ARERA: aumentano i clienti del mercato libero dell’energia

ARERA: aumentano i clienti del mercato libero dell’energia
5 (100%) 1 vote
di | 20-02-2019 | Energia, News e Varie

Secondo il Comunicato Stampa dell’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente contenente i primi risultati del “Monitoraggio dei mercati retail 2018”, è in costante crescita il numero dei clienti che decidono di passare al mercato libero dell’energia elettrica.

Sono 4,3 milioni le piccole e medie imprese (PMI) che, a fine 2018, sono passate al mercato libero (ossia il 58% di utenze). Mentre per quanto riguarda le utenze domestiche, le famiglie che hanno deciso di sottoscrivere un’offerta del mercato liberalizzato, sono 13,5 milioni, che in percentuale si traducono in 46% di utenze con picchi superiori al 50% in determinate regioni italiane come l’Umbria, l’Emilia Romagna e il Piemonte.

Parallelamente cresce anche il numero delle società di vendita dell’energia elettrica attive (giunte a quota 554 unità, rispetto alle 507 del 2017) con 290 società che operano come semplici rivenditori.

Si tratta dei primissimi risultati del suddetto Monitoraggio, anticipati oggi durante il convegno organizzato dall’ARERA a Milano “Monitoraggio retail:uno strumento per l’evoluzione del mercato”.

Sommario

Mercato libero: cosa significa, la legge e perché conviene

A differenza del mercato tutelato dove i clienti possono sottoscrivere un’offerta per l’energia elettrica il cui prezzo è stabilito dall’Autorità ogni tre mesi, il mercato libero presenta una moltitudine di offerte dalle caratteristiche e condizioni economiche differenti.

Ad oggi, il mercato della luce e del gas è solo parzialmente liberalizzato. Il processo di liberalizzazione totale è iniziato con la legge 4 agosto 2017, n.124, la quale stabiliva inizialmente che il 1° luglio 2018 sarebbe terminato definitivamente il mercato di tutela del prezzo dell’energia garantita dall’ARERA.

L’approvazione di un emendamento apportato al Disegno di Legge nei primi giorni del 2017, tuttavia, ha prolungato il mercato tutelato di un anno (luglio 2019) rispetto alla scadenza. A quel tempo, il Governo Gentiloni aveva giustificato il rinvio come cautelativo.

Ad agosto 2018 è stata apportata una nuova modifica alla legge, voluta dal Governo Conte, che ha prorogato ancora di un anno (luglio 2020) la fine del mercato di tutela.

La chiusura di questa tipologia di mercato comporterà la piena liberalizzazione delle offerte luce e gas. In altre parole, l’Autorità non provvederà più alla definizione dei prezzi e delle condizioni economiche delle tariffe per la fornitura di energia elettrica e del gas, lasciando al cliente la possibilità di scegliere tra una più ampia gamma di costi e promozioni.

Questo avviene, in parte, già oggi: i clienti possono decidere se continuare a servirsi del mercato tutelato o passare al mercato libero, scelta quest’ultima, che stando ai dati raccolti dell’Autorità nel 2018, hanno fatto molti italiani.

I vantaggi

Il mercato libero, offre diversi vantaggi ai clienti che scelgono di sottoscrivere un’offerta, come avere tanti fornitori da poter scegliere: i consumatori possono agevolmente trovare la promozione che meglio possa adattarsi alle proprie esigenze. L’elevato numero di compagnie che popolano il mercato, numero che continua a crescere, ha portato i gestori a sviluppare politiche commerciali sempre più competitive e a proporre prezzi e condizioni economiche dall’ottimo rapporto qualità/prezzo. Inoltre, a differenza di quanto avviene nel mercato di tutela, i prezzi delle tariffe del servizio libero presentano spesso prezzi bloccati per 12 o 14 mesi: i costi, quindi, rimangono fissi per un determinato periodo di tempo cosicché il cliente può tenersi al sicuro dai rialzi del mercato elettrico.

Per quanto concerne le caratteristiche delle tariffe e promozioni, nel mercato libero, è possibile sottoscrivere contratti che prevedono diverse offerte dual fuel (tariffe che permettono di avere un unico gestore sia per il gas che per la luce).

Infine, il grande vantaggio del mercato libero è quello di avere un maggior rapporto forniture-consumatore, importante soprattutto per il controllo della privacy e per altri servizi inerenti alla gestione delle procedure tecniche e burocratiche.

Come passare a un’offerta del mercato libero

Ricordiamo innanzitutto che il passaggio al mercato libero è gratuito e non comporta interruzioni del servizio.

Certo è che, muoversi tra le tante offerte e scegliere quella che meglio si adatta al proprio profilo, non è facile.

Ecco perché utilizzare il comparatore online di tariffe di ComparaSemplice.it può rivelarsi un ottimo strumento: in pochi minuti e attraverso semplici passaggi otterrete una panoramica con le sole offerte che meglio possono soddisfarvi. Inoltre, potete rivolgervi a un consulente esperto del settore, tramite chat live, che vi accompagnerà dalle prime fasi della scelta dell’offerta alla sottoscrizione dle contratto.

Chi siamo

Più letti

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTVMutui e Prestiti
02 20011111

Newsletter - Informativa sulla privacy

La Newsletter di comparasemplice.it è pubblicata sul sito Internet istituzionale distribuita via e-mail – in automatico e gratuitamente – a quanti fanno richiesta di riceverla compilando il form presente in questa pagina.

I dati forniti saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al solo fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui lo stesso sarà attivo.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella possibilità da parte degli utenti interessati di ricevere di comunicazioni promozionali relative a prodotti e/o servizi di Cloud Care srl. o di terzi mediante impiego del telefono con operatore e/o anche mediante sistemi automatizzati (es. email, sms, fax mms, autorisponditori) e/o posta cartacea.

Il titolare del trattamento è CLOUD CARE SRL , con sede in Via Righi 27, Novara; PEC: cloudcare@legalmail.it.

I dati saranno trattati esclusivamente secondo le finalità di cui al punto 3 e punto 6 dell’informativa generale di Cloud Care srl presente sul sito www.comparasemplice.it.

Gli interessati hanno il diritto di ottenere da Cloud Care srl, nei casi previsti, l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. del Regolamento) inviando una email all’indirizzo cloudcare@legalmail.it.

CANCELLAZIONE DEL SERVIZIO
Si può richiedere in qualsiasi momento la cancellazione dal nostro database scrivendo all’indirizzo di posta elettronica: info@comparasemplice.it.