Rettifica della bolletta luce e gas: cos’è e quando è possibile ottenerla

Rettifica della bolletta luce e gas: cos’è e quando è possibile ottenerla
4.5 (90%) 4 votes
di | 15-05-2018 | Energia, Gas

Tutti i titolari di un contratto luce e gas, sanno quanto questi servizi, fondamentali nelle nostre case, siano anche costosi e possano pesare sul budget familiare. Esistono degli accorgimenti per risparmiare sulle bollette di fine mese, come ad esempio scegliere l’offerta del mercato luce e gas che possa adattarsi meglio alle proprie esigenze di consumo, o evitate inutili sprechi di energia. Altro importante accorgimento che aiuta a risparmiare è l’autolettura dei contatori luce e gas.

Non tutti sanno, però, che in alcuni casi previsti dall’Autorità di regolazione per Energia, Reti e Ambiente (ARERA), è possibile contestare le bollette quando i consumatori subiscono un torto da parte dei fornitori luce e gas. In altre parole, è possibile, qualora riteniate che vi sia stata addebitata una somma troppo elevata e non dovuta, richiedere la rettifica dei consumi.

Vediamo insieme di cosa si tratta e come fare la richiesta.

Sommario

Rettifica dei consumi: quando è possibile richiederla?

Come sappiamo, i consumi di energia elettrica e del gas sono registrati costantemente dal contatore che può essere digitale o meccanico. Se i contatori digitali permettono al fornitore di ricevere automaticamente le letture dei consumi degli utenti, e quindi le bollette riportano il valore registrato dal contatore, i contatori meccanici richiedono la lettura da parte di un tecnico o dell’utente stesso attraverso l’autolettura. In questo caso sulle letture vengono effettuate delle stime per i consumi medi mensili per il pagamento delle bollette. Tali stime, non sempre riportano i valori precisi e può accadere che risultino essere inferiori o superiori ai consumi reali del cliente. Ciò significa che il cliente potrebbe vedersi recapitare una bolletta dagli importi eccessivi e non conformi ai suoi consumi effettivi.

In tal caso può richiedere la rettifica delle bollette.

Come fare richiesta

La richiesta di rettifica delle bollette deve essere rivolta al Servizio Clienti del fornitore con il quale l’utente ha stipulato il contratto di fornitura luce o gas. Infatti le modalità di richiesta previste, variano a seconda del gestore. In linea di massima oggi, quasi tutti i più grandi fornitori di luce e gas hanno una sezione apposita sul loro sito internet al quale è possibile accedere per dare avvio alla procedura.

Per completare la richiesta sarà necessario fornire l’autolettura del proprio contattore.

Quali informazioni deve contenere la richiesta di rettifica?

Prima di procedere con la comunicazione per la rettifica dei consumi, vi consigliamo di tenere a portata di mano le seguenti informazioni:

  • Dati identificativi del cliente (nome, cognome, indirizzo postale o email)
  • Il codice cliente
  • Il codice POD dell’energia elettrica o PDR del gas naturale
  • I motivi della contestazione
  • L’autolettura del contatore 

Cosa deve contenere la risposta del fornitore?

La risposta del gestore deve essere motivata e dettagliata e dovrà pervenire all’utente entro 40 giorni. Qualora il venditore ammetta l’errore di fatturazione vi sarà riconosciuto un rimborso pari all’importo versato per il pagamento in eccesso, che vi sarà accreditato in bolletta entro i successivi 90 giorni. Se passa inutilmente questo termine senza che il fornitore abbia provveduto al rimborso, scattano automaticamente gli indennizzi per il ritardo. Questi ultimi prevedono un rimborso di 20€ per un ritardo compreso tra i 90 e i 180 giorni, 40€ se arriva entro i 270 giorni, oppure 60€ quando vengono superati i 270 giorni di ritardo.

La risposta del fornitore deve contenere:

  • Il riferimento al reclamo
  • Maggiori chiarimenti
  • La verifica delle condizioni economiche del contratto di fornitura e dei consumi in base ai dati del contatore e ai consumi storici precedenti
  • Il calcolo eseguito per la rettifica

Dove presentare la richiesta di rettifica delle bollette

Qui vi forniamo i numeri verdi per contattare i Servizi Clienti dei maggiori fornitori di energia elettrica italiani, per inoltrare la richiesta di rettifica delle bollette.

Richiesta di rettifica Enel Energia

Se avete ricevuto una bolletta con lettura più alta di quella che leggete sul contatore da parte di Enel, per richiedere la rettifica della bolletta, sarà necessario:

  • accedere all’Area Clienti
  • selezionare la voce di menu “Rettifica bolletta” presente all’interno della sezione “Le bollette”
  • inserire la lettura rilevata sul vostro contatore
  • un’email vi confermerà l’emissione della fattura di rettifica

Oppure potete chiamare il Numero Verde 800.900.860.

Richiesta di rettifica Eni Gas e Luce

Per richiedere la rettifica di una bolletta ad Eni Gas e Luce, dovete scaricare il modulo segnalazioni direttamente dalla pagina: https://enigaseluce.com/info/segnalazione-eni-come-inviare.

Oppure potete inviare un Fax al numero 800.91.99.62.

0321.085995