Come collegarsi alla fibra ottica: quello che devi sapere

Come collegarsi alla fibra ottica: quello che devi sapere
Il post ti è stato utile?
di | 11-02-2020 | Fibra, Internet ADSL e Fibra

Avete intenzione di portare la fibra a casa per sfruttare al massimo le prestazioni della banda ultralarga? Continuate a leggere questa guida: spiegheremo, infatti, come collegarsi alla fibra ottica e perché è consigliabile utilizzare questa tecnologia rispetto all’ADSL. Ovviamente è importante prima capire di quale fibra si tratta, ma soprattutto se è già disponibile nella vostra città.

Sommario

Cos’è la fibra ottica

Grazie all’utilizzo di cavi specifici in fibra di vetro è possibile trasmettere dei dati a velocità molto alte, con prestazioni ben al di sopra dei cavi in rame della “classica” rete ADSL: la fibra ottica, infatti, può contare su una maggiore stabilità, una minore esposizione a disturbi esterni (campi elettromagnetici e elettrici, condizioni metereologiche, etc…) ed è decisamente più flessibile.

La fibra, in realtà non è tutta uguale: gli standard utilizzati oggi sono diversi, basati su tecniche e tipologie differenti per quanto concerne la trasmissione dati. Senza entrare in dettagli estremamente tecniche, vediamo quali sono e come funzionano i più utilizzati.

Fibra ottica FTTH (Fiber to the Home).

È la fibra ottica per eccellenza, non ancora presente su tutto il territorio nazionale ma concentrata soprattutto sulle grandi città (anche se gli investimenti e i lavori di alcune società, Open Fiber in particolare, stanno gradualmente portando questa tecnologia anche in aree meno popolose e più isolate).

In una rete in fibra ottica FTTH i dati trasmessi dalla centrale arrivano direttamente sull’abitazione dell’utente e viceversa viaggiando solo ed esclusivamente nei cavi in rame. Questa caratteristica rende la FTTH molto performante e veloce: oggi tutti i provider permettono di attivare offerte Internet in fibra fino a ben 1 Gigabit al secondo in download e 100 Mbps in upload.

Tuttavia, si tratta di una tecnologia che richiede i lavori più complessi e onerosi, soprattutto se si vive in un’area isolata e dotata di infrastrutture ormai datate.

Fibra misto rame

Anche se l’AGCOM vieta da tempo l’uso del termine “fibra ottica” per questa tecnologia da parte degli operatori, la fibra misto rame viene spesso confusa con la FTTH. Si tratta dello standard più diffuso, grazie alla capacità di poter essere adattata alle reti esistenti e con costi più contenuti.

La FTTC (Fiber to the Cabinet) e la FTTS (Fiber to the Street) sono le tecnologie più diffuse: i dati passano sulla fibra ottica dalla centrale fino agli armadi stradali (o cabinet), posti nelle vicinanze delle abitazioni, per poi raggiungere le case degli abbonati attraverso il classico doppino in rame. La velocità massima della fibra misto rame non è paragonabile alla FTTH, ma è comunque più alta dell’ADSL tradizionale, con picchi in download di 100/200 Mbps e in upload di 10 Mbps.

I lavori di cablaggio di una rete in fibra misto rame, quindi, sono meno invasivi e più semplici da effettuare rispetto alla FTTH, offrendo comunque un buon vantaggio in termini di stabilità e prestazioni rispetto all’ADSL, anche nella versione “base” (con banda a 30 Mega in download).

Come collegarsi alla fibra: i passi da seguire

  • Verifica la copertura fibra nella tua zona
  • Scegli l’offerta in fibra che preferisci
  • Attendi l’attivazione del servizio

Dopo aver visto in breve che cos’è la fibra e quali sono le principali tipologie di connessione, cerchiamo di rispondere alla domanda principale di questo spazio: come collegarsi alla fibra ottica? È facile intuire che il cliente non può decidere di richiedere la fibra nell’abitazione su un’area dove questa tecnologia non è presente: è necessario, quindi, che vi sia la copertura

1. Verifica la copertura fibra nella tua zona

La prima cosa da fare, quindi, è effettuare una verifica gratuita della copertura Internet e capire quali servizi è possibile attivare in casa o in ufficio. Online è possibile trovare numerosi siti che vi permettono di farlo: gli stessi provider mettono a disposizione sul loro sito una pagina o una sezione per la verifica.

Ne abbiamo parlato ampiamente nella nostra guida “Come verificare se ho la fibra ottica”, ma vi vogliamo comunque segnalare ancora una volta i link diretti agli strumenti di verifica copertura dei principali operatori:

NB: i servizi sopraccitati si riferiscono, ovviamente, alla copertura dei singoli operatori e, quindi, alla possibilità o meno di attivare le proprie tariffe in fibra ottica.

2. Scegli l’offerta in fibra che preferisci 

Dopo aver verificato la presenza della fibra o della fibra misto rame, è arrivato il momento di richiedere l’installazione della fibra ottica in casa: i costi di un’offerta di questo tipo, con telefonate comprese, si aggirano attorno ai 25-30 euro al mese, ma variano a seconda della promozione e del provider.

Se non sapete quale soluzione è la più conveniente per le vostre necessità di utilizzo, potete confrontare gratuitamente le tariffe fibra attualmente disponibili sul mercato e scegliere di conseguenza. Vi ricordiamo, inoltre, che su ComparaSemplice.it potete richiedere l’aiuto di un esperto, senza costi o impegni d’acquisto, scrivendo a info@comparasemplice.it oppure via chat, direttamente sul sito.

Stiamo parlando, però, dei casi in cui si volesse effettuare la portabilità (o migrazione) del numero fisso o attivare un abbonamento ex novo. Se, invece, volete passare da ADSL a fibra con lo stesso operatore, solitamente è lo stesso operatore a notificarvi la presenza della banda ultralarga e a fornirvi tutte le informazioni necessarie per effettuare l’upgrade.

3. Attendi l’attivazione del servizio

Le tempistiche per l’installazione della fibra ottica possono variare da caso a caso e a seconda del provider, ma in media non dovrebbero discostarsi molto da quelle previste per l’ADSL (15-30 giorni). Sarà la stessa compagnia telefonica a fornirvi le informazioni relative ai tempi necessari per la migrazione o per l’attivazione di una nuova offerta, oltre che a tenervi aggiornati sullo stato della pratica.

Se, invece, il vostro Comune non è ancora raggiunto dalla banda ultralarga, il problema di come collegarsi alla fibra ottica non si pone: bisognerà, infatti, attendere i lavori di copertura e aspettare la comunicazione dell’operatore per effettuare lo switch. In alternativa potete richiedere informazioni più precise al vostro Comune oppure contattare l’assistenza clienti del provider con cui avete intenzione di sottoscrivere un contratto in fibra.

Chi siamo

Più letti

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTVMutui e Prestiti

Newsletter - Informativa sulla privacy

La Newsletter di comparasemplice.it è pubblicata sul sito Internet istituzionale distribuita via e-mail – in automatico e gratuitamente – a quanti fanno richiesta di riceverla compilando il form presente in questa pagina.

I dati forniti saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al solo fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui lo stesso sarà attivo.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella possibilità da parte degli utenti interessati di ricevere di comunicazioni promozionali relative a prodotti e/o servizi di Cloud Care srl. o di terzi mediante impiego del telefono con operatore e/o anche mediante sistemi automatizzati (es. email, sms, fax mms, autorisponditori) e/o posta cartacea.

Il titolare del trattamento è CLOUD CARE SRL , con sede in Via Righi 27, Novara; PEC: cloudcare@legalmail.it.

I dati saranno trattati esclusivamente secondo le finalità di cui al punto 3 e punto 6 dell’informativa generale di Cloud Care srl presente sul sito www.comparasemplice.it.

Gli interessati hanno il diritto di ottenere da Cloud Care srl, nei casi previsti, l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. del Regolamento) inviando una email all’indirizzo cloudcare@legalmail.it.

CANCELLAZIONE DEL SERVIZIO
Si può richiedere in qualsiasi momento la cancellazione dal nostro database scrivendo all’indirizzo di posta elettronica: info@comparasemplice.it.