Energia da fonti alternative e rinnovabili: quali tariffe le contengono?

Energia da fonti alternative e rinnovabili: quali tariffe le contengono?
Il post ti è stato utile?
di | 04-11-2014 | Energia Rinnovabile

[img-left]Energia rinnovabile: windpark[/img-left]Quant’è importante la componente di energia prodotta da fonti “rinnovabili”?
Gli italiani sono forse meno attenti di altri europei a questo tema, nella scelta del fornitore e della tariffa per l’energia elettrica?

La crescente incidenza delle spese per energia elettrica e gas sul bilancio familiare porta sempre più spesso gli utenti finali in Italia a trascurare la questione di estrema rilevanza relativa alle modalità di produzione di energia. In seguito alla liberalizzazione del mercato in tutta l’Unione Europea, avvenuta nel 2007, è stato istituito un regime di concorrenza tra i diversi operatori del settore regolato dall’Autorità per l’Energia Elettrica e Gas (AEEG) per quanto riguarda gli obblighi da rispettare a tutela del cliente. I consumatori possono decidere di entrare nel libero mercato e scegliere in modo del tutto autonomo il proprio fornitore oppure restare nel mercato di maggior tutela le cui condizioni di vendita sono definite dall’Autorità stessa.

Il numero crescente di tariffe luce a disposizione richiede una valutazione ed una comparazione accurata in modo tale da individuare quella più conveniente. In questo modo, sarà anche possibile verificare quali tariffe luce prevedono la produzione di energia elettrica a partire da fonti rinnovabili…
In particolare, in Italia la produzione di energia elettrica deriva in larga parte dallo sfruttamento di fonti non rinnovabile (gas naturale, petrolio e carbone) mentre in misura minore utilizzano fonti rinnovabili (geotermica, idroelettrica, eolica, biomasse e solare). Recenti studi hanno, tuttavia, dimostrato che l’impiego di fonti rinnovabili è in crescita: la loro incindenza sulla produzione nazionale è passata dal 27.7% del primo trimestre del 2013 al 39.8% del primo trimestre del 2014!

Scegliere quindi una tariffa per la luce con una importante componente da fonti “alternative”, cioè rinnovabili, è una reale e serie possibilità.

Offerte luce ed energia elettrica

Tra le opzioni presenti nel mercato, il Gruppo Green Network propone una tariffa luce monoraria o bioraria utilizzando sia in Italia che all’estero impianti di produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili. Il gruppo E.on propone alcune tariffe per energia elettrica generata esclusivamente da fonti rinnovabili certificate. Tra queste, la tariffa E.On Luce Verde Plus consente di usufruire di un blocco del prezzo per 2 anni e 30 euro di risparmio da utilizzare nella prima bolletta e la tariffa E.On Luce Verde Bioraria con un prezzo bloccato per un anno.

Il gruppo Enel Energia propone la tariffa E-Light Verde che consente, con 2 euro al mese, di usufruire di energia elettrica prodotta esclusivamente da fonti rinnovabili certificate ed un prezzo bloccato per un anno.
La tariffa Casa Più Verde Web proposta dalla GDF SUEZ: anche in questo caso il prezzo è bloccato per dodici mesi e per attivarla basta avviare la procedura di sottoscrizione online.
La tariffa Prezzo Fisso Hera Natura Luce della Hera Comm garantisce un prezzo bloccato per due anni, mentre la tariffa Energia Semplice di Illumina che promette di realizzare un risparmio pari a 100 euro in termini di efficienza energetica.
Infine, le tariffe Prezzo Sicuro Web, sottoscrivibile esclusivamente online, e Prezzo Sicuro Verde della A2A Energia consentono di bloccare il prezzo per due anni.

Le fonti di energia rinnovabile sono garantite tramite una certificazione emessa da un istituto o ente estraneo al venditore stesso: come il sistema CO-FER gestito dal GSE (gestore dei servizi energetici) o l’ente di certificazione internazionale DNV (Det Norske Veritas).

Articoli Correlati

Chi siamo

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTV