Connessione in fibra pura (FTTH) o mista? Le offerte dovranno indicarlo

Connessione in fibra pura (FTTH) o mista? Le offerte dovranno indicarlo
5 (100%) 1 vote
di | 12-04-2018 | Fibra, Internet ADSL e Fibra

Parliamo molto spesso di fibra ottica e delle differenti tipologie di fibra presenti sul mercato: che sia una connessione di fibra pura (FTTH) o mista, le soluzioni sono diverse e sempre più diffuse su tutti i centri (o quasi) del nostro Paese, anche in vista degli obbiettivi previsti dall’Agenda Digitale UE per il 2020. Ma come si fa a sapere qual è la tipologia di fibra ottica di un’offerta?

Tipologie di fibra

Abbiamo già dedicato in passato un articolo relativo alle differenze tra fibra ottica FTTH, FTTC e FTTS, ma cerchiamo di fare comunque un riassunto veloce, per capire meglio a cosa ci stiamo riferendo:

  • per connessione di fibra pura si intende, ovviamente, la Fiber To The Home, dove la fibra ottica arriva direttamente nell’abitazione dell’utente, senza passare per altre reti “standard”, come il doppino. Questo garantisce prestazioni altissime, oltre i 200-300 Mega, fino al Gigabit al secondo, secondo quanto proposto dalle tariffe in fibra più performanti in questi ultimi anni;
  • le reti in fibra mista, invece, sono quelle connessioni che dalla centrale passano su degli armadi stradali, posti nelle vicinanze delle abitazioni, e connettono le linee dei clienti effettuando l’ultimo tratto attraverso il cavo in rame “tradizionale”. Tra gli standard più noti e utilizzati abbiamo la FTTC (Fiber To The Cabinet) e la FTTS (Fiber To The Street). Nonostante le prestazioni siano inferiori rispetto ad una linea FTTH, sono comunque interessanti: da 30 Mega in download si può arrivare anche a bande di 100-200 Mega. Ovviamente la stabilità è inferiore rispetto alla FTTH pura.

Le offerte devono indicare il tipo di fibra

È possibile sapere prima quale fibra ottica propone l’operatore con cui si sta per sottoscrivere un contratto? Sul DL fiscale di novembre scorso, convertito in legge alla fine dell’anno (172/2017), troviamo delle informazioni importantissime su questo argomento. In particolare, si specifica che “le imprese che forniscono reti pubbliche di comunicazione elettronica o servizi di comunicazione elettronica accessibili al pubblico forniscono informazioni chiare e trasparenti in merito alle caratteristiche dell’infrastruttura fisica utilizzata per l’erogazione dei servizi”.

L’articolo in questione lascia intendere che le compagnie telefoniche devono necessariamente specificare quale fibra verrà utilizzata, specificando nel caso di utilizzo di connessioni miste (con il rame, appunto). Questo punto è davvero molto importante, perché evita confusioni e costringe gli operatori a fornire una comunicazione chiara e non ingannevole sul servizio offerto.

Spesso, infatti, le pubblicità relative all’offerta in fibra ottica non specificavano che solo la connessione di fibra pura (FTTH) poteva offrire un accesso alla banda larga massima, fino a 1 Gbps, tacendo sulle soluzioni miste, paradossalmente le più diffuse in Italia, che non permettono di avere una velocità di questo tipo. Una condotta che ha portato a lamentele, azioni legali da parte di associazioni dei consumatori e sanzioni da parte dell’AGCOM.

Insomma, se state pensando di passare ad un’offerta in fibra ottica, leggete attentamente le caratteristiche e le condizioni dell’offerta prima di farlo, per avere tutte le informazioni relative al servizio che potete effettivamente utilizzare nella vostra zona.

Se volete avere un’idea più chiara delle tariffe in fibra più interessanti presenti nella vostra città e volete confrontarle tra loro, vi ricordiamo che su ComparaSemplice.it potete farlo in modo completamente gratuito, con un potenziale risparmio di oltre 400 euro all’anno sulla bolletta.
Se preferite parlare con un esperto, avete a disposizione un servizio di consulenza, anch’esso senza costi o obblighi d’acquisto: chiamateci al numero verde 800 709 993 (il numero è attivo dalle ore 9 alle 20, dal lunedì al venerdì), scriveteci una mail all’indirizzo info@comparasemplice.it oppure aprite una  sul nostro portale.

Chi siamo

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTV
0321.085995

Newsletter - Informativa sulla privacy

La Newsletter di comparasemplice.it è pubblicata sul sito Internet istituzionale distribuita via e-mail – in automatico e gratuitamente – a quanti fanno richiesta di riceverla compilando il form presente in questa pagina.

I dati forniti saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al solo fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui lo stesso sarà attivo.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella possibilità da parte degli utenti interessati di ricevere di comunicazioni promozionali relative a prodotti e/o servizi di Cloud Care srl. o di terzi mediante impiego del telefono con operatore e/o anche mediante sistemi automatizzati (es. email, sms, fax mms, autorisponditori) e/o posta cartacea.

Il titolare del trattamento è CLOUD CARE SRL , con sede in Via Righi 27, Novara; PEC: cloudcare@legalmail.it.

I dati saranno trattati esclusivamente secondo le finalità di cui al punto 3 e punto 6 dell’informativa generale di Cloud Care srl presente sul sito www.comparasemplice.it.

Gli interessati hanno il diritto di ottenere da Cloud Care srl, nei casi previsti, l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. del Regolamento) inviando una email all’indirizzo cloudcare@legalmail.it.

CANCELLAZIONE DEL SERVIZIO
Si può richiedere in qualsiasi momento la cancellazione dal nostro database scrivendo all’indirizzo di posta elettronica: info@comparasemplice.it.