Reclamo Eni: ecco come presentarlo in 5 passi

Reclamo Eni: ecco come presentarlo in 5 passi
5 (100%) 2 votes
di | 04-01-2018 | Energia, ENI

Cosa fare nel caso in cui riceviate una bolletta luce e/o gas più cara del previsto? Vi è stata recapitata due volte la stessa fattura e non sapete come comportarvi? Il servizio di fornitura dell’energia elettrica vi è stato sospeso per morosità? I casi e i problemi per i quali potete presentare un reclamo Eni sono molti. Dal ritardo nell’attivazione del servizio di fornitura al distacco del contatore, dalla richiesta di rateizzazione delle bollette al conguaglio, con questa guida su come presentare un reclamo Eni vi spieghiamo cosa fare per risolvere tutti i vostri problemi relativi ai disservizi del fornitore Eni Energia.

Reclamo Eni tramite il servizio clienti

Il primo passo da compiere prima di presentare un reclamo Eni, è contattare il servizio clienti dell’azienda fornitrice di energia. Eni ha messo a disposizione dei suoi clienti una serie di strumenti che consentono di parlare con un operatore del servizio clienti in maniera facile e veloce. Il servizio clienti Eni può essere raggiunto via telefono chiamando il numero verde 800 900 700, gratuito sia da rete fissa che da cellulare e attivo tutti i giorni 24 ore su 24 festività escluse. Un’altra modalità per presentare un reclamo tramite il servizio clienti è l’area clienti MyEni raggiungibile sul sito web ufficiale dell’azienda. Qualunque sia il canale da voi scelto per rivolgervi al servizio clienti Eni, il nostro consiglio è quello di armarvi di tanta pazienza, gentilezza e diplomazia. Molto spesso è sufficiente un sorriso per vedersi risolvere i disservizi più complicati da gestire.

Reclamo Eni tramite la compilazione del modulo online

Se la risposta del servizio clienti non vi soddisfa, allora in tal caso il nostro consiglio è quello di inviare un reclamo scritto. Per presentare ufficialmente un reclamo Eni basterà compilare l’apposito modulo che trovate online ricordandovi di inserire il nome e il cognome della persona intestataria del contratto, l’indirizzo di fornitura, l’indirizzo di residenza se diverso da quello di fornitura, il servizio per il quale state segnalando il disservizio – elettrico, gas o entrambi – e, infine, il codice PDR o POD. Il modulo va quindi spedito tramite raccomandata A/R all’indirizzo:

Eni Gas e Luce SpA
Corrispondenza Clienti – Casella Postale 71
20068 PESCHIERA BORROMEO (MI)

In alternativa, potete inviarlo tramite fax al numero 800 91 99 62 oppure consegnarlo a mano in uno dei punti Eni certificati.

Reclamo Eni allo Sportello del Consumatore

Una volta inviato il reclamo tramite la compilazione del modulo online, Eni Luce e Gas è obbligata a rispondervi entro 40 giorni. Cosa fare però se l’azienda non rispetta i termini previsti dalla legge? Se il fornitore risponde entro 80 giorni, dovrà corrispondervi nella prima bolletta utile un indennizzo pari a 25€; a 50€ se la risposta arriva tra gli 80 e i 120 giorni; a 120€ se vi risponde dopo 120 giorni. E se non risponde proprio oppure la soluzione fornita non vi soddisfa? In entrambi i casi dovrete rivolgervi allo Sportello del Consumatore, il servizio istituito nel 2009 dall’Autorità per l’Energia Elettrica, il Gas e i Servizi Idrici allo scopo di risolvere le controversie tra consumatori e fornitori di luce e gas. Al contrario di quanto faccia pensare il nome, lo Sportello del Consumatore non ha uffici fisici ma gestisce i reclami solamente online. Come? Attraverso il portale messo a disposizione dei cittadini raggiungibile all’indirizzo www.sportellodelconsumatore.it al quale dovrete registrarvi, compilare il modulo di reclamo e inviarlo seguendo una delle seguenti procedure:

  • tramite email all’indirizzo di posta elettronica reclami.sportello@acquirenteunico.it;

  • attraverso una raccomandata A/R all’indirizzo Via Guidubaldo Del Monte 45, 00197, Roma – Sportello per il Consumatore di Energia c/o Acquirente Unico – Ufficio Reclami;

  • via fax al numero 800 185 025.

Se la controversia risulta essere di competenza dello Sportello del Consumatore, verrete convocati, entro un massimo di 60 giorni, insieme al fornitore in un incontro virtuale moderato da un conciliatore che cercherà di trovare una soluzione soddisfacente per entrambe le parti. Se, invece, il reclamo Eni risulta infondato oppure non di competenza dello Sportello, la segnalazione verrà archiviata.

Reclamo Eni: la procedura di conciliazione

A partire dal 1° gennaio 2017, i consumatori che subiscono un disservizio e che non riescono a risolvere la loro controversia attraverso la presentazione di un reclamo, sono obbligati a iniziare una procedura di conciliazione prima di passare per vie legali. L’obbligo è stato stabilito dall’AEEGSI attraverso la Delibera 209/2016 e la procedura si svolge sempre attraverso lo Sportello del Consumatore. Il Servizio Conciliazione dell’Autorità è un servizio totalmente gratuito, ha una durata massima di 90 giorni e il consumatore ne può usufruire solo se sono trascorsi più di 12 mesi dall’invio del reclamo.

Reclamo Eni: la causa legale

Arriviamo, quindi, alla soluzione che nessuno vorrebbe prendere in considerazione, visti gli alti costi e i tempi lunghi che questa comporterebbe. Stiamo parlando di una causa legale. Tuttavia se la vostra segnalazione del disservizio attraverso il servizio clienti, l’invio di un reclamo ufficiale, lo Sportello del Consumatore e, infine, attraverso la procedura di conciliazione non porta a nessuna risoluzione della controversia, le uniche strade che avete davanti sono due: intentare una vera e propria causa legale contro Eni oppure, semplicemente, disdire il vostro contratto con Enicambiare fornitore di luce e/o gas.

Al contrario di quanto possiate pensare, passare ad un altro operatore di energia è una procedura molto semplice. Basterà infatti contattare il nuovo fornitore di luce e/o gas con cui volete stipulare un nuovo contratto e questo penserà a sbrigare tutte le incombenze tecnico-amministrative senza che voi dobbiate fare nulla. Sarà infatti il nuovo operatore a inviare la richiesta di chiusura del servizio di fornitura a Eni. L’unica cosa che dovrete fare voi? Scegliere il nuovo fornitore selezionando – tra le migliori offerte luce e/o gas del momento – quella che meglio si adatta alle vostre esigenze. Comparasemplice.it consente di confrontare online tutte le offerte luce e/o gas da parte dei migliori fornitori. Scegliete la promozione che propone la rata mensile che fa al caso vostro cliccando sul nostro comparatore di offerte qui in basso e procedete con la richiesta online. Non sapete come scegliere? Fatevi aiutare da uno dei nostri consulenti chiamando il numero verde 800 709 993.

Confronto gratis offerte Gas e Luce

Articoli Correlati

Chi siamo

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTV