Maggior tutela A2A: cosa accade ai clienti con questo regime

Maggior tutela A2A: cosa accade ai clienti con questo regime
Il post ti è stato utile?
di | 05-09-2019 | Energia

Si avvicina, salvo ulteriori proroghe, la conclusione della maggior tutela per il mercato dell’energia, ma anche in questa fase i clienti di A2A Energia, fornitore attivo a Milano, Rozzano, Brescia città e in numerosi comuni della provincia non devono sentirsi soli: l’azienda opera infatti con il massimo della trasparenza e si impegna ad avvertire in anticipo delle eventuali modifiche alle condizioni tariffarie previste sulla base delle decisioni dell’ARERA. Gli utenti hanno comunque la possibilità di muoversi fin da ora per poter approfittare dei vantaggi del mercato libero, la soluzione migliore per chi desidera risparmiare sin da ora e poter usufruire di un prezzo bloccato per un periodo determinato di tempo. Questa rappresenta quindi la garanzia migliore per non ritrovarsi di fronte a brutte sorprese in bolletta.

Sommario

Maggior tutela A2A: cosa accade ai clienti

In attesa dell’entrata in vigore definitiva del mercato libero, i clienti che hanno ancora un contratto di maggior tutela attivo per l’energia e il gas con A2A hanno la possibilità di mantenerlo attivo senza alcuna modifica delle condizioni. Il cliente che dovesse optare per questa scelta non andrà comunque incontro a sanzioni di alcun tipo.

Per chi si trova in questa situazione il prezzo della componente energia viene stabilito dall’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (ARERA). Le caratteristiche economiche sono variabili e vengono aggiornate dall’Autorità ogni tre mesi: l’unico rischio a cui si può andare incontro è quello di potersi ritrovare frequentemente con condizioni modificate rispetto a quelle previste al momento dell’adesione, quindi con importi in bolletta difficilmente prevedibili.

Qualora si dovesse invece optare sin da ora per il passaggio al mercato libero e non ci si dovesse trovare bene si può stare tranquilli: è infatti possibile fare dietrofront in ogni momento, almeno fino a che l’abolizione della maggior tutela non diventerà definitiva.

L’utente che decide di fare ritorno alla maggior tutela deve semplicemente esercitare il diritto di recesso. Questa operazione deve avvenire secondo i termini stabiliti nell’accordo che è stato sottoscritto tra le parti.

Nel caso di A2A basta prendere contatto con il Servizio Clienti e comunicare la decisione: a questo punto l’azienda provvederà a inviare all’indirizzo del destinatario un modulo precompilato che dovrà essere rispedito debitamente firmato.

L’unico addebito richiesto è pari all’imposta di bollo e al deposito cauzionale, il cui importo è proporzionale alla potenza impegnata del contatore di energia elettrica e al consumo annuo di gas naturale. La cifra sarà aggiunta direttamente nella prima bolletta.

Il disagio arrecato sarà comunque decisamente ridotto: non è prevista infatti alcuna interruzione della fornitura.

A2A maggior tutela o mercato libero? Quali sono i vantaggi del passaggio

Salvo ulteriori proroghe, il mercato libero dovrebbe entrare in vigore in via definitiva a partire dal 1° luglio 2020 (clicca qui per conoscere quali sono le conseguenze a cui puoi andare incontro se non dovessi metterti in regola entro tale data), ma è già possibile sin da ora, per chi lo desiderasse, effettuare il passaggio e usufruire di importanti vantaggi. L’obiettivo principale che si vuole perseguire attraverso questa misura è quello di ridurre le spese.

Ogni utente ha la possibilità di scegliere liberamente il fornitore che preferisce per l’energia elettrica o il gas sulla base dell’offerta che ritiene sia non solo più conveniente sul piano economico, ma anche in grado di rispondere appieno alle proprie abitudini di consumo.

Gli aspetti positivi non sono finiti qui. Una volta terminata la fase in cui il prezzo viene bloccato dalla compagnia, sarà possibile, in caso di insoddisfazione, passare a un’altra compagnia senza alcun onere a carico del cliente. Anzi, sarà direttamente l’azienda a cui si decide di affidarsi a occuparsi in prima persona dell’operazione e a prendere contatto autonomamente con il fornitore con cui si vuole interrompere il rapporto.

Le tariffe disponibili nel mercato libero non prevedono aumenti per 12, 24 o 36 mesi a seconda di quella prescelta. Insomma, una soluzione ideale per non dover temere gli aumenti che inevitabilmente si verificano secondo le decisioni trimestrali dell’ARERA. A2A Energia ha predisposto anche bonus da accreditare direttamente in bolletta e servizi aggiuntivi interessanti per ogni cliente, oltre a pacchetti assistenza, concorsi a premi e prodotti ad hoc che possono servire ulteriormente a ridurre le spese. Non manca anche una particolare attenzione all’ambiente: l’energia che viene utilizzata è prodotta esclusivamente da fonti rinnovabili al 100%.

Al cliente sarà richiesto di dover sostenere solo una spesa relativa al deposito cauzionale all’apertura del contratto: l’importo viene stabilito in modo proporzionale alla potenza impegnata del tuo contatore di energia elettrica e al consumo annuo di gas naturale. Qualora si dovesse optare per l’addebito diretto su conto corrente come modalità di pagamento (clicca qui per conoscere tutti i vantaggi di questa scelta), la cifra sarà comunque restituita.

Maggior tutela A2A guida: modalità di contatto con l’azienda

Tra i punti di forza dell’offerta predisposta da A2A non ci sono solo le offerte convenienti, ma anche la trasparenza e soprattutto la possibilità di entrare in contatto con il Servizio Clienti per risolvere eventuali dubbi o problemi di ogni genere, guasi compresi, che possono sorgere durante la fornitura del servizio.

Per i clienti in maggior tutela che scelgono di comunicare via telefono sono due i numeri da tenere presente e da utilizzare in caso di necessità:

  • 800 894 598 per chiamate da rete fissa, completamente gratuito;
  • 02 45 405 649, per chi invece dovesse effettuare le proprie chiamate via cellulare, con costi che possono variare a seconda dell’operatore telefonico con cui si è sottoscritto il contratto.

Ogni dubbio sulla propria situazione personale può essere facilmente chiarito semplicemente consultando la bolletta. Sin dalla prima pagina viene indicato in modo immediato il mercato di cui si è clienti: Mercato Libero o Servizio di Maggior Tutela (per l’elettricità) o Servizio di Tutela (per il gas). Qui sono ovviamente presente anche tutte le condizioni relative alla propria fornitura, oltre a poter verificare se i consumi fatturati corrispondano con quanto indicato sul contatore.

Qualora ci si dovesse rendere conto dell’attivazione di un contratto eseguita contro la propria volontà, il cliente può inviare un reclamo scritto (anche in questo caso le indicazioni sono presenti in fattura). Se non ci dovesse essere risposta da parte dell’azienda entro 50 giorni si può avviare una procedura di conciliazione, senza alcun onere a proprio carico.

Chi siamo

Più letti

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTVMutui e Prestiti
02 20011111

Newsletter - Informativa sulla privacy

La Newsletter di comparasemplice.it è pubblicata sul sito Internet istituzionale distribuita via e-mail – in automatico e gratuitamente – a quanti fanno richiesta di riceverla compilando il form presente in questa pagina.

I dati forniti saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al solo fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui lo stesso sarà attivo.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella possibilità da parte degli utenti interessati di ricevere di comunicazioni promozionali relative a prodotti e/o servizi di Cloud Care srl. o di terzi mediante impiego del telefono con operatore e/o anche mediante sistemi automatizzati (es. email, sms, fax mms, autorisponditori) e/o posta cartacea.

Il titolare del trattamento è CLOUD CARE SRL , con sede in Via Righi 27, Novara; PEC: cloudcare@legalmail.it.

I dati saranno trattati esclusivamente secondo le finalità di cui al punto 3 e punto 6 dell’informativa generale di Cloud Care srl presente sul sito www.comparasemplice.it.

Gli interessati hanno il diritto di ottenere da Cloud Care srl, nei casi previsti, l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. del Regolamento) inviando una email all’indirizzo cloudcare@legalmail.it.

CANCELLAZIONE DEL SERVIZIO
Si può richiedere in qualsiasi momento la cancellazione dal nostro database scrivendo all’indirizzo di posta elettronica: info@comparasemplice.it.