Disdetta Gas Natural: come richiederla

Disdetta Gas Natural: come richiederla
3.7 (73.33%) 3 votes
di | 24-05-2017 | Energia, Gas, Gas Natural

disdetta gas naturalCome richiedere la disdetta per un contratto di Gas Natural? Cosa bisogna fare e qual è l’iter giusto da seguire?

Sottoscrivere un contratto con un fornitore di luce e gas è facilissimo. Spesso è sufficiente chiamare un numero verde o compilare un modulo di registrazione online e il gioco è fatto. Tempo qualche settimana e il nuovo contratto di fornitura gas è pronto.

La stessa cosa non si può dire della situazione inversa. Quando arriva il momento della disdetta, l’iter burocratico comincia a farsi complicato, il servizio clienti inizia a non rispondere più al telefono e le informazioni che ci vengono fornite sono contraddittorie. Inoltre, se non si tiene conto di tutte le condizioni e le tempistiche contenute nell’atto di sottoscrizione del contratto, il rischio è quello di finire in lunghe e noiose controversie se non addirittura – ma questo soltanto nei casi più complicati – nel mezzo di un procedimento legale.

Oggi vi spiegheremo come richiedere la disdetta Gas Natural, uno dei più recenti provider entrati nel mercato libero italiano della fornitura di energia elettrica e gas.

Disdetta Gas Natural: la procedura

La procedura per la disdetta Gas Natural che – in quanto regolata dalla legge, è la stessa per qualunque azienda fornitrice di energia elettrica e gas – cambia in base ai motivi per i quali si vuole recedere dal contratto. Sono infatti due le situazioni di fronte alle quali potreste trovarvi. La prima è il passaggio ad un altro operatore che offra tariffe luce e gas più convenienti, la seconda è l’interruzione definitiva della fornitura di luce e gas a causa di un trasloco oppure per via del decesso dell’intestatario del contratto.

In entrambi i casi ci sono tempistiche da rispettare che – come abbiamo detto – sono regolate dalla legge. Vediamo allora quale è la procedura corretta per richiedere la disdetta Gas Natural in tutte e due le circostanze.

1. Passaggio ad altro fornitore di luce e/o gas

Se volete disdire il contratto con Gas Natural perché avete trovato delle offerte luce e gas più vantaggiose e desiderate passare ad un altro operatore, in questo caso l’unica cosa a cui dovrete prestare attenzione è il rispetto delle tempistiche perché della pratica se ne occuperà direttamente l’azienda fornitrice di luce e gas con cui avete stipulato il nuovo contratto.

L’art. 4.1 della Delibera 302/2016/R/com del 9 giugno 2016 pubblicata dall’Autorità per l’energia elettrica, il gas e il sistema idrico, a questo proposito recita: “Nel caso di cambio venditore, il cliente finale, in occasione della conclusione del nuovo contratto di fornitura col venditore entrante, rilascia a quest’ultimo apposita procura a recedere, per suo conto e in suo nome, dal contratto col venditore uscente”.

Per quanto riguarda, invece, le tempistiche entro le quali effettuare la disdetta, gli art. 3.1 e 3.2 della stessa Delibera riportano: “Il cliente finale può esercitare il diritto di recesso, in qualsiasi momento, nel rispetto del termine di preavviso definito dal presente articolo. Nel caso in cui il diritto di recesso sia manifestato al fine di cambiare venditore, il venditore uscente deve ricevere la relativa comunicazione, […], entro e non oltre il giorno 10 (dieci) del mese precedente la data di cambio venditore, […]”.

In conclusione, nel caso in cui si passi ad un altro fornitore di luce e gas, la disdetta Gas Natural:

  1. può essere richiesta in qualsiasi momento;
  2. sarà il nuovo fornitore ad occuparsi della pratica di recesso:
  3. la comunicazione di disdetta va inviata a Gas Natural entro il giorno 10 del mese antecedente la data del cambio fornitore con un preavviso quindi di 3 settimane.

Nota: l’attivazione della nuova fornitura di luce e gas va eseguita entro 5 giorni lavorativi dalla data di ricezione della richiesta. Se l’attivazione della fornitura avviene oltre il tempo previsto, il cliente ha il diritto di ricevere un indennizzo il cui importo varia in base al ritardo nell’esecuzione dell’attivazione.

2. Chiusura della fornitura di luce e/o gas

Cosa succede, invece, se non dobbiamo passare ad un altro fornitore di luce e gas ma abbiamo bisogno semplicemente di chiudere il contratto di fornitura? In tal caso, la procedura per la disdetta sarà diversa perché ad occuparsi della pratica di recesso dovrete essere voi e non più l’azienda con cui avete stipulato il nuovo contratto.

L’art. 4.4 della Delibera 302/2016/R/com del 9 giugno 2016 pubblicata dall’Autorità per l’energia elettrica, il gas e il sistema idrico, a questo proposito scrive: “Nei casi diversi dal cambio venditore, il recesso è esercitato direttamente dal clinete finale”.

Per quanto riguarda, invece, i termini entro i quali è possibile effettuare la disdetta, senza incorrere in penali o controversie legali, l’art. 3.5 della Delibera del 9 giugno 2016 riporta: “Nel caso in cui il diritto di recesso sia manifestato senza il fine di cambiare venditore, ma ai fini della cessazione della fornitura, il termine di preavviso del diritto di recesso del cliente finale non potrà essere superiore a un mese ”.

In conclusione, nel caso in cui si debba procedere alla chiusura della fornitura di luce e gas senza passare ad altro operatore, la disdetta Gas Natural:

  1. può essere richiesta in qualsiasi momento;
  2. sarà il cliente stesso ad occuparsi della pratica di recesso;
  3. la comunicazione di disdetta va inviata a Gas Natural un mese prima della data della cessazione della fornitura. Fa fede la data di ricezione della comunicazione da parte di Gas Natural.

Modulo di disdetta Gas Natural

Come abbiamo spiegato, nel caso in cui vogliate cambiare operatore, ad occuparsi della pratica di disdetta Gas Natural è la nuova azienda fornitrice. Cosa succede però se il motivo del recesso dal contratto è dovuto alla chiusura della fornitura di luce e gas? In tal caso dovrete occuparvene voi personalmente. Passiamo quindi alla pratica e vediamo insieme come scaricare, compilare e spedire il modulo di disdetta Gas Natural.

Collegatevi al sito ufficiale di Gas Natural, posizionate il mouse sul menu Informazioni e Contatti e selezionate la voce Disattivazione. In questa pagina troverete due diversi moduli da scaricare e compilare: il Modulo Disattivazione Gas e il Modulo Disattivazione Energia Elettrica. Selezionate quello che vi interessa o entrambi se dovete disdire sia il contratto di fornitura gas che quello di energia elettrica e compilatelo inserendo i seguenti dati:

  1. il vostro codice cliente che è riportato sulla bolletta;
  2. il numero di matricola del contatore riportata anche questo sulla bolletta: il codice POD(per la luce) o il codice PDR (per la fornitura di gas)
  3. la lettura del contatore;
  4. l’indirizzo al quale volete farvi inviare la fattura relativa al conguaglio finale;
  5. il vostro numero di telefono.

Una volta compilato, il modulo va inviato a Gas Natural tramite posta oppure tramite fax:

– tramite raccomandata con ricevuta di ritorno all’indirizzo

Gas Natural Vendita Italia S.p.A.

Servizio Clienti

Casella Postale 134 – 75100 (Matera Centro)

– tramite fax al numero 080 21 42 234

Ricordate che anche l’azienda fornitrice ha tempistiche da rispettare. La richiesta di chiusura della fornitura di luce e gas va inviata dal venditore al distributore entro 2 giorni lavorativi e il distributore ha l’obbligo di disattivare la fornitura entro 5 giorni lavorativi dalla data di ricezione della richiesta. Se la disattivazione della fornitura avviene oltre il tempo previsto, il cliente ha il diritto di ricevere un indennizzo il cui importo varia in base al ritardo nell’esecuzione della disattivazione.

Costi della disdetta Gas Natural

In merito alle spese da sostenere in caso di disdetta, è bene sapere che il costo dell’operazione è pari a zero. Recita infatti l’art. 2.1 della Delibera 9 giugno 2016: “ Il diritto di recesso, esercitato nel termine di preavviso di cui al presente provvedimento, non può essere sottoposto a penali né a spese di chiusura. Eventuali clausole in tal senso si considerano non apposte”.

Valutate gratuitamente tutte le migliori offerte per la fornitura gas selezionate da ComparaSemplice.it e sceglete l’operatore che offre il servizio più conveniente per voi.

le migliori tariffe luce e gas a confronto

Articoli Correlati

Chi siamo

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTV