Lavastoviglie: quanto ci costa e come risparmiare nell’utilizzo

di | 03-06-2020 | Come risparmiare, News Gas e Luce, Quanto consuma

Quanto consuma una lavastoviglie? Scopri come dimensioni, capacità e classe energetica di una lavastoviglie influiscono sui consumi [Aggiornato 2022]

Lavastoviglie: quanto ci costa e come risparmiare nell’utilizzo
Confronta

L’utilizzo degli elettrodomestici in casa è certamente pratico, ma diventa importante sfruttarli con oculatezza per evitare salassi . Quali sono i consumi legati all’utilizzo di una lavastoviglie? È possibile quantificarli e risparmiare? Oggi cercheremo di rispondere a queste domande e comprendere insieme quanto consuma la lavastoviglie e quanto può incidere sulla bolletta della luce. nella cifra che ci ritroviamo a dover pagare? Si tratta di un apparecchio presente ormai in ogni casa, ma che può avere un’influenza non da poco per il consumo di acqua e di elettricità che richiede. Massima attenzione quindi al modello scelto (se non soddisfatti di quello inserito nella cucina in fase di acquisto) si può optare per una soluzione differente), ma anche a dimensione e capacità.


Sommario

Consumo energetico lavastoviglie: quanta energia consuma una lavastoviglie?

Il consumo medio di una lavastoviglie è di 2,5 kWh per singolo lavaggio, valore che nei modelli più recenti ad alta efficienza energetica può scendere tra 0.7 e 1.2 kWh.

I consumi indicati fanno ovviamente riferimento ad un utilizzo standard: questo significa che utilizzando solo lavaggi brevi (30-45 minuti) e basse temperature (non superiore a 45-50°) potremmo facilmente abbattere i consumi a 0,5 kWh.

Se volessimo quindi quantificare i consumi di una lavastoviglie in termini monetari e quindi in spesa media in bolletta dovremmo applicare la seguente regola:

Consumi in KWh x costo della corrente (€/kWh) = spesa media in bolletta

Per fare un esempio pratico il costo in bolletta della lavastoviglie ipotizzando di fare solo lavaggi in modalità ECO e consumare 0,6 kWh a lavaggio ed avere una tariffa luce con prezzo di 0,22€/kWh  è di 0,13€ a lavaggio per la sola parte energia, a cui andranno aggiunto i costi per i consumi idrici.

Quanto consuma una lavastoviglie classe A?

Facendo ancora riferimento alle vecchie classi energetiche le differenze tra una lavastoviglie di classe A+++ e una di classe A sono di 0,31 kWh: la classe A+++ ha un consumo di 0,84 Kwh/ciclo; una classe A++ di 0,91 Kwh/ciclo,  una classe A+ 0,98 Kwh/ciclo; una lavastoviglie di classe A infine un consumo di 1,15 Kwh/ciclo.

Quanta energia consuma una lavastoviglie in un anno?

Ipotizzando di avere una lavastoviglie classe A con consumo annuo di 200 kWh , con il nostro costo energia di 0,22€ avremmo una spesa di 44€

La tabella della classe energetica delle lavastoviglie

Consumo lavastoviglie: come scegliere l’elettrodomestico perfetto

I fattori che si devono prendere in considerazione per avere un quadro il più possibile preciso sono diversi. In sintesi potremmo raggrupparli in:

  • classe energetica
  • capacità
  • dimensioni
  • tempi e modalità utilizzo

Il primo aspetto è certamente l’elemento primario da valutare: è consigliabile quindi puntare almeno su un device di tipo A  o B secondo la nuova classificazione delle classi energetiche, in grado di garantire consumi che possono talvolta essere di soli 54 kWh su 100 cicli utilizzando la modalità ECO. Pur avendo un costo di acquisto maggiore, i benefici saranno tangibili nel corso del tempo. Se a questo poi si affiancano lavaggi brevi o a basse temperature difficilmente si può arrivare a un consumi superiori a 1 kWh.

in evidenza
  • Fatturazione: Bimestrale

    Pagamento: Domiciliazione bancaria, Domiciliazione postale, Domiciliazione su carta di credito, Bollettino precompilato

  • Prezzo 91,91 €/mese
  • Consulenza

Informazioni su costi e opzioni dell'offerta

Fornitore: Eni Plenitude S.p.A. Società Benefit

  • Materia Energia 876,99 €
  • Trasporto e gestione del contatore 103,85 €
  • Oneri di sistema 0,00 €
  • Imposte di consumo 21,79 €
  • IVA 100,26 €
  • Trend Casa Luce è l'offerta luce di Eni Plenitude dedicata ai clienti domestici, che segue l'andamento del mercato. Con la sottoscrizione del listino "No Pensieri" il Cliente potrà acquistare alternativamente una polizza "No Pensieri impianti" o "No Pensieri RC danni".
I costi sono basati sul totale annuale delle bollette e rappresentano le singole voci nel dettaglio, per un consumo stimato di kWh.
  • Fatturazione: Bimestrale

    Pagamento: Domiciliazione bancaria, Domiciliazione postale, Domiciliazione su carta di credito, Bollettino precompilato

  • Prezzo 90,75 €/mese
  • Consulenza

Informazioni su costi e opzioni dell'offerta

Fornitore: Edison Energia

  • Materia Energia 864,34 €
  • Trasporto e gestione del contatore 103,85 €
  • Oneri di sistema 0,00 €
  • Imposte di consumo 21,79 €
  • IVA 99,01 €
  • Edison World Luce Plus è l'offerta che consente, a fronte di un contributo mensile, di ottenere il prezzo dell'energia all'ingrosso (PUN). Il contributo mensile sarà bloccato per 12 mesi, l'offerta è riservata ai Clienti finali titolari di punti di prelievo alimentati in bassa tensione (BT) per usi domestici. E' inoltre possibile personalizzare l'offerta scegliendo fra prodotti assicurativi e di risparmio energetico.
I costi sono basati sul totale annuale delle bollette e rappresentano le singole voci nel dettaglio, per un consumo stimato di kWh.
  • Fatturazione: Bimestrale

    Pagamento: Domiciliazione bancaria

  • Prezzo 94,19 €/mese
  • Consulenza

Informazioni su costi e opzioni dell'offerta

Fornitore: Illumia

  • Materia Energia 901,84 €
  • Trasporto e gestione del contatore 103,85 €
  • Oneri di sistema 0,00 €
  • Imposte di consumo 21,79 €
  • IVA 102,76 €
  • Luce Super Flex
I costi sono basati sul totale annuale delle bollette e rappresentano le singole voci nel dettaglio, per un consumo stimato di kWh.
  • Fatturazione: Bimestrale

    Pagamento: Domiciliazione bancaria

  • Prezzo 95,02 €/mese
  • Consulenza

Informazioni su costi e opzioni dell'offerta

Fornitore: Illumia

  • Materia Energia 910,97 €
  • Trasporto e gestione del contatore 103,85 €
  • Oneri di sistema 0,00 €
  • Imposte di consumo 21,79 €
  • IVA 103,66 €
  • Luce Easy Flex Web
I costi sono basati sul totale annuale delle bollette e rappresentano le singole voci nel dettaglio, per un consumo stimato di kWh.
  • Fatturazione: Bimestrale

    Pagamento: Domiciliazione bancaria, Domiciliazione postale, Domiciliazione su carta di credito, Bollettino precompilato

  • Prezzo 98,36 €/mese
  • Consulenza

Informazioni su costi e opzioni dell'offerta

Fornitore: Edison Energia

  • Materia Energia 972,34 €
  • Trasporto e gestione del contatore 103,85 €
  • Oneri di sistema 0,00 €
  • Imposte di consumo 21,79 €
  • IVA 107,31 €
  • Edison World Luce è l'offerta che consente, a fronte di un contributo mensile, di ottenere il prezzo dell'energia all'ingrosso (PUN). Il contributo mensile sarà bloccato per 12 mesi, l'offerta è riservata ai Clienti finali titolari di punti di prelievo alimentati in bassa tensione (BT) per usi domestici. E' inoltre possibile personalizzare l'offerta scegliendo fra prodotti assicurativi e di risparmio energetico.
I costi sono basati sul totale annuale delle bollette e rappresentano le singole voci nel dettaglio, per un consumo stimato di kWh.
  • Fatturazione: Bimestrale

    Pagamento: Domiciliazione bancaria, Domiciliazione postale, Bollettino precompilato, Bonifico

  • Prezzo 105,07 €/mese
  • Consulenza

Informazioni su costi e opzioni dell'offerta

Fornitore: Iren Mercato

  • Materia Energia 1050,52 €
  • Trasporto e gestione del contatore 103,85 €
  • Oneri di sistema 0,00 €
  • Imposte di consumo 21,79 €
  • IVA 114,62 €
  • IREN REVOLUTION LUCE VERDE VARIABILE
I costi sono basati sul totale annuale delle bollette e rappresentano le singole voci nel dettaglio, per un consumo stimato di kWh.
  • Fatturazione: Bimestrale

    Pagamento: Domiciliazione bancaria

  • Prezzo 109,38 €/mese
  • Consulenza

Informazioni su costi e opzioni dell'offerta

Fornitore: E.ON Energia S.p.A.

  • Materia Energia 1067,64 €
  • Trasporto e gestione del contatore 103,85 €
  • Oneri di sistema 0,00 €
  • Imposte di consumo 21,79 €
  • IVA 119,33 €
  • Offerta di energia elettrica per la casa con un prezzo della componente Energia valido per un anno e i vantaggi del web. Il prezzo comprende la "Garanzia d'origine" che attesta la produzione dell'energia elettrica in via esclusiva da impianti alimentati da fonti rinnovabili.
I costi sono basati sul totale annuale delle bollette e rappresentano le singole voci nel dettaglio, per un consumo stimato di kWh.
  • Fatturazione: Bimestrale

    Pagamento: Domiciliazione bancaria, Domiciliazione postale, Bollettino precompilato

  • Prezzo 172,05 €/mese
  • Consulenza

Informazioni su costi e opzioni dell'offerta

Fornitore: Enel Energia

  • Materia Energia 1751,28 €
  • Trasporto e gestione del contatore 103,85 €
  • Oneri di sistema 0,00 €
  • Imposte di consumo 21,79 €
  • IVA 187,69 €
  • L'offerta prevede un prezzo della componente energia fisso e invariabile per 24 mesi decorrenti dalla data di attivazione della fornitura. Su tale prezzo per i primi 24 mesi dalla data di attivazione della fornitura sarà applicato uno sconto pari al 30% sul prezzo di listino della componente energia; A partire dalla data di attivazione della fornitura e nell'arco dei 10 mesi successivi di ogni anno contrattuale, sarà possibile richiedere la variazione gratuita del piano scelto optando per uno degli altri piani indicati nelle Condizioni Tecnico Economiche attraverso le modalità previste. La validità dell’offerta non subirà delle modifiche e rimarrà fissa per 24 mesi a partire dalla data di attivazione della fornitura, a prescindere dalla data di richiesta di cambio piano. Il piano tariffario Senza Orari prevede un prezzo monorario della componente energia. L’adesione all’offerta richiede l’attivazione obbligatoria del servizio gratuito “Bolletta Web” che consiste nella ricezione delle fatture esclusivamente all’indirizzo di posta elettronica indicato dal Cliente. A seconda della modalità di adesione scelta dal cliente, Enel Energia si riserva la facoltà di rendere disponibile la presente offerta per alcuni processi di attivazione, dandone opportuna informazione al cliente. Per informazioni è possibile contattare il Servizio Clienti.
I costi sono basati sul totale annuale delle bollette e rappresentano le singole voci nel dettaglio, per un consumo stimato di kWh.

Quanto costa un lavaggio in lavastoviglie – Occhio anche al consumo idrico

E’ però bene ricordare come l’utilizzo di questo elettrodomestico finisca per avere un’influenza non solo sulla spesa per l’energia elettrica ma anche per l’acqua. Anche questo aspetto deve essere riportato sull’etichetta energetica lavastoviglie.

Per saperne di più sono due gli elementi da prendere in considerazione: capacità di carico e livello di evoluzione del dispositivo (determinanti sono filtraggio, sistema di erogazione e distribuzione). In genere gli apparecchi più moderni non portano a utilizzare più di 6 litri, mentre per quelli più datati si può arrivare addirittura a 45 litri.

Occhio inoltre anche al tipo di lavaggio che si decide di sfruttare: se si scelgono quelli più brevi si può arrivare a una riduzione del 45%. Ma anche in questo caso c’è una differenza evidente (mentre si è intenti nell’operazione quasi non ce ne accorgiamo) rispetto al lavaggio a mano: se si impiega almeno una mezz’ora si può arrivare addirittura a 50 litri (è necessario conteggiare il tempo necessario per far sì che l’acqua si riscaldi).

Lavaggio rapido e non solo: come risparmiare con la lavastoviglie

Anche per chi è dotato di un modello di lavastoviglie efficiente avere qualche accortezza nelle modalità di utilizzo potrà essere sempre piuttosto utile e potrà avere benefici importanti sulla bolletta energetica. Molto spesso si tende però a fare un errore e pensare che lavare i piatti a mano, soprattutto quando si è solo in due o tre in famiglia, possa essere più vantaggioso rispetto all’utilizzo della lavastoviglie. In realtà se questa si trova a pieno carico e si utilizza l’acqua calda, la quantità diventa più o meno sempre la stessa (clicca qui per conoscere quali sono gli errori che spesso commettiamo, anche inconsapevolmente, e che non ci permettono di risparmiare energia). Anzi, questo elettrodomestico, soprattutto se si tratta di una versione moderna, finisce per sfruttare una quantità di acqua inferiore.

Attraverso un uso più consapevole del dispositivo i vantaggi potranno essere notevoli. Ecco alcuni consigli:

  • Occhio alla funzione “ammollo”. Quando si ha poco tempo a disposizione si potrebbe decidere di effettuare un lavaggio anche per pochi piatti proprio perché ci consente di avere la cucina più in ordine. Se si compie questa scelta, però, sarebbe bene non sfruttare questa potenzialità proprio perché è quella che richiede una maggiore quantità di acqua. E’ poi altrettanto inutile provvedere all’asciugatura: questa può essere eseguita personalmente o lasciando lo sportello aperto per qualche minuto.
  • Attenzione al modello scelto. La lavastoviglie è ormai una presenza quasi costante nelle cucine da più di una ventina d’anni e non può che essere apprezzata per la praticità. Quelle più recenti rappresentano però la mossa più oculata in termini di risparmio perché sono più efficienti sul piano energetico. Per avere la garanzia che siano in grado di assicurare questo aspetto è quindi raccomandabile verificare l’etichetta energetica dove sono riportati gli elementi essenziali del device. Qui è solitamente presente una stima del consumo annuo, da prendere in considerazione per avere un’idea più precisa sui costi.
  • Controlla la temperatura. Un aspetto a cui si presta spesso poca attenzione è la temperatura utilizzata durante il lavaggio. In molti casi questa può essere impostata a priori: se si opta per un numero di gradi non troppo elevati si riuscirà anche a consumare meno.
  • Controlla i piatti. Lo sporco più difficile da togliere richiederà certamente una fatica (e una temperatura maggiori). Si potrebbe quindi provvedere, se possibile, a eliminare preventivamente le tracce più insidiose. Il prelavaggio dovrebbe però essere effettuato solo se strettamente necessario o se siano presenti segni di bruciato sulle stoviglie.
  • Praticità sì, ma anche oculatezza. Avere a disposizione una lavastoviglie consente importanti agevolazioni, soprattutto per chi ha una quotidianità particolarmente frenetica e poco tempo da dedicare alla cura della casa. Per chi non una famiglia numerosa sarebbe comunque opportuno sfruttare questo elettrodomestico solo se a pieno carico, quindi magari anche solo ogni due o tre giorni.

Lavastoviglie: un po’ di storia

Ormai da molti anni sono in tanti a non poter fare a meno della lavastoviglie, praticamente indispensabile soprattutto per le famiglie numerose. La sua invenzione si deve a una donna Josephine Cochrane. Era il 1886 quando ebbe l’idea di realizzare uno strumento meccanico che aiutasse a lavare le stoviglie: lei era infatti alla ricerca di uno strumento che la aiutasse nella gestione della casa visto che era abituata ad avere diversi amici e parenti a casa per cena. Tutto questo ha portato alla creazione da parte della donna di un’azienda che ancora oggi è una realtà solida nel suo settore: la KitchenAid.

L’evoluzione tecnologica ha ovviamente permesso a uno strumento così utile di diventare ancora più performante e di soddisfare molteplici esigenze.

 

Si invita il lettore a verificare che le eventuali offerte descritte nel post siano ancora attivabili

Compila il modulo!

Sarai contattato gratuitamente da un nostro operatore per una consulenza sulle migliori offerte

  • Servizio Gratuito Nessuna commissione
  • Nessun obbligo Nessun impegno
  • Le migliori offerte Prezzi bassi

Richiedi Proseguendo si accettano i Termini e le Condizioni del servizio

Newsletter - Informativa sulla privacy

La Newsletter di comparasemplice.it è pubblicata sul sito Internet istituzionale distribuita via e-mail – in automatico e gratuitamente – a quanti fanno richiesta di riceverla compilando il form presente in questa pagina.

I dati forniti saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al solo fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui lo stesso sarà attivo.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella possibilità da parte degli utenti interessati di ricevere di comunicazioni promozionali relative a prodotti e/o servizi di Cloud Care srl. o di terzi mediante impiego del telefono con operatore e/o anche mediante sistemi automatizzati (es. email, sms, fax mms, autorisponditori) e/o posta cartacea.

Il titolare del trattamento è CLOUD CARE SRL , con sede in Via Righi 27, Novara; PEC: cloudcare@legalmail.it.

I dati saranno trattati esclusivamente secondo le finalità di cui al punto 3 e punto 6 dell’informativa generale di Cloud Care srl presente sul sito www.comparasemplice.it.

Gli interessati hanno il diritto di ottenere da Cloud Care srl, nei casi previsti, l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. del Regolamento) inviando una email all’indirizzo cloudcare@legalmail.it.

CANCELLAZIONE DEL SERVIZIO
Si può richiedere in qualsiasi momento la cancellazione dal nostro database scrivendo all’indirizzo di posta elettronica: info@comparasemplice.it.