Miglior contratto luce: 5 consigli per scegliere la tariffa più conveniente

Miglior contratto luce: 5 consigli per scegliere la tariffa più conveniente
5 (100%) 4 votes
di | 20-03-2018 | Come risparmiare, Energia

La scelta dell’offerta per la fornitura di energia elettrica per la casa, grazie ai comparatori online, è diventata piuttosto semplice. Le tariffe possono essere confrontate con pochi click e si ha subito l’evidenza della tariffa più conveniente. Ma è tutto qui?

Nel mercato libero dell’energia, le proposte sono tante e le caratteristiche di ciascuna fornitura possono non essere immediatamente chiare al consumatore. Per questo, abbiamo deciso di stilare un decalogo per la scelta del miglior contratto luce sulla base delle vostre esigenze.

Sommario

Conosci il tuo consumo

Sapere quanto si consuma in un anno è un’informazione fondamentale, per coloro che si apprestano a cambiare il contratto per la fornitura della luce di casa. È sulla base di tale informazione, infatti, che si potrà richiedere un preventivo di spesa mensile e procedere con il confronto delle tariffe.

Più la stima di consumo annuo sarà vicina alla realtà, più il costo medio preventivato sarà fedele al costo in bolletta.

Come calcolare il consumo medio annuo? Per la fortuna del consumatore, non c’è nessun calcolo da effettuare. Il consumo medio annuo di ciascuna utenza è indicato in bolletta. Basta, dunque, prendere l’ultima fattura dell’energia elettrica e leggere con attenzione quanto riportato.

Se la bolletta non è a portata di mano o se è la prima fornitura luce, il consumo medio annuo può essere facilmente dedotto in base al numero degli abitanti abituali della casa e agli elettrodomestici impiegati. Su ComparaSemplice.it è possibile effettuare questa stima utilizzando il modulo presente in questa pagina.

Scegli la tariffa più adatta: monoraria o bioraria

Spesso si opta per una tipologia tariffaria, senza aver troppo ragionato sui vantaggi dell’una o dell’altra. Eppure, la scelta del regime tariffario giusto è alla base della strategia per sottoscrivere il miglior contratto luce. Comprendere le differenze tra le due tipologie di tariffe luce è il punto di partenza:

  • Tariffa monoraria: è il contratto che meglio soddisfa, in termini di convenienza tariffaria, coloro che sono presenti in casa anche fuori dagli orari d’ufficio e vogliono utilizzare i grandi elettrodomestici indipendentemente dalle fasce orarie di consumo. Può essere la soluzione contrattuale migliore per studenti, pensionati, lavoratori part-time o per chi lavora da casa.
  • Tariffa bioraria: la tariffa bioraria (o multi-oraria) è la soluzione che permette di pagare meno per i prelievi effettuati fuori dalle ore di punta e nei giorni festivi. Si tratta dello stile di consumo tipico di chi lavora full time o, comunque, che rimane in casa per periodi limitati di tempo e fuori dagli orari d’ufficio.

Le bollette e gli strumenti online messi a disposizione dai fornitori di energia elettrica danno la possibilità di monitorare lo stile di consumo, per avere un’idea più dettagliata di quando si consuma energia elettrica in misura maggiore nell’arco della settimana.

Scegli il regime di prezzo più conveniente

Un elemento da valutare, in fase di scelta della fornitura luce, è il regime di prezzo. Molte offerte di energia vengono proposte con prezzo bloccato per uno o più anni, ma non è l’unica opzione presente sul mercato. Andiamo a vedere quali sono le tipologie di prezzo tra le quali è possibile scegliere.

Prezzo fisso:è un prezzo della componente energia invariabile per un periodo di tempo. Al termine di tale periodo, il fornitore propone al cliente una nuova tariffa che può essere accettata oppure si può scegliere di recedere dal contratto. Il prezzo bloccato viene spesso presentato, nell’ambito della promozione commerciale, come  un vantaggio. Ma il reale vantaggio di questo tipo di tariffa dipende dagli andamenti del mercato nazionale e internazionale dell’energia. Il reale vantaggio che può essere individuato fin da subito è quello della certezza del prezzo.

Prezzo variabile: è il prezzo indicizzato, che varia sulla base degli andamenti di mercato. Una scommessa che può aiutare a risparmiare sulla tariffa sottoscritta, come può portare le bollette alle stelle.

Prezzo misto: si tratta di un prezzo variabile con un tetto. Sono pochi fornitori a proporre un’offerta simile.

Taglie di prezzo: viene definita una cifra fissa, che corrisponde a un volume di kWh consumato prestabilito. Le variazioni sulla base di questo volume di consumo sono oggetto di conguagli a debito o a credito.

Sfrutta le promozioni

Il mercato libero dell’energia propone, il più delle volte con cicli mensili, un rinnovo delle offerte dei fornitori. Non mancano di certo le promozioni, che vanno dallo sconto una tantum in bolletta (o bonus), all’omaggio di servizi o prodotti accessori o d’utilità.

Bonus – Per quanto riguarda i bonus, il più delle volte si tratta di somme che vengono detratte nell’arco di un anno di fatturazione: un risparmio immediato che, però, non viene rinnovato al rinnovo del contratto.

Sconti fedeltà – La promozione fedeltà, invece, è una soluzione molto interessante che mira alla fidelizzazione del cliente. Con il passare degli anni, aumenta lo sconto sul prezzo della materia prima.

Prodotti o servizi accessori – Dalla caffettiera all’assicurazione sulla casa, passando per l’abbonamento annuale a un servizio di Pay Tv: ogni fornitore può proporre offerte abbinate o in omaggio, per rendere più competitiva la propria offerta.

Scegli l’online

Il miglior contratto luce è, soprattutto, quello che fa risparmiare. Per questo, la scelta della fornitura migliore deve passare anche per la valutazione delle opzioni che permettono di abbattere mensilmente i costi in bolletta o evitare d’immobilizzare inutilmente soldi. Per quest’ultimo caso, facciamo riferimento al deposito cauzionale, che può essere evitato optando per il pagamento tramite RID (addebito bancario) al posto del pagamento con bollettino postale (sempre meno diffuso).

La bolletta 2.0 è un’ulteriore ambito di risparmio. Per abbattere l’uso della carta e incentivare le comunicazioni elettroniche, è previsto uno sconto per coloro che scelgono la bolletta elettronica. Un’opzione che può essere richiesta in fase di sottoscrizione o anche in fase successiva.

La comparazione per il miglior contratto luce

Qual è la migliore offerta per l’energia elettrica del mese? Come confrontare i dettagli delle promozioni e capire qual è il contratto luce che conviene? ComparaSemplice.it può offrire tutte le risposte, grazie a un motore di confronto delle proposte dei più importanti operatori del mercato. Navigando nel sito è possibile ottenere tutte le informazioni necessarie per valutare e confrontare le tariffe e comprendere il mercato dell’energia elettrica. Inoltre, su ComparaSemplice.it, è possibile usufruire della consulenza e del supporto, gratuito e senza impegno, di esperti del settore. Basta chiamare il numero verde che trovate in questa pagina o aprire la chat presente nelle principali pagine del sito web.

Articoli Correlati

Chi siamo

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTV
0321.085995