Bolletta persa: cosa fare e come rimediare

Bolletta persa: cosa fare e come rimediare
5 (100%) 1 vote
di | 19-03-2019 | Energia

La tua bolletta è stata persa e non sei riuscito a pagare l’importo prestabilito per tempo o non riesci più a trovare la fattura tra i vari documenti cartacei presenti a casa tua? In entrambi i casi si tratta di un contrattempo non da poco, ma a cui è comunque possibile fare fronte grazie ad alcune semplici accortezze. Per i più sbadati una soluzione definitiva ma allo stesso tempo pratica è possibile e rappresenta la scelta ideale per far sì che il problema non si ripresenti più.

Sommario

Mancato recapito bollette o fatture smarrite: come risolvere il problema

È capitato certamente a qualcuno di non ritrovare più una fattura da saldare o di attendere una bolletta, ma di non vederla recapitare a casa. Chi si trova in questa situazione deve fare il possibile per muoversi tempestivamente e regolarizzare la propria situazione.

In linea generale, quello che l’utente deve fare è semplice: è innanzitutto necessario prendere contatto attraverso una delle varie modalità disponibili con il gestore e richiedere un nuovo invio della bolletta. Per chi è particolarmente disordinato è bene conoscere la normativa in vigore in merito quanto tempo è necessario conservare le fatture (clicca qui per saperne di più).

La situazione è invece leggermente diversa se sei cosciente di avere già pagato, ma di non trovare più la ricevuta che ne attesa l’operazione. Questo aspetto è quanto mai importante per non correre il rischio di dover versare l’importo una seconda volta. Per le spese più elevate (superiori a 3.000 euro) se si sono utilizzate modalità quali assegno, bancomat o carta di credito è direttamente il conto corrente a tenerne traccia. Riuscire a risalire ai movimenti effettuati è quindi possibile nell’arco di pochi minuti.

Se invece il pagamento è stato effettuato in contanti o con bollettino postale la situazione non deve essere trascurata. In questo caso può essere utile ricorrere a testimoni oculari che hanno visto materialmente il documento o sfruttare indizi precisi che possano dimostrare il comportamento tenuto dall’utente. Armarsi di pazienza per fare il possibile per ritrovare la ricevuta sarebbe però ovviamente la scelta migliore.

Bolletta persa: cosa fare se si è cliente Enel

Il libero mercato è ormai attivo da qualche anno in Italia e consente a ogni utente di scegliere l’operatore che ritiene più adatto per le proprie abitudini ed esigenze per le varie utenze di casa. Chi teme di dover sottostare a una lunga burocrazia può comunque stare tranquillo: una volta deciso il fornitore a cui affidarsi, sarà questo a occuparsi della comunicazione di disdetta al vecchio gestore senza alcun onere a carico del cliente.

Pur non essendoci più il monopolio per l’elettricità nel nostro Paese, Enel continua a essere l’azienda che vanta il maggior seguito nella nostra Penisola, apprezzata non solo per la trasparenza nei confronti di chi gli dà fiducia, ma anche per la volontà di venire il più possibile in aiuto ai bisogni degli utenti, già di per sé tartassati da una routine quotidiana spesso frenetica e da numerose spese.

Proprio per questo se non riesco a ricordare dove ho messo le mie bollette la procedura da seguire per ottenere un duplicato ed effettuare il pagamento in regola con i tempi è davvero semplice. La richiesta può infatti essere effettuata con un semplice SMS da inviare al numero 39 99 03 888 scrivendo come testo

B”ollettaWeb (spazio) NumeroCliente (spazio) codice fiscale (spazio) tuo indirizzo email”.

Il costo richiesto per l’invio di un messaggio a pari a quello richiesto per un normale SMS, senza alcun addebito ulteriore. La fattura verrà così recapitata all’indirizzo di posta elettronica indicato in modo tale da poterla stampare quando si preferisce.

Se l’invio via email è il metodo che si preferisce applicare anche per le successive emissioni il prossimo passo da compiere consiste nell’accedere al sito ufficiale di Enel e registrarsi inserendo i propri dati personali nell’area personale “My Enel”. Questo consentirà anche di tenere sotto controllo i consumi e provare a capire se sia necessario optare per una tariffa diversa adatta a ridurre le spese.

Se invece la scadenza è già stata superata e devi provvedere a saldare il conto non ti resta che contattare telefonicamente il call center della compagnia (al numero verde 800900800 se sei cliente Enel Servizio Elettrico, al numero verde 800900860 se sei cliente Enel Energia). La persona che ti risponderà ti farà sapere se è prevista l’aggiunta di un interesse di mora a seconda dei giorni di ritardo trascorsi.

Mancato recapito bollette: come correre ai ripari in modo definitivo

Una soluzione per risolvere in maniera definitiva il ritardo nella ricezione delle fatture o per rimediare al comportamento disordinato di molti è comunque possibile. La soluzione è data dalla scelta di poter ricevere le fatture in formato digitale, opzione ormai disponibile per tutte le utenze della casa e attivabile in maniera semplice e immediata in pochi clic.

Gli aspetti positivi sono numerosi, a partire dalla possibilità di risparmiare tempo e denaro, oltre che di evitarsi scocciature in caso di dimenticanza sul luogo in cui la fattura era stata conservata.

L’attivazione del servizio è innanzitutto senza costi, basta accedere all’interno della propria area riservata nel sito della compagnia per effettuare la richiesta. In questa sezione è sufficiente indicare un indirizzo di posta elettronica che si consulta periodicamente per potersi garantire la ricezione. Tutti gli operatori garantiscono l’invio con largo anticipo rispetto alla data di scadenza indicata per saldare l’importo (solitamente si parla di 15 giorni). Questo dà la dimostrazione della volontà di rendere trasparente il rapporto tra l’azienda e il cliente: ognuno ha così modo di verificare se si siano verificati eventuali errori nell’attribuzione della cifra indicata in fattura e, se necessario, segnalarli in tempo.

La praticità è un altro elemento da prendere in considerazione. L’intestatario, ma anche gli altri componenti della famiglia che hanno accesso alla casella, potranno avere una visione di insieme dei consumi e verificare se ci siano stati cambiamenti. E non è finita qui: ogni utente ha l’opportunità di creare una cartella sul proprio PC (è preferibile salvarla sul desktop per renderla facilmente rintracciabile) dove poter salvare tutte le bollette inviate. Un’idea da sfruttare al volo per chi desidera tenere sotto controllo tutte le spese da sostenere nell’arco di un mese. Il servizio consente poi di visualizzare tutti i tuoi conti ovunque ci si trovi, anche da PC, smartphone e tablet.

Tra gli aspetti meritevoli di attenzione che possono portare a privilegiare la decisione di optare per la bolletta web c’è anche il contributo dato al rispetto dell’ambiente. Si riducono così sia l’utilizzo di carta sia le emissioni di anidride carbonica prodotte per il trasporto e la consegna delle bollette.

Non mancano ulteriori benefici assicurati dalle imprese fornitrici a chi arriva a prendere questo importante provvedimento. In alcuni casi (Eni luce e gas è solo uno degli esempi) è possibile usufruire di uno sconto sul corrispettivo luce e gas. Atrettanto conveniente è il pagamento con domiliciazione bancaria (scopri qui perché sceglierlo).

Chi siamo

Più letti

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTVMutui e Prestiti
0321.085995

Newsletter - Informativa sulla privacy

La Newsletter di comparasemplice.it è pubblicata sul sito Internet istituzionale distribuita via e-mail – in automatico e gratuitamente – a quanti fanno richiesta di riceverla compilando il form presente in questa pagina.

I dati forniti saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al solo fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui lo stesso sarà attivo.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella possibilità da parte degli utenti interessati di ricevere di comunicazioni promozionali relative a prodotti e/o servizi di Cloud Care srl. o di terzi mediante impiego del telefono con operatore e/o anche mediante sistemi automatizzati (es. email, sms, fax mms, autorisponditori) e/o posta cartacea.

Il titolare del trattamento è CLOUD CARE SRL , con sede in Via Righi 27, Novara; PEC: cloudcare@legalmail.it.

I dati saranno trattati esclusivamente secondo le finalità di cui al punto 3 e punto 6 dell’informativa generale di Cloud Care srl presente sul sito www.comparasemplice.it.

Gli interessati hanno il diritto di ottenere da Cloud Care srl, nei casi previsti, l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. del Regolamento) inviando una email all’indirizzo cloudcare@legalmail.it.

CANCELLAZIONE DEL SERVIZIO
Si può richiedere in qualsiasi momento la cancellazione dal nostro database scrivendo all’indirizzo di posta elettronica: info@comparasemplice.it.