Eni Award 2015

Eni Award 2015
Il post ti è stato utile?
di | 13-10-2015 | ENI, News e Varie

Eni premia la ricerca all’appuntamento Eni Award 2015. Consegnati i premi per i migliori ricercatori dell’anno, analizzati 800 studi candidati, tra cui all’appello non sono mancati anche 25 premi Nobel. Eni Award 2015 è un premio molto pregiato che prende in considerazione tutte quelle ricerche effettuate in modo da conferire al mondo della scienza una marcia in più nella direzione della sostenibilità.

«Sviluppare un migliore utilizzo delle fonti energetiche e stimolare le nuove generazioni di ricercatori» questo il mantra di Eni Award, un premio che il gruppo ha preso seriamente fin dalla prima edizione. La scoperta del giacimenti di Zohr e l’accordo stretto ultimamente con State of The Net certifica l’attenzione del gigante italiano in merito alla ricerca di nuove fonti di energia e per quanto concerne il mondo degli algoritmi.

L’innovazione tecnologica per Eni è un elemento decisivo per poter pianificare nuove strategie di business e non solo, l’innovazione è soprattutto la chiave per poter accedere alle nuove risorse energetiche. Secondo Eni è dunque Eni Award un’occasione da non perdere in vista di un futuro che ammette soltanto un vero e proprio approccio positivo alla tecnologia, questo in tutti i settori, tanto più in ambito di idrocarburi.

La commissione scientifica è stata presieduta dall’accademico Gérard Férey e composta da 27 membri, tra cui anche il premio nobel Harold Kroto. La scelta non è stata certo semplice ed è è ricaduta sui seguenti nominativi e sui seguenti progetti:

Premio “Nuove frontiere degli idrocarburi”

Se lo è aggiudicato Johan Olof Anders Robertsson il vincitore di una rassegna che ha visto il suo progetto emergere come il migliore in relazione allo sviluppo di una tecnologia capace di acquisire e modellare dei dati di prospezione a mare con metodi acustici (sismici), e in grado peraltro di superare i limiti di visualizzazione e di caratterizzazione odierni riguardanti le caratteristiche del sottosuolo nel pieno rispetto dell’ambiente.

Premio “Downstream”
Se lo è aggiudicato Helmut Schwarz per lo splendido lavoro sull’attivazione di metano per una pronta conversione in idrocarburi più pesanti (etano/etilene) o ossigenati (metanolo/formaldeide).

Premio “Energie rinnovabili”

Se lo è aggiudicato Mercouri Kanatzidis, la sua ricerca inerente allo sviluppo di nuovi semiconduttori potrebbe permettere di recuperare almeno 50GW su scala globale a parità di consumi, ottenendo un efficientamento sostanziale a vantaggio della sostenibilità e dell’impatto ambientale.

Premio “Protezione dell’ambiente”
Se lo è aggiudicato Menachem Elimelech autore di un processo innovativo capace di utilizzare calore a basso grado come fonte di energia.

Scopri su ComparaSemplice tutto quanto ti serve in merito alle offerte energia migliori sul mercato! Acquista un servizio ed esprimi la tua opinione nella sezione vota fornitore!

Articoli Correlati

Chi siamo

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTV