Disdetta Fastweb: la guida

di | 04-06-2021 | Fastweb, Internet ADSL e Fibra

Se non siete soddisfatti della vostra attuale offerta Internet/telefono fisso di Fastweb o avete la necessità di interrompere il contratto, potreste valutare una disdetta del servizio. Come vedremo nei prossimi paragrafi, Fastweb non prevede vincoli di permanenza: la cessazione del servizio o la migrazione verso un altro gestore è possibile in qualsiasi momento, anche dopo pochi mesi dall’apertura del contratto, pagando soltanto un contributo di disattivazione.

Disdetta Fastweb: la guida
Confronta

Fastweb è una delle poche compagnie a non avere particolari vincoli per quanto riguarda la durata minima del contratto ADSL o fibra: l’attivazione del servizio, grazie alle continue promozioni che si susseguono di mese in mese, è sempre gratuita e il modem viene fornito in comodato d’uso, senza costi per il cliente. L’unico contributo che sarà necessario pagare in caso di disdetta Fastweb è quello relativo alla disattivazione.

Se siete arrivati fin qui, tuttavia, è probabile che vogliate chiudere un contratto Fastweb casa perché non siete più soddisfatti o perché avete bisogno di dismettere la linea (ad esempio a causa di un trasferimento o per il decesso dell’intestatario), ma non sapete come fare per procedere nella richiest. Nei prossimi paragrafi vedremo esattamente che cosa fare, quali sono i documenti da presentare, i costi da sostenere, ma anche le alternative da prendere in considerazione se non volete perdere definitivamente la linea.

Ricordiamo che la disdetta del contratto Fastweb deve essere presentata solo nel caso in cui si decida di chiudere definitivamente la linea, con la conseguente perdita del numero. Se, invece, state pensando di cambiare operatore (ad esempio per attivare una promozione migliore dopo aver fatto un confronto delle offerte Internet casa più interessanti del periodo), sarà il nuovo gestore ad occuparsi di tutte le pratiche necessarie per la chiusura del nuovo contratto (come vedremo in seguito nel paragrafo dedicato).

La procedura di disdetta Fastweb da seguire è valida sia per chi ha un contratto ADSL, sia per chi ha sottoscritto un’offerta fibra (FTTC o FTTH) dell’operatore. Anche il recesso della componente Mobile Fastweb è molto simile, come potrete leggere verso la fine della guida.

Sommario

Documenti necessari per la disdetta Fastweb

Per presentare correttamente una disdetta Fastweb è necessario munirsi dei seguenti documenti:

  • la fotocopia di un documento di identità in corso di validità;
  • il codice cliente Fastweb;
  • un modulo disdetta Fastweb per la linea fissa.

CONSIGLIO: se non conoscete o non ricordate il codice cliente, potrete scaricare una qualsiasi bolletta dall’area MyFastweb o dall’app. All’interno della fattura sono presenti tutti i dati importanti relativi alla linea, tra cui anche il codice identificativo del vostro contratto.

Come fare una disdetta Fastweb

Per effettuare una disdetta Fastweb basterà inviare il modulo disdetta compilato, con in allegato la fotocopia del documento di identità dell’intestatario del contratto, attraverso uno dei seguenti canali messi a disposizione dal provider:

  • via PEC all’indirizzo fwgestionedisattivazioni@pec.fastweb.it;
  • inviando una raccomandata A/R all’indirizzo Fastweb S.p.A. Casella Postale 126, 20092 Cinisello Balsamo (MI);
  • inviando un messaggio WhatsApp all’assistenza clienti Fastweb al numero 3756497700,

In alternativa è possibile presentare richiesta di cessazione del servizio:

  • attraverso il modulo online dedicato sull’area MyFastweb, seguendo il percorso guidato dell’area Supporto;
  • recandosi presso un negozio Fastweb;
  • chiamando l’assistenza Fastweb al numero 192 193, gratuito da rete Fastweb (fissa o mobile);
  • contattando dall’estero il numero +393730004193, attivo tutti i giorni dalle ore 8 alle 24 (e gratuito dai cellulari Fastweb).

Anche in questi casi è consigliabile avere con sé la copia del documento di identità e una fattura del gestore.

Disdetta Fastweb: costo previsto

Il costo della disdetta Fastweb in caso di cessazione del servizio o migrazione è sempre pari a 29,95 euro una tantum. È prevista la restituzione del modem in comodato d’uso gratuito.

Fastweb fa sapere che “in caso di mancata o ritardata restituzione degli apparati, quindi superati i 45 giorni dalla disattivazione del servizio Fastweb, ti verrà addebitata la relativa penale pari a 50 € per il modem FASTGate . Invece per il Fastweb NeXXT è prevista una penale pari a 80€ e per il Wi-Fi Booster è prevista una penale di 60€. Gli importi indicati sono IVA inclusa”.

Come restituire il modem Fastweb

Il modem ed eventuali altri apparati forniti in comodati d’uso devono essere riconsegnati perfettamente integri entro 45 giorni dalla data di disattivazione del servizio. Il provider fornirà i dettagli sulle modalità di restituzione con una comunicazione via mail e sms. Solo a seguito della ricezione della comunicazione sarà possibile restituire gratis gli apparati attraverso Poste Italiane.

Disdetta Fastweb gratis: quando è possibile?

È possibile non pagare il costo di disattivazione sulla disdetta Fastweb soltanto nei seguenti casi:

  • in caso di ripensamento entro 14 giorni;
  • disdetta Fastweb richiesta a seguito di una modifica unilaterale del contratto da parte del provider;
  • disdetta Fastweb richiesta per mancato rispetto del contratto da parte del provider (ad esempio se si dimostrano disservizi prolungati nel tempo, se vengono applicati costi differenti rispetto a quelli previsti dall’offerta o se non viene rispettata la velocità Internet minima garantita da Fastweb di contratto).

Tempistiche disdetta Fastweb

La disattivazione della linea deve avvenire entro e non oltre 30 giorni dall’accoglimento della richiesta di disdetta Fastweb. È consigliabile, quindi, inviare la domanda con un certo preavviso, a seconda dell’urgenza o meno della chiusura del contratto.

Disdetta Fastweb entro 14 giorni (diritto di ripensamento)

Grazie al diritto di recesso previsto dall’art. 52 del Codice di Consumo, chi ha sottoscritto un abbonamento Fastweb online o telefonico da meno di 14 giorni può recedere dal contratto con una semplice telefonata al Servizio Clienti Fastweb. È la facoltà che viene messa a disposizione dei consumatori che firmano un contratto a distanza, per evitare di dover intraprendere una procedura troppo lunga dopo sole poche settimane di abbonamento.

Come abbiamo accennato in precedenza, in questo caso non è previsto un contributo di disattivazione del servizio come per una disattivazione o in caso di passaggio ad altro operatore mantenendo lo stesso numero, ma potrebbe essere corrisposto “un importo proporzionale ai servizi forniti al momento in cui Fastweb è venuta a conoscenza della tua richiesta di recesso”, come specifica il provider sul sito ufficiale. L’ammontare dell’importo, qualora venisse applicato, verrà specificato al cliente dalla compagnia previa comunicazione.

Per presentare la richiesta di recesso entro i primi 14 giorni bisognerà compilare un modulo dedicato (scaricabile a fine paragrafo in formato pdf) e inviarlo, insieme ad una fotocopia di un documento di identità in corso di validità, attraverso uno dei seguenti canali:

  • via PEC a fwgestionedisattivazioni@pec.fastweb.it;
  • via posta, con raccomandata A/R, all’indirizzo Fastweb Spa, c/o C.P. n. 126, 20092 Cinisello Balsamo (MI);
  • consegnandolo di persona presso un negozio Fastweb.

In alternativa è possibile compilare il form online accedendo nella propria Area MyFastweb oppure chiamare telefonicamente il customer care dell’operatore al numero 192 193.

SCARICA IL MODULO DISDETTA FASTWEB ENTRO 14 GIORNI

Cambio operatore: bisogna fare la disdetta Fastweb?

Avete trovato un’offerta più conveniente o Fastweb non soddisfa le aspettative di servizio? Una soluzione potrebbe essere il cambio dell’operatore o migrazione, una procedura che richiede la sottoscrizione di un nuovo contratto con un altro provider. Quest’ultimo si occuperà della procedura di disdetta del vecchio rapporto in essere con Fastweb e, quindi, non è necessario inviare una richiesta di chiusura del contratto.

Per sottoscrivere un nuovo contratto è necessario avere a portata di mano il codice di migrazione Fastweb, i documenti dell’intestatario dell’utenza (ad esempio la carta di identità e il codice fiscale) e i dati sul metodo di pagamento scelto.

In caso di migrazione verso altro operatore, Fastweb richiede un contributo di disattivazione pari a 29,95 euro una tantum.

È necessario, inoltre, restituire il modem fornito in comodato d’uso entro 45 giorni dalla disattivazione dei servizi da parte di Fastweb. La restituzione degli apparati in comodato d’uso deve avvenire a seguito di una comunicazione da parte del provider circa le modalità di spedizione tramite Poste Italiane. Con alcune comunicazioni e-mail e SMS, Fastweb fornirà al cliente anche il link alla lettera di vettura da consegnare a Poste, come già visto in precedenza per la cessazione della linea.

Chiusura abbonamento Sky & Fastweb

Se avete sottoscritto un abbonamento Sky & Fastweb (non più sottoscrivibile), la disdetta dell’offerta congiunta deve essere inoltrata inviando esplicita richiesta, con in allegato un documento di identità, in uno dei seguenti canali.

  • via PEC a skyitalia@pec.skytv.it;
  • via posta all’indirizzo Sky Italia S.r.l., c/o Casella Postale 13057, 20130 Milano.

In alternativa si può seguire la pagina di disdetta o recesso dell’abbonamento Sky sul sito ufficiale dell’azienda.

Disdetta Fastweb per decesso

Per presentare una richiesta di chiusura del contratto a causa del decesso dell’intestatario è consigliabile compilare il modulo disdetta Fastweb, indicando sulla voce “Altro” la motivazione della richiesta di chiusura (“decesso dell’intestatario” appunto). Il modulo, con in allegato le fotocopie di un documento di identità e del certificato di morte dell’intestatario, deve essere inviato attraverso uno dei seguenti canali:

  • via PEC a fwgestionedisattivazioni@pec.fastweb.it;
  • via posta, con raccomandata A/R, all’indirizzo Fastweb Spa, c/o C.P. n. 126, 20092 Cinisello Balsamo (MI).

In alternativa è possibile presentare la documentazione presso un negozio Fastweb. Per dubbi o per maggiori informazioni è consigliabile contattare l’assistenza clienti del provider al numero 192 193.

La disdetta Fastweb per decesso segue praticamente la stessa procedura di una normale disdetta: i tempi di attesa saranno anch’essi di circa 30 giorni, a volte anche meno. Gli eventuali addebiti pervenuti dopo l’accoglimento della domanda vengono rimborsati dal provider. Non sono previsti costi di disattivazione o penali ma è necessario restituire il modem Fastweb in comodato d’uso ed eventuali altri apparati inclusi nell’offerta che è stata sottoscritta dall’utente che è venuto a mancare.

Subentro Fastweb

Se non volete perdere la linea telefonica e il vecchio intestatario non è più presente (ad esempio se ci si trasferisce presso una nuova abitazione con abbonamento Fastweb attivo o se il precedente intestatario è deceduto), potete richiedere un cambio dell’intestatario, il cosiddetto subentro, anziché fare una disdetta telefonica: in questo modo il contratto sarà a nome di un’altra persona e il servizio non subirà alcuna interruzione. In ogni caso il subentro è possibile solo se le vecchie bollette sono state pagate tutte e se non vi sono delle modifiche pendenti sul contratto.

Per poter presentare la domanda di subentro Fastweb dovrete compilare il modulo dedicato che trovate in formato PDF qui in basso e inoltrarlo attraverso uno dei seguenti canali:

  • via mail a documentionline@fastweb.it;
  • via fax al numero 02 454011077.

SCARICA IL MODULO SUBENTRO FASTWEB

Il costo per un subentro Fastweb è pari a 20,34 euro, IVA inclusa (che verrà addebitato sulla prima fattura a nome del nuovo utente), anche in caso di cambio per decesso dell’intestatario precedente, mentre le tempistiche si aggirano attorno ai 30 giorni. È possibile comunque contattare il customer care della compagnia per avere maggiori informazioni in merito al cambio intestatario e alle modalità di subentro in base al contratto sottoscritto in precedenza.

Trasloco Fastweb: come fare

Per effettuare un trasloco della linea Fastweb non è necessario dover presentare una disdetta. Per presentare la richiesta è necessario seguire i seguenti passaggi:

  • verificare la disponibilità del servizio Fastweb al nuovo indirizzo da questa pagina;
  • compilare il modulo di richiesta;
  • attendere la chiamata dell’assistenza commerciale Fastweb per concludere la richiesta.

La procedura può essere effettuata sia da computer, sia da smartphone o tablet, scaricando l’app gratuita MyFastweb.

Il costo di un trasloco è pari a 35,58 euro, IVA inclusa, mentre i tempi di trasferimenti variano da un minimo di 25 giorni ad un massimo di 50 giorni, a seconda della copertura tecnologica. Per questo motivo è consigliabile inviare la richiesta con un preavviso di almeno 50 giorni dalla data effettiva del trasloco.

Disdetta Fastweb Mobile: cosa fare

Per la disdetta di un contratto con Fastweb Mobile, non è necessario presentare una richiesta specifica: è sufficiente non ricaricare la scheda per 12 mesi consecutivi per farla scadere definitivamente. Ovviamente il numero associato alla sim verrà definitivamente perso. In alternativa è possibile fare esplicita richiesta compilando un modulo di disdetta Fastweb Mobile e inoltrandolo insieme alla fotocopia di un documento di identità attraverso uno dei seguenti canali:

  • via PEC a fwgestionedisattivazioni@pec.fastweb.it;
  • via posta, con raccomandata A/R, all’indirizzo Fastweb Spa, c/o C.P. n. 126, 20092 Cinisello Balsamo (MI);
  • recandosi presso un negozio Fastweb.

In alternativa potete contattare l’assistenza clienti Fastweb al numero 192 193 e richiedere la disattivazione.  Per maggiori informazioni vi rimandiamo alla nostra guida su come disattivare una sim Fastweb.

Un’altra opzione è quella della portabilità verso un altro operatore, approfittando delle numerose promozioni previste per i nuovi clienti: in questo caso, però, non è necessario presentare disdetta, come nel caso di migrazione di una linea fissa.

Reclamo Fastweb

Se volete contestare degli addebiti non dovuti dall’operatore a seguito della disattivazione o se continuano ad arrivarvi bollette nonostante la richiesta di recesso Fastweb, potete presentare un reclamo alla compagnia in modo da risolvere in tempi brevi questi spiacevoli problemi.

Per presentare un reclamo, Fastweb consiglia di utilizzare i seguenti canali:

la sezione assistenza “Supporto Fastweb”, seguendo la procedura guidata in base alla problematica;

inviando una raccomandata A/R all’indirizzo Fastweb Spa, c/o C.P. n. 126, 20092 Cinisello Balsamo (MI).

È possibile inviare un ulteriore reclamo entro 30 giorni dal completamento della gestione del primo direttamente dalla sezione Le mie richieste dell’area MyFastweb.

Il provider, inoltre, fa sapere che “se al termine della gestione del reclamo ritieni che i tuoi diritti non siano stati tutelati, ti ricordiamo che puoi sempre ricorrere alla Procedura di Conciliazione con una delle Associazioni che hanno sottoscritto con Fastweb il protocollo di conciliazione”. Sarà quindi possibile inoltrare la richiesta

Abbiamo visto, quindi, come fare una disdetta Fastweb correttamente, sia su fisso (ADSL o fibra) che su mobile, quali sono i tempi e i costi da sostenere. Non solo: abbiamo anche approfondito le alternative, come il subentro e il trasloco di una linea Fastweb, molto utili se non volete perdere il numero associato al contratto, e come presentare un reclamo in caso di addebiti indesiderati o altri problemi.

Non siete ancora sicuri se effettuare una disdetta o se passare ad un altro provider? Scrivete subito una mail a info@comparasemplice.it o aprite una live chat direttamente sul sito per avere la consulenza gratuita e senza impegno di un esperto.

Newsletter - Informativa sulla privacy

La Newsletter di comparasemplice.it è pubblicata sul sito Internet istituzionale distribuita via e-mail – in automatico e gratuitamente – a quanti fanno richiesta di riceverla compilando il form presente in questa pagina.

I dati forniti saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al solo fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui lo stesso sarà attivo.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella possibilità da parte degli utenti interessati di ricevere di comunicazioni promozionali relative a prodotti e/o servizi di Cloud Care srl. o di terzi mediante impiego del telefono con operatore e/o anche mediante sistemi automatizzati (es. email, sms, fax mms, autorisponditori) e/o posta cartacea.

Il titolare del trattamento è CLOUD CARE SRL , con sede in Via Righi 27, Novara; PEC: cloudcare@legalmail.it.

I dati saranno trattati esclusivamente secondo le finalità di cui al punto 3 e punto 6 dell’informativa generale di Cloud Care srl presente sul sito www.comparasemplice.it.

Gli interessati hanno il diritto di ottenere da Cloud Care srl, nei casi previsti, l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. del Regolamento) inviando una email all’indirizzo cloudcare@legalmail.it.

CANCELLAZIONE DEL SERVIZIO
Si può richiedere in qualsiasi momento la cancellazione dal nostro database scrivendo all’indirizzo di posta elettronica: info@comparasemplice.it.