Condizionatore climatizzatore differenze: le info per scegliere cosa ti serve

di | 24-03-2020 | Energia
Condizionatore climatizzatore differenze: le info per scegliere cosa ti serve

Molto spesso consideriamo i termini condizionatore e climatizzatore quasi sinonimi, ma in realtà non è così: i due dispositivi presentano differenze ben definite che è bene conoscere quando si sta pensando di acquistarne uno per capire quale sia quello che fa meglio al caso proprio. Il primo ha una duplice funzione: è infatti in grado sia di raffreddare sia di riscaldare l’ambiente in cui viene posizionato attraverso una ventola; il secondo, invece, oltre a quanto è in grado di fare l’altro apparecchio risce anche a compiere altre operazioni utili quali la deumidificazione dell’aria e la regolazione della temperatura.


Sommario

Condizionatore climatizzatore differenze – A ognuno il suo dispositivo

Fare il possibile per ricreare un ambiente confortevole in cui vivere è fondamentale non solo in inverno attraverso il riscaldamento (clicca qui per utilizzarlo in modo efficiente, ma senza dimenticare di dare un occhio anche al proprio portafoglio), ma anche in estate, quando la temperatura esterna raggiunge livelli decisamente elevati e non si vede l’ora di avere un po’ di refrigerio. Il problema può essere comunque facilmente risolto attraverso strumenti quali condizionatore o climatizzatore, spesso ritenuti sinonimi ma che presentano in realtà alcune differenze ben definite. È bene quindi conoscere le potenzialità di ognuno per poter valuta controllare la temperatura dell’ambiente, il livello di circolazione e l’umidità nell’ariare quale sia in grado di soddisfare meglio le proprie esigenze.

Il condizionatore si rivela perfetto per chi ha la necessità di controllare la temperatura dell’ambiente, il livello di circolazione e l’umidità nell’aria. Il climatizzatore è invece in grado di svolgere le stesse funzionalità ma in modo autonomo. Ma non è finita qui: quest’ultimo può infatti rivelarsi provvidenziale anche durante il periodo più freddo dell’anno per riscaldare la casa: in questo caso viene definito “a pompa di calore”.

È meglio climatizzatore o condizionatore? – Guida all’acquisto

Se non si è ancora dotato la propria casa di un climatizzatore o di un condizionatore e si è ancora indecisi su quale sia meglio è opportuno avere le idee chiare su quali siano le esigenze di tutti per poter fare la propria scelta e non pentirsene successivamente.

In linea di massima, non si riscontrano grandi differenze a livello di prezzo tra i due tipi di apparecchi. A incidere sono soprattutto fattori importanti quali la potenza e la classe di efficienza energetica. In quest’ultimo caso può essere utile puntare su un modello almeno di tipo A++: pur avendo un costo solitamente maggiore si sarà ripagati successivamente con consumi minori che si rifletteranno sull’importo riportato sulla bolletta della luce. Anche le emissioni di CO2 saranno inferiori in modo da poter dare un contributo tangibile nei confronti dell’ambiente. Periodicamente vengono inoltre proposte anche una serie di detrazioni fiscali, che consentono di rendere ancora più basso l’investimento effettuato.

Non è così infrequente comunque confondere i due device. Spesso, infatti, anche nei negozi specializzati vengono quasi considerati univoci; sono gli addetti a indicare quale sia il più adatto dopo avere ascoltato le richieste del cliente.

È comunque fondamentale non essere precipitosi, ma valutare bene anche l’azienda produttrice a cui si decide di affidarsi in un’ottica di maggiore durata del prodotto nel corso del tempo. Uno strumento di buona qualità offre la possibilità di non effettuare frequentemente manutenzioni straordinarie che potrebbero rivelarsi esose sul piano economico.

In un’ottica di risparmio energetico, aspetto da non sottovalutare un po’ per tutti, sarebbe bene privilegiare un climatizzatore con inverter: in base alle stime indicate dalle aziende produttrici si può arrivare a un consumo ridotto anche del 75%. Un sistema di questo genere può inoltre essere utile durante tutto l’anno e non solo in estate quando abbiamo la necessità di rinfrescarci dalle temperature torride esterne: tra le funzioni di cui è dotato c’è anche quella di deumidificatore, ideale per estrarre l’umidità dall’aria e renderla più secca e meno sgradevole. A beneficiarne, oltre all’organismo è anche l’igiene: si prevengono così episodi sgradevoli quali la comparsa di muffe e funghi.

In alternativa, è bene tenere presente come siano disponibili sul mercato anche climatizzatori non dotati di inverter, ma che permettono di eseguire il filtraggio e la pulizia dell’aria, ideale per eliminare l’umidità, polveri, pollini e cattivi odori.

Il condizionatore – Quando utilizzarlo e funzioni

Il condizionatore si caratterizza per una duplice capacità: è infatti in grado sia di raffreddare sia di raffreddare l’ambiente in cui viene posizionato grazie al supporto di una ventola. In un dispositivo di questo tipo non è però possibile impostare una temperatura desiderata, mentre si può comunque regolare la velocità a seconda di come si preferisce.

A differenza del climatizzatore, non è inoltre possibile controllare l’umidità dell’aria, aspetto che può avere una rilevanza anche per il benessere di chi si trova nella stanza. Inevitabilmente, se si ha questa necessità è necessario ricorrere a un deumidificatore, disponibile sul mercato a poche decine di euro (clicca qui per conoscerne i consumi).

Sul mercato è possibile scegliere tra due differenti tipi di device:

  • condizionatore tradizionale (on-off)
  • condizionatori inverter

Il primo è più semplice: l’immissione dell’aria viene infatti regolata semplicemente dal pulsante on-off da utilizzare per accensione e spegnimento, senza ulteriori opzioni. Il secondo, invece, permette di regolare anche la potenza e può essere la risposta ideale anche in un’ottica di risparmio energetico. Il sistema è infatti in grado di individuare in modo autonomo la temperatura ideale; una volta raggiunta, rallenta la velocità e funziona al minimo, in modo tale da ridurre i consumi. In base alle stime indicate dalle aziende produttrici, ogni 8 ore di utilizzo è garantito un risparmio del 30% rispetto a un modello tradizionale.

Le variabili a disposizioni non sono finite qui. Si può infatti distinguere anche tra altri due generi di prodotti:

  • condizionatori monosplit
  • condizionatori dual split o multisplit

I primi hanno un’unica unità collegata a quella esterna. Si tratta di una soluzione ideale per chi ha la necessità di raffreddare un locale non di grandi dimensioni. Quando si avrà la necessità di eseguire la manutenzione (è necessario farlo periodicamente) anche tempi e costi saranno quindi inferiori. I secondi, invece due o più unità interne collegate ad una unità esterna. Sul piano estetico, in virtù di un apparato più ingombrante, possono non essere l’ideale, ma si rivelano più versatili e hanno costi minori in fase di installazione.

Il climatizzatore – Uno strumento ancora più ricco

Le caratteristiche in dotazione del condizionatore non mancano nemmeno nel climatizzatore, ma questo presenta potenzialità ancora più importanti che potrebbero spingere a preferirlo in fase di acquisto. Particolarmente utile potrà rivelarsi infatti la possibilità di deumidificare l’aria, oltre che di regolare la temperatura impostandola al livello desiderato.

La prima caratteristica si rivela perfetta soprattutto in estate, in modo particolare quando l’afa si fa particolarmente sentire e non si vede l’ora di avvertire un po’ di fresco non appena si fa ritorno tra le mura domestiche. A beneficiarne sarà tutto l’ambiente: i filtri di cui è dotato l’apparecchio permettono infatti anche eliminare i batteri e tutte le impurità presenti nell’aria.

Chi siamo

Più letti

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTVMutui e Prestiti

Newsletter - Informativa sulla privacy

La Newsletter di comparasemplice.it è pubblicata sul sito Internet istituzionale distribuita via e-mail – in automatico e gratuitamente – a quanti fanno richiesta di riceverla compilando il form presente in questa pagina.

I dati forniti saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al solo fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui lo stesso sarà attivo.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella possibilità da parte degli utenti interessati di ricevere di comunicazioni promozionali relative a prodotti e/o servizi di Cloud Care srl. o di terzi mediante impiego del telefono con operatore e/o anche mediante sistemi automatizzati (es. email, sms, fax mms, autorisponditori) e/o posta cartacea.

Il titolare del trattamento è CLOUD CARE SRL , con sede in Via Righi 27, Novara; PEC: cloudcare@legalmail.it.

I dati saranno trattati esclusivamente secondo le finalità di cui al punto 3 e punto 6 dell’informativa generale di Cloud Care srl presente sul sito www.comparasemplice.it.

Gli interessati hanno il diritto di ottenere da Cloud Care srl, nei casi previsti, l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. del Regolamento) inviando una email all’indirizzo cloudcare@legalmail.it.

CANCELLAZIONE DEL SERVIZIO
Si può richiedere in qualsiasi momento la cancellazione dal nostro database scrivendo all’indirizzo di posta elettronica: info@comparasemplice.it.