelli non troppo elevati.

Si tratta di un vantaggio spesso sottovalutato, ma assolutamente importante. Questo consente infatti anche ai Paesi in cui l’estate non è particolarmente afosa di investire anche in modo rilevante in energia solare. Non a caso, la Germania è ormai da tempo una realtà consolidata in questo settore. È bene comunque essere precisi: in mancanza di cielo limpido la potenza generata può scendere in maniera anche sensibile, ma il funzionamento continua a esserci.

Nessun problema di funzionamento in caso di temperature gelide

Pensare di poter sfruttare solamente in estate il solare termodinamico per la produzione di energia elettrica e gli altri strumenti che consentono di sfruttare energia solare è assolutamente un errore. Anzi, si può stare tranquilli non solo sulla loro efficacia, ma anche per la durata anche in caso di condizioni climatiche avverse quali pioggia torrenziale, anche per più giorni di seguito, grandine o neve.

Ormai tutte le aziende del settore prima di mettere sul mercato i loro pannelli eseguono test scrupolosi per verificarne le loro potenzialità e non andare incontro a eventuali rimostranze da parte dei clienti.

I pannelli solari comportano investimenti costosi

Tra i motivi che possono rendere molte persone riluttanti all’idea di effettuare un investimento per il solare per la propria abitazione c’è il costo. Si pensa infatti che la spesa iniziala da sostenere sia piuttosto ingente e non alla portata di tutte le famiglie.

In realtà, non è del tutto così. In virtù dei numerosi utenti che hanno deciso di approfittare dei vantaggi di questa soluzione dal 1980 ad oggi il loro prezzo è diminuito del 10% ogni anno. Anzi, come indicato da uno studio effettuato da un gruppo di ricercatori di Oxford il costo sarebbe destinato a scendere ulteriormente.

E non è finita qui. Con il tempo è infatti possibile rientrare dalla spesa effettuata. A incidere sull’ammortamento è innanzitutto la quantità di irraggiamento solare. Grazie alle detrazioni fiscali si riesce poi a recuperare la metà del capitale investito con una rata annuale percepita nell’arco di un ventennio. È come quindi se si potesse contare su una cifra ad hoc da aggiungere a quella percepita normalmente per il proprio stipendio (o pensione). E non è finita qui: il vantaggio sarà tangibile anche nella bolletta della luce, che diventerà più bassa.

In linea generale, possiamo indicare una tempistica che si aggira tra i 5 e i 7 anni per il ritorno della spesa effettuata se l’impianto è installato al Nord Italia. Questo può ridursi a un triennio se il consumatore che lo ha scelto vive al Sud.

I pannelli solari possono danneggiare il tetto

A rendere in alcuni casi titubanti sull’installazione dei pannelli solari non sono solo i costi che ne derivano per l’installazione, ma anche eventuali modifiche da effettuare alla nostra abitazione. Si pensa, infatti, che l’inserimento sul tetto dei pannelli possa risultare invasivo e addirittura costringere a effettuare modifiche a eventuali tegole rovinate.

Anche questo però non è vero. I pannelli non finiscono per incidere direttamente sul tetto, ma sfruttano una serie di “griglie” montate per l’occasione. È vero quindi proprio il contrario: i pannelli solari fungono da protezione alla zona in cui vengono posizionati.

L’impianto comporta importanti costi di mantenimento

Non solo l’installazione, ma è anche la manutenzione a preoccupare un cliente che sta ipotizzando di montare uno dei vari tipi di sistemi di energia solare. Anche questo però non è vero. Una volta montati, sono praticamente esenti da manutenzione.

Alcune parti potrebbero avere bisogno di essere sostituite, ma la maggior parte di queste, come gli inverter che convertono l’energia solare in energia elettrica compatibile con la rete, hanno una lunga garanzia del produttore di circa 5-10 anni.

Non è nemmeno necessario dover faticare per provvedere alla pulizia dell’impianto. In linea generale, la pioggia è sufficiente a effettuare l’operazione. Qualora dovesse esserci invece pioggia contenente sabbia, può bastare una semplice risciacquata della struttura per rimediare anche solo una o due volte l’anno.

Può essere comunque importante tenere presente come alcune riparazioni o sostituzioni occasionali possano servire a ottimizzare le prestazioni. Ecco le azioni che consigliamo di effettuare:

  • controllare l’inverter per assicurarsi che funzioni correttamente;
  • controllare che i cavi e i vari collegamenti siano sicuri;
  • controllare che tutti gli interruttori siano in funzione;
  • effettuare una verifica dei vari moduli per capire se siano presenti eventuali incrinature, scheggiature o componenti scoloriti.

 

 

Chi siamo

Più letti

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTVMutui e Prestiti

Newsletter - Informativa sulla privacy

La Newsletter di comparasemplice.it è pubblicata sul sito Internet istituzionale distribuita via e-mail – in automatico e gratuitamente – a quanti fanno richiesta di riceverla compilando il form presente in questa pagina.

I dati forniti saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al solo fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui lo stesso sarà attivo.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella possibilità da parte degli utenti interessati di ricevere di comunicazioni promozionali relative a prodotti e/o servizi di Cloud Care srl. o di terzi mediante impiego del telefono con operatore e/o anche mediante sistemi automatizzati (es. email, sms, fax mms, autorisponditori) e/o posta cartacea.

Il titolare del trattamento è CLOUD CARE SRL , con sede in Via Righi 27, Novara; PEC: cloudcare@legalmail.it.

I dati saranno trattati esclusivamente secondo le finalità di cui al punto 3 e punto 6 dell’informativa generale di Cloud Care srl presente sul sito www.comparasemplice.it.

Gli interessati hanno il diritto di ottenere da Cloud Care srl, nei casi previsti, l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. del Regolamento) inviando una email all’indirizzo cloudcare@legalmail.it.

CANCELLAZIONE DEL SERVIZIO
Si può richiedere in qualsiasi momento la cancellazione dal nostro database scrivendo all’indirizzo di posta elettronica: info@comparasemplice.it.