Reclami fornitori energia elettrica: le novità dal 2017

Reclami fornitori energia elettrica: le novità dal 2017
Il post ti è stato utile?
di | 11-08-2016 | Energia, Gas, News e Varie

Ci sono novità in tema di reclami fornitori energia elettrica: l’Autorità per l’Energia, il Gas e il Sistema Idrico (AEEGSI) ha comunicato che dal 2017 saranno attive alcune riforme a favore della tutela del consumatore in ambito di reclamo o controversia riguardo la bolletta o i rapporti con i venditori.
Scoprite quali sono queste riforme che saranno in vigore dall’1 gennaio 2017 e che l’AEEGSI ha annunciato con un comunicato stampa.

RECLAMI FORNITORI ENERGIA ELETTRICA: LE NUOVE RIFORME

L’Autorità per l’Energia, il Gas e il Sistema Idrico ha annunciato con un comunicato stampa che nel 2017 saranno in vigore nuove regole atte a rafforzare le garanzie a tutela dei consumatori in tema di reclami dovuti a doppia fatturazione, mancata fatturazione, bollette anomale e questioni di questo genere.
La riforma è indirizzata agli utenti domestici di luce e gas, alle imprese e anche a produttori e consumatori di energia elettrica.

Infatti, sono sempre di più i casi in cui i consumatori espongono reclami o segnalazioni ai venditori di energia elettrica per l’arrivo di bollette pazze o per fatturazioni non corrette; per questo l’AEEGSI ha voluto attuare dei cambiamenti a favore del consumatore in tutte le fasi contrattuali, soprattutto in ambito reclami e controversie.

Il comunicato stampa annuncia che la riforma entrerà in vigore tra qualche mese in seguito all’approvazione delle delibere 383/2016/E/com e 413/2016/R/com e che la data stabilita per il suo completamento è l’1 gennaio 2017. Ma vediamo insieme che cosa cambierà dal 2017 in tema di reclami fornitori energia elettrica.

LE GARANZIE A TUTELA DEL CONSUMATORE

Quali sono le nuove garanzie per la tutela del consumatore? La nuova riforma, che verrà completata l’1 gennaio 2017, apporta delle modifiche per migliorare le tutele nei confronti dei consumatori che non sono soddisfatti del proprio venditore di energia elettrica e gas. Il nuovo sistema riguarda la gestione dei reclami con i venditori di luce e gas e si fonda su 3 livelli di tutela:

  • primo livello di tutela: si tratta del classico reclamo diretto all’operatore di luce e gas che viene inviato dall’utente tramite raccomandata a/r oppure, se l’offerta luce e gas è stata attivata online, via web. La riforma dell’AEEGSI riduce i tempi di attesa nella risposta tramite un nuovo sistema di incentivi e penalizzazioni nei confronti del venditore e del distributore: se, per esempio, il distributore risponde tardi al reclamo del cliente, ha l’obbligo di corrispondergli 50 euro.
  • Secondo livello di tutela: il secondo livello riguarda la conciliazione con i fornitori e le mediazioni effettuate da altri organi per risolvere le controversie extra-giudiziali. La riforma aggiunge l’obbligo del fornitore di informare il cliente sulle modalità di accesso alle procedure di conciliazione e soprattutto sancisce che potranno essere avviate anche procedure speciali che riguardano i reclami ai fornitori per erogazione o mancata erogazione del bonus sociale e per i casi di doppia fatturazione in seguito a un cambio fornitura. Ricordatevi, inoltre, che la conciliazione deve essere richiesta prima del ricorso al giudice.
  • Terzo livello di tutela: questo livello riguarda invece i casi di bolletta pazza e di fatturazione problematica. Con la nuova riforma, sarà la stessa Autorità per l’Energia, il Gas e il Sistema Idrico a intervenire in sostituzione del giudice per risolvere la controversia; sarà il consumatore a scegliere questa alternativa se non vuole ricorrere al Tribunale.

Confronta le tariffe per l'energia elettrica ora!

RECLAMI FORNITORI ENERGIA ELETTRICA: ASSISTENZA AL CONSUMATORE

Le altre novità del nuovo sistema sono finalizzate a migliorare l’assistenza al consumatore da parte delle associazioni di rappresentanza che dal 2017 saranno attive con alcune novità.
Infatti fino ad oggi, l’Autorità AEEGSI era a disposizione del consumatore soltanto attraverso assistenza telefonica al numero 800.166.659, ma con la nuova riforma si attiveranno anche un Help Desk e il Portale Web Unico creato ad hoc per l’invio di segnalazioni e per richiedere assistenza.

  • lo sportello informativo (Help Desk) fungerà da supporto alle agenzie territoriali per affiancarle nella gestione dei numerosi reclami fornitori energia elettrica da parte dei consumatori: l’Help Desk risolverà le questioni più semplici che non riguardano le procedure di conciliazione o di ricorso in Tribunale.
  • il Portale Web Unico, invece, sarà una piattaforma dove sarà possibile richiedere assistenza prima di inviare un reclamo o prima di iniziare una causa in tribunale e dove si potranno inviare tutte le segnalazioni nei confronti dei fornitori luce e gas.

Infine, il comunicato annuncia che ogni anno verrà pubblicato un Rapporto sui Reclami dove saranno esposti tutti i dati comunicati da venditori e distributori, in modo che gli utenti possano essere più consapevoli su quale offerta luce e gas attivare.

Per scoprire tutte le offerte luce e gas potete consultare il nostro comparatore di tariffe online e risparmiare sulle vostre bollette! Compara Semplice sceglierà l’offerta più vantaggiosa e più adatta alle vostre esigenze e, se avete bisogno di assistenza, i nostri operatori sono pronti ad aiutarti al telefono, via chat oppure via email!

0321.085995