Aumento Potenza Contatore Enel: quanto costa e come richiederlo

Aumento Potenza Contatore Enel: quanto costa e come richiederlo
4.9 (97.14%) 7 votes
di | 21-02-2018 | Enel, Energia

Se avete letto uno dei nostri articoli sulle offerte luce del mese come ad esempio quello relativo alle tariffe luce di febbraio 2018, avrete notato che i costi mensili stimati vengono sempre calcolati su alcuni parametri fissi. Uno di questi riguarda la potenza impiegata dal contatore della luce, il cui valore standard corrisponde a 3 kWh. Tuttavia, spesso accade che il contatore della luce salti perché la potenza elettrica impiegata dagli elettrodomestici che abbiamo in casa supera il valore standard dei 3 kWh che ci viene assegnato dal nostro fornitore di energia. Cosa fare allora in questi casi? E’ possibile richiedere un aumento della potenza del contatore? E se si, a chi bisogna inviare la richiesta? Al distributore locale di elettricità o al nostro fornitore? Quanti giorni o settimane ci vogliono per portare a termine tutta la procedura, dalla richiesta all’aumento effettivo della potenza del contatore? E i costi a quanto ammontano? Se vi state facendo tutte queste domande, se siete pieni di dubbi sulla procedura da seguire per richiedere un aumento della potenza del contatore, allora siete nel posto giusto perché abbiamo preparato per voi una guida pratica che vi spiegherà in modo semplice e veloce tutto quello che c’è da sapere sul potenziamento dei vostri consumi energetici. Nello specifico, vi spiegheremo come richiedere l’aumento di potenza del contatore Enel.

Sommario

Aumento Potenza Contatore Enel: come richiederlo

Se vi rendete conto che la potenza del vostro contatore Enel non è più sufficiente a soddisfare il vostro fabbisogno energetico, allora è il caso di chiedere un aumento di potenza. Per richiedere un aumento potenza contatore Enel dovrete quindi contattare direttamente il fornitore chiamando il servizio clienti o recandovi presso uno dei punti Enel disponibili su tutto il territorio italiano. Per modificare la potenza del contatore occorre infatti cambiare il contratto. Per questo motivo, contestualmente alla vostra richiesta, avrete bisogno del vostro codice cliente, del numero di POD e dei vostri dati anagrafici. Dopo aver fatto una richiesta ufficiale a Enel, sarà compito dell’operatore comunicare la vostra richiesta di aumento di potenza del contatore al distributore locale, a cui il vostro contatore appartiene,

Aumento Potenza Contatore Enel: tempistiche

Quanto tempo ci vuole affinché la variazione di potenza del contatore divenga effettiva? Una volta fatta la vostra richiesta a Enel, questi la trasmetterà al distributore locale di energia entro 2 giorni lavorativi. A questo punto, la variazione della potenza del contatore dovrà avvenire entro 5 giorni lavorativi dalla data di ricezione della richiesta. Se l’aumento di potenza del contatore avviene oltre il tempo previsto per cause imputabili al distributore, il cliente avrà diritto a ricevere un indennizzo di 35€ se è passato il doppio del tempo previsto, di 70€ per il triplo e di 105 € oltre il triplo del previsto.

Aumento Potenza Contatore Enel: quanto costa?

Per quanto riguarda i costi dell’aumento di potenza del contatore Enel, prima della riforma delle tariffe elettriche introdotta a partire da gennaio 2017, gli importi che gli utenti dovevano corrispondere al proprio fornitore per la variazione erano così ripartiti:

  • 26,76€ di quota fissa per l’aumento di potenza richiesta dal distributore;
  • 69,04€ per ogni kW di potenza aggiuntiva richiesta;
  • 23,00€ di quota fissa amministrativa.

Chi insomma voleva passare da 3kWh a 4 kWh o 5 kWh doveva sborsare una cifra pari a 120€ o a 200€. Una bella somma che scoraggiava i più a richiedere un aumento di potenza del contatore. Vediamo cosa è successo con la riforma delle tariffe elettriche del 2017.

Aumento Potenza Contatore Enel: le agevolazioni dopo la riforma delle tariffe elettriche

A partire dal 1° aprile 2017 e fino al 31 marzo 2019, tutti coloro che vogliono richiedere un aumento di potenza del contatore Enel possono usufruire di alcune agevolazioni. Lo sconto applicato alla variazione di potenza dei propri consumi elettrici è stato deliberato dall’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambienti in un documento pubblicato nel dicembre del 2016: la delibera 782/2016/R/eel. Nello specifico, coloro che richiederanno un aumento di potenza del contatore nel biennio indicato, potranno usufruire di uno sconto del 20% sul contributo previsto per ogni kW di potenza aggiuntiva e non dovranno pagare la somma di 26,76€ dovuta al distributore per i costi amministrativi. Riportiamo di seguito i costi relativi all’aumento di potenza del contatore Enel se la variazione avviene nel biennio che va dal 1° aprile 2017 al 31 marzo 2019:

  • 0€ di quota fissa per l’aumento di potenza richiesta dal distributore;
  • 55€ per ogni kW di potenza aggiuntiva richiesta;
  • 23€ di quota fissa amministrativa (il prezzo può variare nel mercato libero).

La bolletta aumenterà in seguito alla variazione?

Oltre ai costi una tantum previsti per l’aumento di potenza del contatore, occorre tenere in considerazione anche i costi variabili. La domanda sorge spontanea: alla variazione della potenza energetica impiegata dal contatore corrisponderà anche una variazione dei costi fatturati in bolletta? Prima dell’introduzione delle nuove tariffe elettriche, il livello di potenza del contatore incideva sui costi. Con la riforma del 2017, che ha eliminato la progressività delle tariffe e la distinzione tra clienti residenti fino a 3kW e clienti residenti con più di 3kW di potenza impegnata, le cose si sono fatte un po’ più complicate. La bolletta aumenterà in seguito all’aumento di potenza del contatore? Purtroppo non esiste una risposta univoca uguale per tutti a questa domanda perché dipenderà appunto dai vostri consumi energetici. Quello che sappiamo di sicuro è che la riforma favorisce chi consuma molta energia elettrica. Di conseguenza, un aumento di potenza del contatore va richiesto solo nel caso in cui i vostri consumi elettrici annui vadano dai 3000kWh ai 5000kWh. In caso contrario, il nostro consiglio è quello di richiedere una diminuzione della potenza del contatore.

State cercando un’offerta luce conveniente? Grazie al nostro comparatore di tariffe elettriche avete la possibilità di confrontare tutte le migliori promozioni dedicate ai clienti domestici messe a disposizione dai principali fornitori di energia. Inserite le vostre abitudini di consumo e iniziate a cercare l’offerta che meglio si adatta alle vostre esigenze. In alternativa, chiamate il nostro numero verde 800 709 993 e parlate con uno dei nostri consulenti esperti di consumi elettrici.

Chi siamo

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTV
0321.085995

Titolo Popup

La Newsletter di comparasemplice.it è pubblicata sul sito Internet istituzionale distribuita via e-mail – in automatico e gratuitamente – a quanti fanno richiesta di riceverla compilando il form presente in questa pagina.

I dati forniti saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al solo fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui lo stesso sarà attivo.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella possibilità da parte degli utenti interessati di ricevere di comunicazioni promozionali relative a prodotti e/o servizi di Cloud Care srl. o di terzi mediante impiego del telefono con operatore e/o anche mediante sistemi automatizzati (es. email, sms, fax mms, autorisponditori) e/o posta cartacea.

Il titolare del trattamento è CLOUD CARE SRL , con sede in Via Righi 27, Novara; PEC: cloudcare@legalmail.it.

I dati saranno trattati esclusivamente secondo le finalità di cui al punto 3 e punto 6 dell’informativa generale di Cloud Care srl presente sul sito www.comparasemplice.it.

Gli interessati hanno il diritto di ottenere da Cloud Care srl, nei casi previsti, l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. del Regolamento) inviando una email all’indirizzo cloudcare@legalmail.it.

CANCELLAZIONE DEL SERVIZIO
Si può richiedere in qualsiasi momento la cancellazione dal nostro database scrivendo all’indirizzo di posta elettronica: info@comparasemplice.it.