Meglio GPL o metano per i consumi di casa? Ecco le differenze

Meglio GPL o metano per i consumi di casa? Ecco le differenze
Il post ti è stato utile?
di | 15-02-2017 | Energia, Gas

È meglio GPL o metano, per i consumi domestici? E qual è la differenza tra metano e GPL? Oggi ComparaSemplice vi spiega le differenze e le analogie tra questi due combustibili fossili che vengono generalmente utilizzati per riscaldamento degli ambienti, dell’acqua e per la cucina. In Italia, il metano è quello più utilizzato, sia nelle abitazioni sia nelle industrie, perché ha una rete di distribuzione più diffusa. Ma vediamo insieme tutti i dettagli.

Sommario

DIFFERENZA TRA METANO E GPL

Come vi abbiamo anticipato, gas metano e GPL sono due combustibili fossili impiegati per il riscaldamento dell’acqua, degli ambienti e per la cucina. Ma è meglio scegliere GPL o metano? Entrambi sono combustibili gassosi a pressione ambiente e sono prodotti fossili estratti da giacimenti con queste differenze: il metano (detto anche gas naturale) è un idrocarburo semplice (CH4) mentre il GPL è formato da diversi idrocarburi, in particolare da propano e butano.

La rete di distribuzione del metano è molto diffusa in Italia, infatti è il gas più utilizzato, mentre il GPL è utilizzato nelle zone non servite dalla distribuzione di metano e oggi conta oltre 7 milioni di famiglie che se ne servono. Ma qual è la vera differenza tra metano e GPL?

  • il metano è distribuito tramite una rete di distribuzione diffusa in tutto il territorio italiano, appunto: in pratica viene stoccato e poi trasportato fino alle utenze tramite metanodotti. Se si tratta di un’abitazione allacciata alla rete del metano, il gas arriva all’impianto allo stato gassoso e passa attraverso il contatore che così ne può misurare i consumi effettivi
  • il GPL, invece, viene trasportato sempre allo stato liquido e riesce ad arrivare in zone più difficili da raggiungere. Infatti, come vi abbiamo anticipato, il GPL solitamente è impiegato in quelle zone che non sono raggiunte dalla rete del gas metano Anche questo combustibile viene stoccato in dei serbatoi se è utilizzato per il riscaldamento: il serbatoio può essere affittato, preso in comodato d’uso oppure comprato

Per quanto riguarda il potere calorifico di metano e GPL, esso è molto simile: l’unità di massa, ovvero il calore sprigionato da 1 kg di combustibile, è analoga. Per darvi un’idea, il valore del potere calorifico inferiore del gas metano è di 12.000 kcal/kg e quello del GPL è di circa 11.500 kcal/kg (questo dipende anche dalla miscela composta).

MEGLIO GPL O METANO?

Vediamo adesso i vantaggi dei due combustibili e anche i loro contro per quanto concerne il loro uso per il riscaldamento domestico. È meglio l’impianto di riscaldamento GPLo metano?

Vantaggi del Metano

  • investimento iniziale a basso costo
  • alta praticità d’uso
  • prezzo del metano abbastanza ridotto
  • impianto di riscaldamento poco ingombrante limitato
  • combustione poco inquinante

L’unico vero svantaggio del riscaldamento a gas metano è che l’allaccio è possibile soltanto nelle zone che sono raggiunte dalla rete di distribuzione.

Vantaggi del GPL

  • investimento iniziale a basso costo
  • possibilità di prendere il serbatoio in comodato d’uso
  • elevata praticità d’uso
  • capacità del GPL di raggiungere qualsiasi zona, anche quelle più impervie
  • combustione del GPL poco inquinante

Gli svantaggi dell’impianto a GPL sono innanzitutto il prezzo elevato del combustibile rispetto al gas metano, e poi il fatto che necessiti di uno spazio adeguato per l’installazione di un serbatoio per lo stoccaggio.

GPL O METANO PER RISCALDAMENTO: QUALE CONVIENE

Dobbiamo considerare ancora un ultimo aspetto che riguarda nello specifico la convenienza o meno dei due combustibili per il riscaldamento domestico.

  • il gas metano è distribuito tramite la rete di distribuzione e ogni utente è libero di scegliere il fornitore più adatto alle proprie esigenze. Il mercato del metano è regolamentato dall’Autorità e l’utente paga nella sua bolletta gas il prezzo del metano e gli altri fattori dovuti al trasporto.
  • per il GPL l’utente deve installare un serbatoio e quando è necessario deve rifornirlo. Oggi in realtà è anche possibile installare, oltre al serbatoio, un contatore che permette all’utente di pagare soltanto il consumo di GPL effettivo.

Detto questo, è bene sapere che il prezzo del GPL varia in base al fornitore e al tipo di contratto scelto, più le variabili riguardanti la zona geografica e la quantità richiesta.

Il prezzo del metano, a parità di calore prodotto, è decisamente inferiore a quello del GPL.

Quindi è meglio il riscaldamento alimentato da GPL o metano? Possiamo concludere dicendo che il GPL è più conveniente in quelle zone dove non è possibile effettuare l’allaccio alla rete del gas metano perché:

  • si risparmia sulla spesa energetica, soprattutto su quella dei mesi invernali dove i consumi sono maggiori
  • è possibile scegliere il proprio fornitore fra i tanti presenti nel mercato libero 

Volete scoprire tutte le offerte gas presenti sul mercato? Andate su ComparaSemplice.it, confrontate tutte le tariffe e scegliete quella più conveniente per voi! Sul sito potrete attivare direttamente le offerte gas grazie all’aiuto dei nostri operatori, leggere le recensioni degli altri utenti e votare i fornitori!

 

0321.085995