Qual è il potere calorifico pellet? Tutto ciò che dovete sapere

Qual è il potere calorifico pellet? Tutto ciò che dovete sapere
4 (80%) 1 vote
di | 09-02-2017 | Energia, Gas

Se utilizzate il pellet per il riscaldamento domestico, dovete sapere che il potere calorifico pellet è indicato con la sigla kWh/kg e che, su ogni pacco di combustibile, deve essere obbligatoriamente indicato, insieme al tasso di umidità. Ecco qual è il potere calorifico pellet e il suo valore in base a tipologia di legno e umidità.

CHE COS’È IL PELLET

Il pellet è un combustibile di origine legnosa prodotto dagli scarti della lavorazione del legno: in pratica, segatura e trucioli sono sottoposti a un processo di compressione, che li trasforma in una forma cilindrica, ed essiccazione.

Si tratta di un combustibile naturale ed ecologico che favorisce il risparmio energetico e consente un alto potere calorifico; l’importante è che la materia prima non contenga composti chimici che bruciando possono essere nocivi.

RISCALDAMENTO A PELLET

Il pellet è considerato un biocombustibile compatto con valori di emissione molto bassi e, essendo un prodotto rispettoso dell’ambiente e a favore del risparmio energia, è sempre più impiegato nel riscaldamento domestico di abitazioni e condomini e in quello di edifici commerciali, tramite l’utilizzo di una caldaia o stufa a pellet.

POTERE CALORIFICO PELLET

M veniamo al dunque: qual è il potere calorifico pellet? Innanzitutto dovete sapere che il potere calorifico è la quantità di calore prodotta dalla combustione di un’unità di una sostanza combustibile e viene misurato in MJ/kg (Megajoule per kg), in kWh/kg (Kilowattora per kg) oppure in Kcal/kg (Chilocaloria per kg).

Il potere calorifico pellet solitamente è indicato con i kWh/kg e, per fare un esempio, se un certo tipo di pellet ha un potere calorifico pari a 12,2 MJ/kg, quindi a 3,4 kWh/kg, significa che, bruciando un chilogrammo di combustibile, vengono prodotti in forma di calore 12,2 MJ (ovvero 3,4 kWh) di energia.

Maggiore è il valore indicato con la sigla kWh/kg, maggiore è il potere calorifico. Ma qual è il potere calorifico di questo combustibile? Il valore dipende dalla tipologia di pellet e dall’umidità.

Tipologie di pellet

Esistono vari tipi di pellet, il cui valore del potere calorifico si aggira intorno alle 4600-5400 Kcal/kg. Generalmente, a parità di umidità, il potere calorifico varia molto poco nei diversi tipo, ma i legni dolci hanno valori inferiori rispetto ai legni duri. Ecco il potere calorifico dei vari tipi di pellet:

  • quercia: 4548 Kcal/Kg
  • pino: 4557 Kcal/Kg
  • abete: 4588 Kcal/Kg
  • faggio: 4578 Kcal/Kg
  • frassino: 4660 Kcal/Kg
  • betulla: 4800 Kcal/Kg
  • castagno: 4731 Kcal/Kg

Per la produzione di calore di solito vengono utilizzati l’abete, il pino, il rovere e il faggio.

Tasso di umidità

Per umidità si intende la quantità di acqua presente nel legno, che riduce il potere calorifico del pellet e, quindi, la sua capacità di combustione. A cosa serve quindi sapere l’umidità del pellet? Se avete un riscaldamento a pellet e volete che il potere calorifico si mantenga stabile è importante che il tasso di umidità non superi il 10-12% e che non si abbassi al di sotto dell’8%, in modo che i cilindri di pellet non si sbriciolino.

Come vi abbiamo spiegato, su ogni confezione di pellet deve essere indicato sia il valore del potere calorifico sia il tasso di umidità perché sono questi due elementi a determinarne il livello di qualità.

Volete scoprire tutte le offerte gas più vantaggiose del mercato? Andate su ComparaSemplice.it, il comparatore di tariffe online completamente gratuito che vi aiuta a trovare l’offerta gas più adatta alle vostre esigenze e a risparmiare fino a 250 euro sulla bolletta gas! Su ComparaSemplice potete anche votare i fornitori e richiedere l’assistenza di un operatore esperto contattandolo tramite chat, e-mail o al numero di telefono 800.709993!

le migliori tariffe luce e gas a confronto

0321.085995