Quali sono i distributori di energia elettrica in Italia: il loro ruolo

di | 19-08-2020 | Energia

Ti sei mai chiesto quali siano i distributori di energia elettrica in Italia e quanto siano importanti per garantire il servizio che utilizziamo quotidianamente? Tutti noi, infatti, abbiamo un contratto attivo con una compagnia fornitrice, ma a far sì che la corrente possa raggiungere ogni utenza sono proprio i distributori. Senza di loro molte delle azioni che compiamo quotidianamente sarebbero impossibili. Dal momento in cui il mercato è stato liberalizzato (la maggior tutela, cesserà di esistere, come deciso dal governo recentemente a fine 2021), è stata infatti realizzata una netta distinzione tra le attività di vendita e di gestione della rete.


Sommario

Quali sono i distributori di energia elettrica in Italia – La differenza tra distributore e fornitore

Ormai da qualche tempo abbiamo imparato come sia possibile usufruire dei vantaggi previsti dal mercato libero, che consentono di scegliere non solo la tariffa, ma anche il fornitore con cui sottoscrivere il contratto. In caso di insoddisfazione cambiare compagnia è davvero semplicissimo: non sono previsti infatti periodi di disattivazione dal servizio, né interventi sul contatore, ma soprattutto si può agire in modo assolutamente gratuito.

Spesso, però, tendiamo a dimenticare come non sia la società con cui abbiamo sottoscritto il contratto a fornirci il servizio, bensì il distributore. La distinzione tra i due aspetti per quanto riguarda l’energia elettrica risale al 2007, anno in cui è avvenuta proprio la liberalizzazione del mercato. Questa situazione ha permesso così a molteplici fornitori di predisporre una loro proposta, consentono così ai clienti di poter contare su un ventaglio maggiore di soluzioni. Il passaggio definitivo, come deciso recentemente dal governo che ha optato per una proroga per consentire a tutti di mettersi in regola, è previsto a partire dal 1° gennaio 2022; proprio per questo motivo in questa fase di transizione non mancano soluzioni adatte anche a chi si trova ancora con il regime di maggior tutela.

A garantire che il servizio possa essere definitivamente disponibile tra le mura domestiche è proprio il distributore. Il fornitore è invece considerato l’ente incaricato della vendita dell’energia con cui il cliente stipula un contratto per avere luce o gas. In questo quadro generale dobbiamo poi considerare anche il gestore, che ha il compito di occuparsi del trasporto dell’energia a grande distanza.

Quali sono i distributori di energia elettrica in Italia – Perché sono importanti

L’energia elettrica è certamente un servizio fondamentale in ogni abitazione per l’utilizzo dei numerosi  elettrodomestici presenti (occhio alla classe energetica degli apparecchi se si desidera ridurre i costi in bolletta). Quasi quotidianamente, infatti, utilizziamo apparecchi quali lavastoviglie e lavatrice, ma senza dimenticare elementi quali la televisione e il computer, oltre ovviamente al frigorifero che, a differenza degli altri, resta acceso 24 ore su 24. Se gli apparecchi sono ormai datati potrebbe quindi essere utile sostituirli con modelli più efficienti in un’ottica di risparmio.

La corrente arriva però nelle nostre case grazie al distributore, che è univoco sulla base della zona, mentre il ognuno ha la possibilità di scegliere il fornitore che preferisce (è l’azienda con cui si stipula il contratto).

Il ruolo dei distributori non deve quindi essere sottovalutato. Sono loro, infatti, a occuparsi della distribuzione dell’energia presso le case o altri tipi di locali, sia pubblici che privati, oltre a essere proprietari dei contatori, i dispositivi che consentono di misurare i consumi. Il trasporto dell’energia elettrica può avvenire grazie alle reti installate sul territorio, che consentono che l’energia segua un percorso che va dal punto di distribuzione fino all’utenza finale.

Il compito del distributore è quindi davvero cruciale; senza di lui non avremmo la possibilità di utilizzare il servizio. Ma non si limita a questo. Nel caso in cui dovessero esserci guasti alla linea è infatti proprio il distributore a mandare i suoi tecnici sul posto per valutare la situazione ed effettuare l’intervento; oltre a dover gestire eventuali problemi riscontrati sul contatore, essendo di sua proprietà. Sempre al distributore ci si deve rivolgere per effettuare un nuovo allaccio della linea (fatto questo, si potrà valutare a quale fornitore aderire), oltre che per la lettura dei consumi.

Nel momento in cui è stata effettuata la distinzione tra fornitore e distributore l’ARERA (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambienti) ha voluto disquisire ulteriormente sulla questione e ha portato alla necessità di creare due differenti marchi da parte delle aziende che hanno il compito non solo di fornire, ma anche di distribuire il servizio. Emblematico è quanto accaduto con Enel, in grado di svolgere il duplice compito. Oltre a poter sottoscrivere un contratto, Enel distribuisce anche l’energia attraverso la sua società denominata E-Distribuzione, conosciuta precedentemente con il nome di Enel-Distribuzione (a usufruire di questo sono il 90% dei residenti nella nostra Penisola).

Elenco distributori energia elettrica – Ecco i più importanti

Ai fini di quanto paghiamo in bolletta il ruolo del distributore non è rilevante mentre, come detto, lo è per far sì che l’energia arrivi effettivamente nelle nostre case (tutto dipende dalla zona di residenza – non è previsto alcun cambiamento nemmeno nel caso in cui si dovesse passare a un altro fornitore). In caso di dubbio è comunque possibile rintracciare entrambe le informazioni direttamente in bolletta.

Questi sono i principali distributori attivi nel Paese:

  • E-Distribuzione (ex Enel-Distribuzione): è la società del gruppo Enel che si occupa della distribuzione dell’energia. È la realtà del settore più importante nella Penisola visto che sono circa il 90% i nostri connazionali che ne usufruiscono;
  • Unareti (ex A2A Reti Elettriche Spa): integra le società controllate al 100% da A2A che operano nel settore della distribuzione di gas ed elettricità. Si tratta della realtà a cui fanno riferimento i residenti delle zone di Milano e Brescia, a cui si aggiungono altri 59comuni, distribuiti nell’hinterland milanese e nelle zone del Lago di Garda e della Valsabbia;
  • Areti (ex Acea Distribuzione): si occupa della distribuzione dell’elettricità soprattutto a Roma e dintorni e in gran parte del Lazio;
  • Ireti: è la società di distribuzione del gruppo Iren, che si occupa non solo dell’energia elettrica, ma anche del gas e dell’acqua;
  • Inrete Distribuzione Energia SPA: si occupa della distribuzione del gas naturale e dell’energia elettrica principalmente nell’ambito dell’Emilia Romagna con la distribuzione di gas in 137 Comuni, a cui si aggiungono 3 in Toscana, e di energia elettrica in 29 Comuni.

Di seguito, una tabella che illustra, in termini di GWh serviti e punti di prelievo gestiti, i principali distributori di energia elettrica operanti in italia.

Fonte: Arera

Distributore o fornitore? Ecco quando è necessario contattarli:

Nella tabella che segue, alcune situazioni che possono verificarsi in casa, con l’indicazione di chi possa essere l’interlocutore competente tra distributore e fornitore.

AzioneDistributore o fornitore?
Guasto al contatoreFornitore – Il numero di contatto si trova in bolletta
Guasto o problemi alla linea elettricaDistributore
Attivare un’utenza cessata (subentro)Fornitore, per effettuare un’operazione di subentro
La potenza del contatore è insufficiente e deve essere cambiataFornitore con cui c’è un contratto in essere
Installare un nuovo contatoreDistributore per effettuare l’allaccio, se si deve effettuare l’attivazione direttamente al fornitore

 

Chi siamo

Più letti

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTVMutui e Prestiti

Newsletter - Informativa sulla privacy

La Newsletter di comparasemplice.it è pubblicata sul sito Internet istituzionale distribuita via e-mail – in automatico e gratuitamente – a quanti fanno richiesta di riceverla compilando il form presente in questa pagina.

I dati forniti saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al solo fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui lo stesso sarà attivo.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella possibilità da parte degli utenti interessati di ricevere di comunicazioni promozionali relative a prodotti e/o servizi di Cloud Care srl. o di terzi mediante impiego del telefono con operatore e/o anche mediante sistemi automatizzati (es. email, sms, fax mms, autorisponditori) e/o posta cartacea.

Il titolare del trattamento è CLOUD CARE SRL , con sede in Via Righi 27, Novara; PEC: cloudcare@legalmail.it.

I dati saranno trattati esclusivamente secondo le finalità di cui al punto 3 e punto 6 dell’informativa generale di Cloud Care srl presente sul sito www.comparasemplice.it.

Gli interessati hanno il diritto di ottenere da Cloud Care srl, nei casi previsti, l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. del Regolamento) inviando una email all’indirizzo cloudcare@legalmail.it.

CANCELLAZIONE DEL SERVIZIO
Si può richiedere in qualsiasi momento la cancellazione dal nostro database scrivendo all’indirizzo di posta elettronica: info@comparasemplice.it.