Auto elettriche: aumentano le colonnine nel 2019

Auto elettriche: aumentano le colonnine nel 2019
5 (100%) 1 vote
di | 21-10-2016 | Energia, Energia Rinnovabile, News e Varie

Il futuro è green: l’energia sarà sempre più prodotta da fonti rinnovabili e ci sposteremo sempre di più utilizzando auto elettriche. La tecnologia sta facendo passi in avanti sempre maggiori e le auto elettriche diventeranno sempre più diffuse lungo le nostre strade.
Per queste ragioni l’Unione Europea ha iniziato un programma di rafforzamento di quelle infrastrutture che permettono di ricaricare il proprio veicolo elettrico.

Auto elettriche: il piano dell’Unione Europea

Il piano dell’Unione Europea prevede la creazione di hub di ricarica, uno per ogni abitazione, entro il 2019. Inoltre, entro il 2023 il 10% delle zone di parcheggio dovrà avere installate le colonnine di ricarica per autovetture elettriche.

  • Il primo obiettivo è lo sviluppo di un sistema di mobilità europea a emissioni zero.
  • Il secondo obiettivo è quello di far sì che le automobili elettriche possano diventare, esse stesse, degli strumenti in grado di immettere energia rinnovabile nelle reti elettriche nazionali.

Per raggiungere questo secondo obiettivo è indispensabile la cooperazione tra istituzioni comunitarie e le case automobilistiche. La Renault sta già operando in questa direzione, avendo siglato un accordo che prevede l’utilizzo delle batterie esauste delle proprie automobili come collettori di energia alimentate da energia solare o eolica.

Nella stessa direzione anche la casa tedesca BMW che ha inaugurato la prima power station in cui le vecchie batterie delle macchine vengono utilizzate per produrre e alimentare veicoli rinnovabili e puliti.

Riduzione delle emissioni

Le azioni dell’Unione Europea vanno quindi tutte nella direzione della riduzione delle emissioni inquinanti. Uno dei problemi maggiori riguarda le emissioni di biossido di zolfo. Le emissioni di biossido di zolfo, che si sviluppano dalla combustione del carbone e sono altamente nocive per la salute di tutti noi, entro il 2050 potrebbero raggiungere i livelli di guardia, superando di 5 volte il limite stabilito dall’OMS.
L’unico modo per salvaguardare l’aria che respiriamo è quello di incentivare la produzione e la diffusione dei veicoli elettrici e l’utilizzo di energia che proviene da fonti rinnovabili.

Anche tu puoi fare la tua parte scegliendo fornitori di energia elettrica che utilizzano fonti rinnovabili: utilizza il nostro comparatore di tariffe per scoprire chi sono i fornitori più green!

 

Inoltre su ComparaSemplice.it puoi:

  • essere seguito da un team di consulenti esperti chiamando gratuitamente il numero verde 800709993;
  • Dare un giudizio sul tuo fornitore e aiutare tante altre persone a scegliere il miglior rapporto tra qualità del servizio e prezzo;
  • Rimanere sempre aggiornato sul mondo dell’Energia e del Gas grazie alle notizie pubblicate quotidianamente dalla nostra redazione.

 

Articoli Correlati

Chi siamo

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTV
0321.085995