Contratto energia elettrica: 6 cose che devi fare per trovare il migliore

Contratto energia elettrica: 6 cose che devi fare per trovare il migliore
Il post ti è stato utile?
di | 26-02-2020 | Energia

Scegliere il contratto di energia elettrica che si reputa migliore per rispondere alle proprie esigenze è ora diventato più semplice. Grazie al mercato libero, che entrerà in vigore in via definitiva  a partire dal 1° gennaio 2022, ogni utente ha infatti la possibilità di vagliare le varie proposte disponibili e, sulla base delle proprie abitudini di consumo, sottoscrivere l’accordo con il fornitore che desidera. Tutto può avvenire senza vincoli: non è infatti previsto alcun onere a carico, nè periodi di disattivazioni dal servizio. Nel caso in cui l’opzione su cui si è deciso di puntare non dovesse rivelarsi più congeniale, nessun problema: anche in questo caso si potrà passare a un’altra compagnia senza nemmeno dover dare comunicazione di disdetta.


Sommario

Contratto energia elettrica – Puntare al risparmio è possibile

La liberalizzazione del mercato per l’energia elettrica ha introdotto importanti vantaggi per gli utenti. Ognuno, infatti, ha la possibilità di valutare quale sia la soluzione che ritiene più adatta a rispndere le proprie esigenze. L’autonomia riguarda non solo la tariffa ma anche il fornitore, con la garanzia di non subire aumenti per un periodo determinato di tempo nè di andare incontro a disagi. Non sono infatti previsti nè interventi sul contatore nè periodi in cui il servizio non sarà disponibile. Ecco quindi una serie di consigli utili per avere la garanzia di prendere la decisione migliore a beneficio del proprio bilancio familiare.

Analizza le abitudini di consumo

Il primo aspetto a cui si deve prestare attenzione quando si è alla ricerca delle tariffe energia elettrica più convenienti deve riguardare una presa di coscienza di come si agisce normalmente nell’utilizzo dell’elettricità. Normalmente, infatti, molti di noi, finiscono per avere momenti della giornata in cui si sfrutta l’energia. Questo può quindi indirizzarci al meglio sul tipo di tariffa più adatta, seguendo una distinzione semplice ma fondamentale tra tariffa monoraria o bioraria.

Nel primo caso l’energia ha un costo univoco in tutto l’arco della giornata. Nel secondo caso, invece, il prezzo diventa più vantaggioso durante la sera e il weekend. Tutti i fornitori al momento attivi sul mercato propongono tariffe con entrambe le versioni in modo tale da poter garantire una soluzione il più possibile su misura (clicca qui per sapere quali sono le fasce orarie che consentono di risparmiare). Per una casalinga, che solitamente non guarda particolarmente agli orari in cui effettua le varie faccende, si addice certamente un’offerta monoraria. Chi invece resta fuori casa diverse ore per lavoro ma anche per chi riesce a spostare la maggior parte dei consumi (almeno un 75%) nelle ore agevolate una proposta bioraria rappresenta la più vantaggiosa.

In caso di dubbi può essere utile consultare la bolletta per prendere visione del “Consumo annuo kWh, indicato in bolletta a sinistra della prima pagina dove è presente il riepilogo relativo ai dati della fornitura.

Confronta le tariffe disponibili

Il principio alla base del mercato libero è quello di consentire agli utenti di prendere visione delle varie proposte disponibili e di optare per quella che si ritiene più congeniale alle proprie esigenze. Il fattore preponderante che potrebbe condizionare la scelta potrebbe essere certamente il prezzo, ma non deve essere l’unico: è bene infatti valutare anche altri aspetti quali la modalità di pagamento, alcuni servizi aggiuntivi e il supporto da parte dell’azienda, che non deve mai mancare anche nel caso in cui dovessero verificarsi guasti.

Effettuare questa azione può essere molto semplice. Si possono scegliere due strade differenti: andare direttamente nei siti delle varie compagnie per poter visionare con attenzione tutte le condizioni contrattuali o, in alternativa, sfruttare i comparatori disponibili online che svolgono il compito nell’arco di pochi minuti.

Leggi la scheda di confrontabilità

Un altro elemento che spesso tende a essere trascurato, o di cui addirittura molti ignorano l’importanza, è la scheda di confrontabilità. Si tratta di un documento che deve essere inviato entro 10 giorni dalla sottoscrizione del contratto, insieme al contratto stesso e alla nota informativa. In caso di dubbio è comunque possibile prenderne visione in ogni momento sui siti dei vari fornitori.

Si tratta di un documento fondamentale per chi ha già effettuato il passaggio definitivo al mercato libero. Consultandolo si ha infatti la possibilità di verificare in modo chiaro quali siano le condizioni economiche delle varie offerte. E’ inoltre possibile eseguire un confronto tra la stima della spesa annua (escluse le imposte), calcolata tenendo presenti le tariffe applicate dall’offerta in esame, e una stima calcolata facendo ricorso a quelle della maggior tutela. Riuscire a capire quale sia davvero la proposta che presenta le caratteristiche più vantaggiose diventa così più semplice.

La normativa attualmente in vigore obbliga i fornitori, secondo quanto previsto dall’Autorità per l’energia elettrica il gas e il sistema idrico, a inviare sempre al cliente la scheda di confrontabilità e ad aggiornarla ogni tre mesi, il perido che porta alla modifica delle tariffe del servizio di maggior tutela. Questo è garanzia che tutto sia avvenuto con il massimo della trasparenza.

La convenienza delle tariffe web

Pur potendo contare su un’ampia varietà di fornitori e tariffe tra cui scegliere, le più vantaggiose risultano sempre quelle che prendono il nome di “offerte web”. Ogni azienda propone almeno una soluzione di questo tipo, che può essere apprezzata non solo per il prezzo più basso rispetto alle altre tariffe della stessa compagnia, ma anche per la praticità. L’utente che la attiva ha infatti la possibilità di tenere sotto controllo ogni aspetto della propria situazione personale direttamente online.

Basta registrarsi all’area clienti e creare un proprio profilo personale per poter tenere sempre sotto controllo, anche in mobilità tramite l’app, la propria fornitura. Unica condizione richiesta è quella di procedere al pagamento attraverso l’addebito diretto su conto corrente, un sistema ormai sempre più apprezzato per il suo automatismo e perché garantisce di saldare gli importi sempre in modo puntuale.

Pagamento con RID e bolletta online

Anche modalità di pagamento e di ricezione della fattura sono aspetti che possono influire sull’importo fatturato per l’energia di casa. Sono diversi, infatti, i fornitori che prevedono uno sconto aggiuntivo per chi sceglie di optare per il RID bancario, oltre che per la bolletta elettronica, il sistema ideale per dare il proprio contributo all’ambiente.

La bolletta elettronica viene infatti inviata senza alcun costo e in anticipo rispetto alla data di scadenza, in modo tale da poterla controllare con calma. La consultazione può così avvenire in ogni momento, oltre a poter ridurre il rischio di poter perdere il cartaceo (clicca qui per sapere per quanto tempo è necessario conservarli). L’utente ha inoltre la possibilità di archiviarla sul proprio PC in modo da poter avere uno storico della propria situazione e capire se si siano evoluti i consumi. In caso di cifre lievitate sarà così più semplice adottare alcuni accorgimenti per poter risparmiare (clicca qui per conoscere quali sono gli errori che spesso commettiamo ma che non ci permettono di ridurre le spese).

Cerca le promozioni del momento

Effettuare un confronto tra le tariffe disponibili è sempre particolarmente utile se si ritiene di spendere troppo per la propria fornitura, ma a volte si può fare di più. Molto spesso, infatti, ci sono compagnie che propongono soluzioni ancora più vantaggiose predisposte in modo specifico per i nuovi clienti e che consentono di usufruire di un prezzo ridotto anche per 12 o 24 mesi dal momento dell’attivazione del contratto.

Non mancano in diversi casi anche pacchetti speciali o bonus aggiuntivi se si decide di attivare luce e gas con la stessa azienda. Attenzione, però, massima al periodo di validità di queste agevolazioni per non pentirsi poi successivamente.

Chi siamo

Più letti

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTVMutui e Prestiti

Newsletter - Informativa sulla privacy

La Newsletter di comparasemplice.it è pubblicata sul sito Internet istituzionale distribuita via e-mail – in automatico e gratuitamente – a quanti fanno richiesta di riceverla compilando il form presente in questa pagina.

I dati forniti saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al solo fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui lo stesso sarà attivo.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella possibilità da parte degli utenti interessati di ricevere di comunicazioni promozionali relative a prodotti e/o servizi di Cloud Care srl. o di terzi mediante impiego del telefono con operatore e/o anche mediante sistemi automatizzati (es. email, sms, fax mms, autorisponditori) e/o posta cartacea.

Il titolare del trattamento è CLOUD CARE SRL , con sede in Via Righi 27, Novara; PEC: cloudcare@legalmail.it.

I dati saranno trattati esclusivamente secondo le finalità di cui al punto 3 e punto 6 dell’informativa generale di Cloud Care srl presente sul sito www.comparasemplice.it.

Gli interessati hanno il diritto di ottenere da Cloud Care srl, nei casi previsti, l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. del Regolamento) inviando una email all’indirizzo cloudcare@legalmail.it.

CANCELLAZIONE DEL SERVIZIO
Si può richiedere in qualsiasi momento la cancellazione dal nostro database scrivendo all’indirizzo di posta elettronica: info@comparasemplice.it.