Quando spegnere il riscaldamento 2022: le date zona per zona

di | 31-03-2022 | News Gas e Luce, Notizie Gas

Come ogni anno c'è un periodo ben preciso in cui è necessario provvedere allo spegnimento del riscaldamento: la regola è fondamentale soprattutto ora che i prezzi sono lievitati.

Quando spegnere il riscaldamento 2022: le date zona per zona
Confronta

La primavera è ormai arrivata e porterà con sè un aumento graduale delle temperature un po’ in tutta Italia. Questo, inevitabilmente, non richiederà più la necessità di riscaldare la propria abitazione, con un sollievo importante per le tasche degli italiani, molti dei quali sono già stremati dagli aumenti che hanno riguardato diversi settori. Come accade ogni anno in questo periodo è importante sapere quando spegnere il riscaldamento 2022, che prevede date ben precise a seconda della zona. Molti hanno già deciso in realtà di correre ai ripari e di ridurre il suo utilizzo a causa del rialzo della materia prima che è stato deciso da tutti i fornitori.

Sommario


Quando si spengono i riscaldamenti nel 2022 in Italia? Le regole da seguire

È arrivato il momento della fine della stagione termica, quel periodo in cui ogni anno è possibile tenere acceso il riscaldamento all’interno della propria abitazione e negli uffici in modo tale da raggiungere una temperatura ottimale. A seconda dell’area in cui si vive la tempistica può essere diversa in modo tale da ridurre il più possibile i disagi per chi si trova nelle mura domestiche.

L’OMS (Organizzazione Mondiale dela Sanità) ha stabilito una regola ad hoc per cercare di soddisfare una duplice esigenza: non solo rendere accogliente l’atmosfera in un’abitazione, ma allo stesso tempo rispettare l’ambiente che ci circonda, obiettivo ormai diventato indispensabile in ogni ambito. In linea di massima, sulla base di quanto stabilito si dovrebbe fare in modo di non superare i 20°C in ogni ambiente, temperatura ritenuta idonea per ricreare un ambiente piacevole. Qualora le condizioni atmosferiche esterne lo dovessero rendere necessario, soprattutto nel clou dell’inverno e nelle aree montane della nostra Penisola, è comunque consentita una tolleranza in eccesso o in difetto di 2°C. Si può così arrivare a toccare quota 18°C o 22°C.

Il consiglio da seguire in questi casi è quello di evitare che lo sbalzo tra interno ed esterno sia troppo forte per fare in modo che questo non possa provocare danni al nostro fisico a lungo termine. La raccomandazione dovrebbe essere seguita anche in estate, in modo particolare quando il livello di umidità diventa troppo elevato.

Ls stagione termica per convenzione parte il 15 ottobre e si conclude il 15 aprile, ma possono esserci variazioni a seconda della zona climatica delle regioni. Quest’anno il rispetto della norma in vigore è diventato ancora più importante a causa del conflitto russo-ucraino attualmente in corso, che sta avendo ripercussioni sul piano economico anche per il nostro Paese. Il prezzo delle materie prime, e del gas in modo particolare, è infatti aumentato in modo esponenziale nell’arco di pochi giorni.

Se si vogliono evitare sprechi nei consumi sarebbe opportuno di installare all’interno di ogni abitazione un termostato, un dispositivo in grado di regolare accensione e riscaldamento dei termosifoni.

Quando spegnere il riscaldamento 2022: tutte le date zona per zona

Ecco tutte le indicazioni su quando smettere di utilizzare il riscaldamento a seconda della zona in cui si vive. Il nostro Paese è stato suddiviso in varie zone climatiche tenendo in considerazione le temperature che solitamente si registrano nel corso dell’anno:

Zona ClimaticaRegioniData
Zona AZona Sud-Orientale e IsoleFino al 15 marzo 2022 per sei ore al giorno
Zona BZona Tirrenica (Agrigento; Catania; Crotone; Messina; Palermo; Reggio Calabria; Siracusa; Trapani)Fino al 31 marzo 2022 per otto ore al giorno
Zona CZona Adriatica-Settentrionale (province di Imperia; Latina; Bari; Benevento; Brindisi; Cagliari; Caserta; Catanzaro; Cosenza; Lecce; Napoli; Oristano; Ragusa; Salerno; Sassari; Taranto).Fino al 31 marzo 2022 per 10 ore al giorno
Zona DZona Appenninica (Genova; La Spezia; Savona; Forlì; Ancona; Ascoli Piceno; Firenze; Grosseto; Livorno; Lucca; Macerata; Massa C.; Pesaro; Pisa; Pistoia; Prato; Roma; Siena; Terni; Viterbo; Avellino; Caltanissetta; Chieti; Foggia; Isernia; Matera; Nuoro; Pescara; Teramo; Vibo Valentia).Fino al 15 aprile 2022 per 12 ore al giorno
Zona EZona Padana (province di Alessandria; Aosta; Asti; Bergamo; Biella; Brescia; Como; Cremona; Lecco; Lodi; Milano; Novara; Padova; Pavia; Sondrio; Torino; Varese; Verbania; Vercelli; Bologna; Bolzano; Ferrara; Gorizia; Modena; Parma; Piacenza; Pordenone; Ravenna; Reggio Emilia; Rimini; Rovigo; Treviso; Trieste; Udine; Venezia; Verona; Vicenza; Arezzo; Perugia; Frosinone; Rieti; Campobasso; Enna; L’Aquila e Potenza).Fino al 14 aprile 2022 per 14 ore al giorno
Zona FZona Alpina (province di Cuneo, Belluno e Trento)Non ci sono limitazioni

Riscaldare casa senza termosifoni è possibile? Ecco come fare

Qualora le temperature dovessero risultare ancora rigide una volta superata la data prestabilita nella propria zona di residenza, è comunque possibile adottare qualche accortezza per evitare di avvertire freddo quando ci si trova trale mura domestiche.

Molti hanno deciso di inserire in casa una stufa a pellet (scopri qual è il valore calorifico del pellet), che può essere azionata in caso di necessità. Questa è apprezzabile anche per la sua sostenibilità, oltre che per l’impossibilità di rilasciare fumo all’esterno. I pellet, infatti, sono il prodotto di scarto della lavorazione industriale del legno.

Altrettanto utile allo scopo può essere un condizionatore, che permette di riscaldare i locali in inverno, ma allo stesso tempo di tenerli freschi in estate con un unico dispositivo.

Se si vuole inoltre una soluzione che possa durare nel tempo si deve puntare sull’isolamento. Lo scopo può essere raggiunto grazie a quello che viene definito “cappotto termico“. Questo non è altro che un sistema di isolaemento realizzato cin un particolare tipo di intonaco installato sull’edificio. Si tratta di un sistema adatto per chi desidera riqualificare una struttura già esistente e renderla così più moderna, in modo tale da evitare dispersioni di ogni tipo nel corso di tutto l’anno. A questo si può poi affiancare la sostituzione di infissi e finestre (soprattutto se sono obsolete) con l’inserimento di doppi vetri e guarnizioni.

Come risparmiare sul riscaldamento autonomo? Confronta le offerte

Per chi ha la caldaia autonoma (scopri come staccarti dal riscaldamento centralizzato condominiale), la gestione flessibile di accensione e spegnimento del riscaldamento può essere una buona strategia per risparmiare. Così come è un’ottima strategia valutare le offerte del mercato libero in cerca delle occasioni di risparmio.

in evidenza
  • Fatturazione: Bimestrale

    Pagamento: Domiciliazione bancaria, Domiciliazione postale, Domiciliazione su carta di credito, Bollettino precompilato

  • Prezzo 78,78 €/mese
  • Scopri i dettagli

Informazioni su costi e opzioni dell'offerta

Fornitore: Eni Plenitude S.p.A. Società Benefit

  • Materia Energia 720,50 €
  • Trasporto e gestione del contatore 111,25 €
  • Oneri di sistema -65,34 €
  • Imposte di consumo 71,68 €
  • IVA 107,23 €
I costi sono basati sul totale annuale delle bollette e rappresentano le singole voci nel dettaglio, per un consumo stimato di m3 di gas.
  • Fatturazione: Bimestrale

    Pagamento: Domiciliazione bancaria, Domiciliazione postale, Bollettino precompilato, Bonifico

  • Prezzo 74,28 €/mese
  • Scopri i dettagli

Informazioni su costi e opzioni dell'offerta

Fornitore: Iren Mercato

  • Materia Energia 705,81 €
  • Trasporto e gestione del contatore 111,25 €
  • Oneri di sistema -65,34 €
  • Imposte di consumo 71,68 €
  • IVA 97,99 €
I costi sono basati sul totale annuale delle bollette e rappresentano le singole voci nel dettaglio, per un consumo stimato di m3 di gas.
  • Fatturazione: Bimestrale

    Pagamento: Domiciliazione bancaria, Domiciliazione postale

  • Prezzo 75,44 €/mese
  • Scopri i dettagli

Informazioni su costi e opzioni dell'offerta

Fornitore: Iren Mercato

  • Materia Energia 685,81 €
  • Trasporto e gestione del contatore 111,25 €
  • Oneri di sistema -65,34 €
  • Imposte di consumo 71,68 €
  • IVA 101,91 €
I costi sono basati sul totale annuale delle bollette e rappresentano le singole voci nel dettaglio, per un consumo stimato di m3 di gas.
  • Fatturazione: Bimestrale

    Pagamento: Domiciliazione bancaria, Domiciliazione postale, Domiciliazione su carta di credito, Bollettino precompilato

  • Prezzo 77,10 €/mese
  • Scopri i dettagli

Informazioni su costi e opzioni dell'offerta

Fornitore: Edison Energia

  • Materia Energia 726,30 €
  • Trasporto e gestione del contatore 111,25 €
  • Oneri di sistema -65,34 €
  • Imposte di consumo 71,68 €
  • IVA 106,35 €
I costi sono basati sul totale annuale delle bollette e rappresentano le singole voci nel dettaglio, per un consumo stimato di m3 di gas.
  • Fatturazione: Bimestrale

    Pagamento: Domiciliazione bancaria

  • Prezzo 77,39 €/mese
  • Scopri i dettagli

Informazioni su costi e opzioni dell'offerta

Fornitore: Illumia

  • Materia Energia 706,63 €
  • Trasporto e gestione del contatore 111,25 €
  • Oneri di sistema -65,34 €
  • Imposte di consumo 71,68 €
  • IVA 104,40 €
I costi sono basati sul totale annuale delle bollette e rappresentano le singole voci nel dettaglio, per un consumo stimato di m3 di gas.

Compila il modulo!

Sarai contattato gratuitamente da un nostro operatore per una consulenza sulle migliori offerte

  • Servizio Gratuito Nessuna commissione
  • Nessun obbligo Nessun impegno
  • Le migliori offerte Prezzi bassi

Richiedi Proseguendo si accettano i Termini e le Condizioni del servizio

Newsletter - Informativa sulla privacy

La Newsletter di comparasemplice.it è pubblicata sul sito Internet istituzionale distribuita via e-mail – in automatico e gratuitamente – a quanti fanno richiesta di riceverla compilando il form presente in questa pagina.

I dati forniti saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al solo fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui lo stesso sarà attivo.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella possibilità da parte degli utenti interessati di ricevere di comunicazioni promozionali relative a prodotti e/o servizi di Cloud Care srl. o di terzi mediante impiego del telefono con operatore e/o anche mediante sistemi automatizzati (es. email, sms, fax mms, autorisponditori) e/o posta cartacea.

Il titolare del trattamento è CLOUD CARE SRL , con sede in Via Righi 27, Novara; PEC: cloudcare@legalmail.it.

I dati saranno trattati esclusivamente secondo le finalità di cui al punto 3 e punto 6 dell’informativa generale di Cloud Care srl presente sul sito www.comparasemplice.it.

Gli interessati hanno il diritto di ottenere da Cloud Care srl, nei casi previsti, l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. del Regolamento) inviando una email all’indirizzo cloudcare@legalmail.it.

CANCELLAZIONE DEL SERVIZIO
Si può richiedere in qualsiasi momento la cancellazione dal nostro database scrivendo all’indirizzo di posta elettronica: info@comparasemplice.it.