Come scegliere compagnia luce e gas: gli aspetti da considerare

Come scegliere compagnia luce e gas: gli aspetti da considerare
Il post ti è stato utile?
di | 24-02-2020 | Energia

Se sei ormai convinto che le tue bollette siano troppo care e vuoi sapere come cambiare compagnia luce e gas? A volte questo momento può spaventare, ma grazie al mercato libero puoi stare tranquillo e agire senza timore di andare incontro a imprevisti: non ti resta che analizzare quali sono le tue abitudini di consumo e valutare le proposte messe a disposizione dalle principali aziende. Non solo non si andrà incontro ad alcuna spesa per la rescissione del contratto, ma tutto avverrà senza alcun intervento sul contatore né interruzione dal servizio. Anzi, sarà la nuova società a cui si deciderà di affidarsi a prendersi carico dell’operazione e a comunicare l’intenzione di interrompere il rapporto.

Sommario

Come scegliere compagnia luce e gas – Decidere non è difficile

Può capitare a tutti di trovarsi di fronte a una bolletta che presenta un importo più alto rispetto a quello che ci saremmo aspettati. A differenza del passato, però, correre ai ripari è diventato più semplice. Già da ora, infatti, è possibile approfittare dei vantaggi previsti dal mercato libero, pur trovandoci ancora in una fase di transizione.

Tutti i fornitori presentano infatti tariffe che consentono di godere già di importanti agevolazioni e poter risparmiare sin da subito per servizi importanti quali luce e gas. Ecco quindi alcuni consigli utili da seguire per non sbagliare.

Approfitta dei vantaggi del mercato libero

Il governo ha recentemente approvato una proroga che porterà all’entrata in vigore definitiva del mercato libero solo dal 2022, ma ormai da qualche tempo praticamente tutti i fornitori propongono offerte che consentono di sfruttare tutte le agevolazioni. Gli aspetti positivi sono diversi:

  • la possibilità di usufruire di un prezzo bloccato del corrispettivo per un determinato periodo di tempo (in genere 12 o 24 mesi), eliminando così ogni incertezza che era legata alle variazioni trimestrali previste dall’ARERA;
  • Facoltà di scegliere liberamente, sulla base di un’analisi dei propri consumi, il fornitore e l’offerta che si ritengono più adatti alle proprie esigenze;
  • Non dover sottostare ad alcun tipo di vincolo. In caso di insoddisfazione, infatti, nessun problema: sarà infatti la nuova azienda a cui si deciderà di affidarsi a occuparsi della comunicazione di recesso senza alcun onere a carico del cliente;
  • Nessuna spesa da sostenere per il passaggio a un altro fornitore, né periodi di disattivazione dal servizio o interventi sul contatore. Tutto avviene senza alcun disagio per il cliente, che ha così pieno diritto di valutare la soluzione a lui più adatta e iniziare da subito a poter ridurre le spese per la luce e il gas di casa.
  • Tutte le tariffe disponibili con il mercato libero risultano essere più convenienti rispetto a quelle del mercato tutelato. Oltre a un prezzo agevolato sono disponibili altri privilegi, quali servizi aggiuntivi, garanzia di sfruttare energia verde proveniente da fonti rinnovabili (spesso senza alcun sovrapprezzo rispetto a quanto previsto dalla tariffa), sconti e premi aggiuntivi che premiano la fedeltà del cliente. Opzioni inesistenti nel regime di maggior tutela.
  • Pur con le differenze esistenti tra un fornitore e l’altro, in linea di massima si può calcolare un risparmio che si aggira intorno ai 150 euro l’anno passando dal mercato libero al mercato tutelato (tenendo presente un cliente medio residente e con consumi energetici di 2700 KWh per la luce e 1400 Smc per il gas).
  • Chi si trova ancora con il regime di maggior tutela deve avere un fornitore diverso per la luce e per il gas, mentre questa distinzione non esiste più con il mercato libero. Chi decide di avere un unico operatore per entrambi i servizi non solo avrà diritto a condizioni ancora più agevolate, predisposte per premiare la fiducia del cliente, ma potrà gestire il tutto con maggiore praticità: un solo servizio clienti e una sola app per tenere sotto controllo la situazione per entrambe le utenze.

Confronta le tariffe

L’avvento del mercato libero, come detto, consente di valutare liberamente quali siano le soluzioni disponibili più adatte a rispondere alle proprie esigenze. Per raggiungere appieno lo scopo è necessario però fare un piccolo “sforzo”, ovvero armarsi un po’ di pazienza e analizzare le offerte luce e gas a confronto per avere un quadro d’insieme più preciso.

Si può procedere in due modi: sia andando direttamente sui siti dei vari fornitori dove sono presenti tutti i dettagli contrattuali e su come procedere per l’adesione, sia utilizzando gli strumenti di comparazione presenti online, che effettuano l’operazione nell’arco di pochi minuti.

Sfrutta le fasce orarie per l’energia

Indispensabile, se si desidera davvero ridurre i consumi per la luce, è la piena consapevolezza di quali siano le proprie abitudini di consumo. Molto spesso, infatti, quasi senza rendercene conto, ci sono momenti della giornata in cui si concentra l’utilizzo di alcuni elettrodomestici, mentre in altri casi possiamo indirizzare meglio il nostro modo di agire se si conoscono momenti determinati della giornata in cui si ha diritto a costi agevolati.

Questo è il principio che ci deve scegliere a valutare se sia più adatta una tariffa monoraria o bioraria per la luce. Nel primo caso non sono previste variazioni a livello di costo in tutto l’arco della giornata; può essere quindi una soluzione che si addice appieno a una casalinga o ha chi non vuole dover sottostare a vincoli particolari. Nel secondo caso, invece, è possibile usufruire di condizioni più vantaggiose durante la sera o il weekend; questo la rende quindi adatta ad esempio a chi resta lontano dalle mura domestiche per diverse ore a causa di impegni di lavoro o di studio. Possono comunque valutare quest’ultima opzione anche gli utenti che ritengono di poter spostare nei momenti agevolati i propri consumi. Il risparmio che si può ottenere può essere superiore anche al 50% (clicca qui per sapere quali sono le fasce orarie che consentono di risparmiare energia).

Valuta la modalità di pagamento

Un altro aspetto che può condizionare la scelta del fornitore è la modalità di pagamento. La flessibilità nelle proposte disponibili non manca e questo deve quindi spingere l’utente a valutare il sistema che ritenga più congeniale alle sue abitudini.

Anche per chi sceglie di bollettino postale la procedura si è ormai evoluta: è infatti possibile saldare gli importi attraverso strumenti che fanno ormai parte della nostra quotidianità quali PC, smartphone e tablet, senza alcun limite di spazio e tempo. E lo stesso vale per chi opta per la carta di credito.

Chi invece vuole qualcosa di più pratico, ma senza dover rinunciare alla convenienza può preferire l’addebito diretto su conto corrente. Si tratta di uno dei metodi ormai più diffusi perché garantisce di pagare con regolarità senza il rischio di dimenticare le scadenze. Il risparmio a volte può essere ancora maggiore se si punta su una tariffa web, che consente di attivarla e gestire la propria fornitura direttamente online; in questo caso la condizione richiesta è proprio quella di pagare con RID bancario.

Leggi con attenzione il contratto

Poter cambiare senza vincoli il proprio fornitore in caso di insoddisfazione rappresenta certamente un importante vantaggio, ma non si deve mai venir meno dal prendere visione di ogni aspetto inserito all’interno del contratto consegnato dall’azienda a cui si decide di affidarsi.

Molto spesso, infatti, chi finisce per essere insoddisfatto a distanza di tempo dall’adesione scopre di non avere verificato con attenzione alcune clausole. Trovare compagnie luce e gas convenienti non è quindi poi così difficile, ma non trascurare alcun dettaglio prima di fare la scelta definitiva diventa fondamentale.

 

Chi siamo

Più letti

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTVMutui e Prestiti

Newsletter - Informativa sulla privacy

La Newsletter di comparasemplice.it è pubblicata sul sito Internet istituzionale distribuita via e-mail – in automatico e gratuitamente – a quanti fanno richiesta di riceverla compilando il form presente in questa pagina.

I dati forniti saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al solo fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui lo stesso sarà attivo.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella possibilità da parte degli utenti interessati di ricevere di comunicazioni promozionali relative a prodotti e/o servizi di Cloud Care srl. o di terzi mediante impiego del telefono con operatore e/o anche mediante sistemi automatizzati (es. email, sms, fax mms, autorisponditori) e/o posta cartacea.

Il titolare del trattamento è CLOUD CARE SRL , con sede in Via Righi 27, Novara; PEC: cloudcare@legalmail.it.

I dati saranno trattati esclusivamente secondo le finalità di cui al punto 3 e punto 6 dell’informativa generale di Cloud Care srl presente sul sito www.comparasemplice.it.

Gli interessati hanno il diritto di ottenere da Cloud Care srl, nei casi previsti, l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. del Regolamento) inviando una email all’indirizzo cloudcare@legalmail.it.

CANCELLAZIONE DEL SERVIZIO
Si può richiedere in qualsiasi momento la cancellazione dal nostro database scrivendo all’indirizzo di posta elettronica: info@comparasemplice.it.