Modem libero Fastweb: requisiti e caratteristiche richiesti

di | 30-05-2022 | News Fastweb, News Fibra Ottica, News Internet Casa

Solitamente Fastweb prevede con le numerose promozioni sulla linea fissa il modem gratuito in comodato d’uso. Tuttavia è il cliente a decidere se utilizzarlo oppure optare per degli apparati alternativi, come previsto dalla delibera AGCOM sul modem libero. In questo spazio vedremo in dettaglio le caratteristiche che un router alternativo dovrebbe avere per essere compatibile con il servizio del provider.

Modem libero Fastweb: requisiti e caratteristiche richiesti
Confronta

Fastweb fa parte di quella schiera di provider che include sulle proprie offerte Internet casa un apparato in comodato d’uso gratuito: che si tratti di FASTGate o NeXXt, il modem viene fornito senza costi per il cliente, in modo da garantirgli la migliore esperienza possibile. Tuttavia, anche Fastweb si è allineata ai principi stabiliti dall’AGCOM nella delibera 348/18/CONS relativa al modem libero: è il cliente a decidere se utilizzare il dispositivo della compagnia oppure se affidarsi ad un router di proprietà, diverso da quello fornito a seguito dell’attivazione.

Nonostante la buona qualità dei router proposti da Fastweb, sul mercato è possibile trovare dei modelli decisamente più performanti e/o maggiormente in linea con le proprie esigenze tecniche. Oltre alle specifiche superiori, un modem acquistato separatamente può comportare ulteriori vantaggi, ad esempio:

  • non deve essere restituito in caso di dismissione della linea o migrazione;
  • può essere utilizzato anche con i servizi Internet di altri operatori;
  • può essere personalizzato maggiormente a livello software.

Ovviamente vi sono anche alcuni svantaggi di cui tener conto, tra cui:

  • la mancanza di ottimizzazione con il servizio utilizzato;
  • la possibilità che alcuni prodotti non siano compatibili con tutti i servizi proposti dal gestore;
  • l’assenza di supporto a livello aggiornamenti da parte dell’operatore;
  • nessuna garanzia da parte di Fastweb in caso di malfunzionamenti, incompatibilità o guasti.

Su quest’ultimo punto, in realtà, c’è un aspetto da evidenziare: l’operatore, infatti, garantisce sì l’assistenza tecnica, ma solo in caso di problemi legati alla linea e non al dispositivo.

Sommario

Modem libero Fastweb ADSL: i requisiti

Se avete una copertura ADSL del servizio Fastweb e volete utilizzare un modem differente da quello dell’operatore, è necessario che l’apparato abbia le seguenti caratteristiche:

  • supporto ADSL2+;
  • possibilità di configurare i parametri di rete;
  • DHCP client su interfaccia WAN;
  • possibilità di configurare i parametri LAN.
  • Solitamente i parametri necessari per l’ADSL Fastweb da inserire durante la procedura di configurazione del modem sono i seguenti:
  • VPI/VCI: 8/36
  • Protocollo: FTC 2684 bridget (dinamico)
  • Incapsulamento: LLC;
  • abilitazione DHCP server per l’assegnazione dinamica degli IP;
  • NAT abilitato.

Modem libero Fastweb FTTN: i requisiti

Se avete la copertura Fastweb su fibra misto rame (FTTN), il modem utilizzato deve avere le seguenti specifiche:

  • Supporto standard VDSL2 (ITU-T G.993.2) fino al profilo 35b
  • Supporto Seamless Rate Adaptation (SRA)
  • Supporto retransmission G.INP (ITU-T G.998.4)
  • Supporto vectoring (ITU-T G.993.5)
  • L’apparato, inoltre, dovrà permettere la configurazione dei seguenti parametri:
  • Incapsulamento PTM untagged / Incapsulamento PTM tagged (VLAN ID 100; CoS 0)
  • abilitazione DHCP server per l’assegnazione dinamica degli IP;
  • NAT abilitato.

Modem alternativo Fastweb per le chiamate VOIP: i requisiti

Generalmente la maggior parte dei modem router in commercio più completi permettono di utilizzare il servizio voce attraverso la tecnologia VOIP, ormai la più utilizzata dai provider. Anche su questo punto, Fastweb invita a verificare la presenza dei seguenti requisiti sull’apparato:

  • supporto SIP (RFC 3261)
  • supporto query DNS per risoluzione dell’indirizzo del proxy di accesso alla rete SIP Fastweb
  • Proxy SIP: voip.fastwebnet.it
  • Proxy SIP Port: 5060
  • SIP Transport Protocol: UDP
  • supporto del metodo PRACK (RFC 3262)
  • supporto metodo OPTIONS
  • REGISTER expires time: 3600 s
  • INVITE Expires: impostato ad un valore superiore a 430 s
  • codec supportati: G.729 G.729A, G.711 A-law
  • VAD (Voice Activity Detection): disabilitato
  • packetization time: 20ms
  • supporto toni DTMF: in-band telephone-event (RFC 2833)
  • Fax protocol: solo T.38
  • marcatura QoS traffico IP:
  • SIP e RTP: DSCP CS5
  • dati: DSCP 0

Modem alternativo Fastweb su FTTH: requisiti

Per quanto riguarda la connessione in fibra ottica “pura”, Fastweb specifica che il modem scelto deve essere dotato di una scheda di rete WAN Gigabit Ethernet Full-Duplex Auto-Sensing.

L’apparato dovrà essere collegato all’ONT da Fastweb con un cavo di rete Ethernet Cat. 5 o superiore, attraverso la WAN Ethernet:

  • se si tratta di fibra FTTH-GPON, in modalità untagged;
  • se la fibra è FTTH-BS-GPON, in modalità tagged (VLAN ID 835; CoS 0 per traffico dati e CoS 1 per la linea voce).

Sarà il tecnico Fastweb ad occuparsi dell’installazione e della configurazione dell’ONT sul modem, in occasione di un intervento che verrà concordato insieme al cliente in fase di attivazione.

Modem libero Fastweb: conviene?

È probabile che molti di voi, dopo aver letto i requisiti e le configurazioni qui sopra, nutrano qualche dubbio sull’effettiva convenienza di acquistare un modem separato, soprattutto se non si è particolarmente ferrati dal punto di vista tecnico. La risposta sull’effettiva convenienza di un modem proprietario rispetto a quello del provider, quindi, non è così scontata: sulla carta è possibile acquistare separatamente degli apparati tecnicamente superiori ai dispositivi forniti da Fastweb, sia per prestazioni che per copertura Wireless, ma spesso è necessario raggiungere dei compromessi, sia dal punto di vista del supporto che della configurazione.

In alcuni casi è necessario comunque avere anche il router della compagnia da utilizzare “in cascata” con quello proprietario per permettere di sfruttare al massimo la velocità e le prestazioni della rete. Come potete immaginare, quindi, è importante avere un minimo di conoscenza per settare il tutto al meglio.

Sulla configurazione dei parametri Fastweb, spesso anche i modem esterni prevedono un wizard automatico che evita all’utente di inserire i dati manualmente, scegliendo tra una serie di impostazioni già caricate sul software e suddivise per provider. Non tutti i modelli, però, sono identici ed è possibile che si incappi in qualche dubbio in fase di configurazione iniziale.

Insomma, se volete sfruttare il servizio Fastweb con un modem differente, siate certi di avere un dispositivo compatibile e di avere la conoscenza adeguata per evitare problemi. Se, invece, preferite un apparato già pronto per essere utilizzato fin dalla prima accensione, supportato, aggiornato automaticamente e garantito in caso di problemi, affidatevi al modem fornito dall’operatore.

Come previsto dalle offerte Fastweb, il modem potrà essere utilizzato gratuitamente durante tutta la permanenza con il provider. In caso di disdetta o passaggio ad altro operatore, deve essere riconsegnato all’operatore per evitare addebiti o penali in fase di chiusura del contratto: se volete saperne di più potete leggere la nostra guida sulla restituzione del modem Fastweb.

Compila il modulo!

Sarai contattato gratuitamente da un nostro operatore per una consulenza sulle migliori offerte

  • Servizio Gratuito Nessuna commissione
  • Nessun obbligo Nessun impegno
  • Le migliori offerte Prezzi bassi

Richiedi Proseguendo si accettano i Termini e le Condizioni del servizio

Newsletter - Informativa sulla privacy

La Newsletter di comparasemplice.it è pubblicata sul sito Internet istituzionale distribuita via e-mail – in automatico e gratuitamente – a quanti fanno richiesta di riceverla compilando il form presente in questa pagina.

I dati forniti saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al solo fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui lo stesso sarà attivo.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella possibilità da parte degli utenti interessati di ricevere di comunicazioni promozionali relative a prodotti e/o servizi di Cloud Care srl. o di terzi mediante impiego del telefono con operatore e/o anche mediante sistemi automatizzati (es. email, sms, fax mms, autorisponditori) e/o posta cartacea.

Il titolare del trattamento è CLOUD CARE SRL , con sede in Via Righi 27, Novara; PEC: cloudcare@legalmail.it.

I dati saranno trattati esclusivamente secondo le finalità di cui al punto 3 e punto 6 dell’informativa generale di Cloud Care srl presente sul sito www.comparasemplice.it.

Gli interessati hanno il diritto di ottenere da Cloud Care srl, nei casi previsti, l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. del Regolamento) inviando una email all’indirizzo cloudcare@legalmail.it.

CANCELLAZIONE DEL SERVIZIO
Si può richiedere in qualsiasi momento la cancellazione dal nostro database scrivendo all’indirizzo di posta elettronica: info@comparasemplice.it.