Autoproduzione rinnovabili: i veri vantaggi delle cooperative energetiche

Autoproduzione rinnovabili: i veri vantaggi delle cooperative energetiche
5 (100%) 1 vote
di | 14-10-2016 | Energia, Energia Rinnovabile, Gas

Oggi vi parliamo delle cooperative energetiche e dell’autoproduzione di energie rinnovabili ovvero di un sistema tramite il quale produrre in proprio energie rinnovabili. Questo sistema ha un duplice vantaggio:

  • permette di risparmiare sui costi delle bollette;
  • permette di salvaguardare l’ambiente non utilizzando combustibili fossili.

Si tratta di un sistema innovativo fortemente in via di espansione: secondo l’istituto di ricerca ambientale si prevede che entro il 2050 circa la metà dei cittadini europei saranno in grado di autoprodurre energia rinnovabile. Il centro di questo sistema saranno quindi le cooperative energetiche. Vediamo in dettaglio di cosa stiamo parlando.

Autoproduzione delle energie rinnovabili: tutti i dettagli

Questo sistema di produzione di energie rinnovabili è sempre più diffuso in Europa. In Germania e nei Paesi Bassi sono sorte centinaia di cooperative energetiche la cui nascita è stata incoraggiata dalle politiche energetiche implementate dai rispettivi Governi. Lo strumento principale, in questo frangente, sono state tariffe energetiche feed-in particolarmente vantaggiose che hanno attivato la transizione verso sistemi energetici rinnovabili.
I vantaggi di queste politiche sono molteplici:

  • riduzione delle emissioni inquinanti;
  • protezione delle popolazioni dagli effetti dannosi dell’inquinamento;
  • azione contro il riscaldamento globale

la produzione locale

La produzione locale di energia rinnovabile determina diversi vantaggi che influiscono nel lungo periodo anche sull’economia nazionale:

  • la riduzione dei costi di importazione dei combustibili fossili;
  • il guadagno dell’energia prodotta rimane all’interno dei confini europei.

L’installazione di pannelli fotovoltaici sui tetti delle abitazioni private è uno dei cardini del sistema di autoproduzione di rinnovabili. Tale installazione è ancora più vantaggiosa grazie alla riduzione dei costi dovuta ai miglioramenti tecnologici e agli incentivi statali. Inoltre, chi non può permettersi di installare pannelli fotovoltaici sul tetto della propria abitazione può contribuire comunque alla produzione di energie rinnovabili diventando socio di una cooperativa.

i numeri delle cooperative

La Federazione europea per le cooperative è composta da circa 50 mila membri che corrispondono a circa 45 mila famiglie, il 41% di queste produce direttamente energia, mentre il restante 59% acquista energia dagli altri membri della cooperativa.

Nel nostro Paese la cooperativa energetica Retenergie, attiva dal 2008, conta quasi 1000 famiglie e l’investimento complessivo ammonta a più di un milione di euro!

Le azioni dell’Unione Europea

Le azioni dell’Unione Europea stanno andando nella direzione di un sempre maggiore incentivo alla creazione di cooperative energetiche. C’è bisogno di un quadro normativo omogeneo e che sia in grado di attrarre maggiori investimenti da parte dei singoli cittadini.

Se non siete ancora parte di una cooperativa energetica ma volete fare la vostra parte per combattere il global warming consultate il nostro comparatore di tariffe e scegliete il fornitore che vi assicura fonti energetiche rinnovabili!

 

Articoli Correlati

Chi siamo

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTV
0321.085995