I costi di commercializzazione delle offerte luce di giugno 2019

I costi di commercializzazione delle offerte luce di giugno 2019
5 (100%) 2 votes
di | 13-06-2019 | Edison, Enel, Energia, ENI, Illumia, Iren Mercato, Sorgenia

Quando si deve sottoscrivere una nuova offerta luce, l’occhio cade immediatamente su un prezzo evidenziato, che spesso si trova in grassetto: è il costo della componente materia prima energia, espresso in €/kWh.

Il costo della componente materia prima energia, però, non è l’unico fattore che contribuisce all’importo fatturato in bolletta.

A esso si addizionano diverse voci di costo tra cui alcune fissate direttamente dall’Autorità di Regolazione per l’Energia, Reti e Ambiente (ARERA) uguali per tutti i fornitori del mercato libero, e altre a discrezione del particolare gestore.

Tra quest’ultime, esiste una voce che non viene spesso nominata ma che, in alcuni casi, contribuisce a un notevole aumento del prezzo finale delle  fatture: si tratta del prezzo di commercializzazione (PCV).

Il prezzo di commercializzazione (PCV) deve essere versato da tutti i clienti, in qualsiasi regime di mercato essi si trovano, libero o tutelato. Nel mercato di maggior tutela il contributo è  fissato dall’Autorità, mentre nel mercato libero cambia da gestore a gestore.

Quanto influisce il costo di commercializzazione sul prezzo totale delle bollette del mercato libero, a giugno 2019? Scopriamolo insieme analizzando le condizioni economiche di alcune offerte proposte tra i maggiori fornitori luce del Paese.

Sommario

Il prezzo commercializzazione (PCV) di giugno 2019 nel mercato tutelato

Il prezzo di commercializzazione è la voce di costo che viene pagata dai clienti energia al fornitore luce scelto al momento della sottoscrizione di un contratto, a remunerazione dei costi sostenuti dai fornitori per svolgere attività di gestione commerciale dei clienti.

Nel mercato di maggior tutela il costo attualmente richiesto ai clienti domestici in bassa tensione con consumi annui pari a 2700kWh e una potenza impegnata pari a 3kW (cliente tipo definito dall’Autorità dell’Energia) è una componente fissa, attualmente pari a 65,384600€/anno, corretto dalla componente DISPbt di -17,3776€/anno. Il valore da pagare nella bolletta annuale è, dunque, di 48,007€.

La componente PCV nel mercato libero

Ogni qual volta si procede alla sottoscrizione di un’offerta luce online è buona regola valutare le condizioni economiche che in genere si trovano a fondo pagina. Ogni venditore è, infatti, obbligato a includere fra le proprie offerte, informazioni dettagliate e complete riguardo i prezzi dell’energia che determinano il costo finale che i consumatori dovranno assolvere dopo aver accettato le condizioni di vendita. Tra questi si trovano anche i costi di commercializzazione.

Costi di commercializzazione e vendita Enel per giugno 2019

Partiamo da Enel Energia l’azienda per la vendita dell’energia elettrica del gas naturale, direttamente controllata da Enel S.p.a la più grande azienda elettrica italiana.

Prendendo a titolo di esempio E-light, l’offerta digitale di Enel.

Alla componente energia va addizionata, tra gli altri costi, l’importo per la gestione commerciale dei clienti svolte dal fornitore uguale a 65,380000€/anno (circa 5,44€/mese). Come per il mercato tutelato, a questa cifra va detratta la componente fissa DISPbt di -17,3776€/anno, per un totale di 48,002€/anno (4€/mese).

Allo scadere del periodo di promozione dell’offerta, che nel caso di E-light è di 12 mesi, oltre al prezzo €/kWh della componente energia, Enel (avverte) che potrebbe modificarsi anche il prezzo di commercializzazione.

Per chi sceglie Enel i costi di commercializzazione, quindi, sono leggermente inferiori da quelli pagati da un cliente tipo nel mercato tutelato.

Costi di commercializzazione e vendita Eni gas e luce per giugno 2019

Continuiamo il confronto con Eni gas e luce, azienda italiana leader nel settore energetico, ottavo gruppo petrolifero mondiale nel 2018.

Anche in questo caso per capire quanto ammontano i costi di commercializzazione sulle offerte Eni gas e luce, prenderemo in esame una delle offerte di punta del panorama Eni: Link Basic, anch’essa offerta total digital dal prezzo bloccato per 12 mesi di fornitura del servizio.

Nelle condizioni economiche dell’offerta si trova una tabella in cui compare anche il costo previsto da Eni per la commercializzazione e vendita pari a 84,00€/anno (7,00€/mese), che diventa 66,6224€/anno (5,55€/mese) detraendo dal costo la componenete di dispacciamento.

Si tratta di un prezzo notevolmente più alto rispetto al prezzo stabilito dall’Autorità per il mercato tutelato.

PCV nelle offerte Iren, Illumia,  Edison e Sorgenia gigno 2019: quanto si spende al mese?

Passiamo a Iren luce gas e servizi, controllata da Iren S.p.a azienda leader in Italia nel settore del teleriscaldamento.

Prendendo in considerazione le condizioni economiche dell’offerta luce Iren Quick Web Luce, si legge che il cliente dovrà riconoscere al fornitore un importo commisurato al valore del corrispettivo di commercializzazione e vendita previsto nell’ambito del servizio di maggior tutela, oltre che, naturalmente il costo a consumo previsto dalla tariffa.

Il prezzo stabilito dall’Autorità 65,384600€/anno per i costi di commercializzazione, è stato mantenuto anche da Illumia per l’offerta Luce Web.

Al mese i clienti di Iren luce gas e servizi e Illumia, dunque, versano al fornitore circa 4 per i costi di commercializzazione e vendita delle tariffe luce, al netto della decurtazione della componente di dispacciamento.

Edison, al contrario, con Edison Best ha aumentato il costo di commercializzazione rispetto al prezzo dell’Autorità. Il prezzo PCV previsto è pari a 72,00€/anno (6€ al mese), dunque, 54,6224€/anno (4,55€/mese).

Sorgenia, uno dei principali operatori del mercato libero dell’energia elettrica e del gas con circa 200.000 clienti su tutto il territorio nazionale, per la sua Next Energy Luce applica una quota fissa per il servizio commerciale pari a 60,000000€/anno, quindi, 42,6224€/anno (3,55€/mese).

Consigli per scegliere l’offerta luce

Per scegliere la migliore offerta per l’energia elettrica per la propria fornitura domestica, è necessario prendere in considerazione e valutare le tante condizioni di costo che caratterizzano l’offerta, tra cui anche i costi di commercializzazione, che come abbiamo visto, in alcuni casai, possono incidere (e molto) sul prezzo finale delle fatture.

Con la liberalizzazione del mercato le tariffe sono tante e perdersi tra i meandri delle condizioni economiche è facile. Per questo i comparatori di offerte luce sono degli ottimi strumenti per restringere il campo di scelta. ComparaSemplice.it oltre a comparare, con i dati di consumo che il cliente fornisce, solo le offerte che possono garantire un vero risparmio, permette anche di contattare un consulente energia esperto del settore, direttamente in chat sul sito.

Chi siamo

Più letti

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTVMutui e Prestiti
02 20011111

Newsletter - Informativa sulla privacy

La Newsletter di comparasemplice.it è pubblicata sul sito Internet istituzionale distribuita via e-mail – in automatico e gratuitamente – a quanti fanno richiesta di riceverla compilando il form presente in questa pagina.

I dati forniti saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al solo fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui lo stesso sarà attivo.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella possibilità da parte degli utenti interessati di ricevere di comunicazioni promozionali relative a prodotti e/o servizi di Cloud Care srl. o di terzi mediante impiego del telefono con operatore e/o anche mediante sistemi automatizzati (es. email, sms, fax mms, autorisponditori) e/o posta cartacea.

Il titolare del trattamento è CLOUD CARE SRL , con sede in Via Righi 27, Novara; PEC: cloudcare@legalmail.it.

I dati saranno trattati esclusivamente secondo le finalità di cui al punto 3 e punto 6 dell’informativa generale di Cloud Care srl presente sul sito www.comparasemplice.it.

Gli interessati hanno il diritto di ottenere da Cloud Care srl, nei casi previsti, l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. del Regolamento) inviando una email all’indirizzo cloudcare@legalmail.it.

CANCELLAZIONE DEL SERVIZIO
Si può richiedere in qualsiasi momento la cancellazione dal nostro database scrivendo all’indirizzo di posta elettronica: info@comparasemplice.it.