Fibra ottica, tra accordi strategici e nuove offerte commerciali

Fibra ottica, tra accordi strategici e nuove offerte commerciali
Il post ti è stato utile?
di | 10-05-2019 | Fibra

C’è fermento nel mercato della fibra: a poco più di un anno di distanza dal 2020, termine ultimo per il raggiungimento degli obbiettivi dell’Agenda Digitale Europea per quanto riguarda l’accesso alla banda larga e ultralarga per la maggioranza dei cittadini comunitari, i provider stringono accordi strategici e si preparano all’avvento del 5G e delle nuove potenzialità “ibride” che scaturiranno da esso.

Sommario

Accordo Fastweb e Open Fiber: vantaggi per entrambi

Una delle ultime notizie in ordine di tempo riguarda Fastweb, che ha siglato qualche giorno fa un importante accordo con Open Fiber: grazie a questa intesa l’operatore potrà arrivare con i propri servizi in fibra ottica (quindi parliamo di tecnologia FTTH) anche nelle aree attualmente non raggiunte dalle reti proprie. Non solo: il provider sta lavorando anche nel potenziamento e nell’estensione delle connessioni basate sull’FTTC e sul cosiddetto FWA, in modo tale da offrire diverse alternative all’utente, di qualità dal punto di vista delle prestazioni e flessibili a seconda del tipo di copertura.

L’accordo con Fastweb, però, avrà effetti positivi anche per Open Fiber: quest’ultima, infatti, potrà accedere alle infrastrutture di Fastweb per proseguire l’estensione e lo sviluppo della propria rete (attraverso la formula wholesale).

Come spiega la stessa Elisabetta Riba, CEO di Open Fiber, il nuovo accordo “amplia il portafoglio di partnership commerciali di Open Fiber a conferma della validità del modello wholesale only che offre accesso a tutti gli operatori a condizioni paritetiche“.

TIM vuole acquisire Open Fiber?

Ma proprio in queste ore, è proprio questa posizione paritetica ad essere messa in discussione da alcuni rumors e indiscrezioni: anche TIM, infatti, sarebbe anch’essa pronta a siglare una partnership commerciale con Open Fiber ma, secondo quanto trapelato da ambienti vicini alla società, vi sarebbe anche la possibilità che Telecom Italia acquisisca Open Fiber (il CorCom avanza l’ipotesi di una fusione per incorporazione).

Tuttavia, qualora vi fosse l’effettiva possibilità di tale acquisizione, sarà interessante capire quali saranno le posizioni dell’Antitrust in merito e quali potrebbero essere le conseguenze dal punto di vista della concorrenza. Resta da capire, inoltre, se Open Fiber sarebbe propensa alla fusione e cosa accadrebbe ai progetti e alle gare pubbliche già in mano al gruppo.

Accordo tra TIM e Vodafone per unificare le reti

Intanto Telecom Italia punta ancora alla partnership strategica con Vodafone per unire le infrastrutture passive di rete e realizzare un parco di circa 22 mila torri sparse su tutta la Penisola. Una mossa che permetterebbe non solo un risparmio dei costi e degli investimenti, ma anche un potenziamento dei rispettivi servizi. Anche su questo fronte, tuttavia, l’Antitrust dovrà esprimersi, tenendo conto delle conseguenze commerciali che questa potenziale concentrazione potrebbe creare.

Accordo Sky e Open Fiber: prime offerte fibra-TV a ottobre?

Altro operatore particolarmente atteso sul mercato della fibra ottica, probabilmente già dall’autunno di quest’anno, è Sky: il noto network televisivo, infatti, ha già siglato un accordo con Open Fiber per l’accesso alla rete e tra qualche mese dovrebbe già essere pronto per offrire pacchetti convergenti TV-Fisso, senza perdere di vista neppure i servizi in mobilità (Sky Mobile, infatti, potrebbe esordire come operatore virtuale entro breve), probabilmente a partire da ottobre. Non sappiamo ancora come saranno le offerte e quali le cifre previste ma, secondo alcuni esperti di settore, potrebbero avere costi estremamente competitivi – attorno ai 40-50 euro al mese – soprattutto nel primo periodo di lancio.

Eolo esordisce nell’offerta cablata in FTTH

Concludiamo questo spazio dedicato alle novità sul versante fibra ottica con un altro importante accordo: EOLO, uno dei principali operatori FWA in Italia, ha firmato anch’esso un accordo con Open Fiber, così da poter introdurre sul proprio listino anche delle soluzioni FTTH fino a 1 Gigabit al secondo (fonte: DDay.it). La prima offerta di questo tipo ha un costo di 34,90 euro al mese ed è già disponibile in alcuni centri del Nord Italia. L’obbiettivo dell’azienda, però, è di arrivare soprattutto nelle zone meno raggiunte da tali tecnologie, dalle piccole città ai paesi, isole comprese.

State cercando delle offerte in fibra convenienti e interessanti dal punto di vista dei servizi proposti? Scoprite le proposte disponibili nel vostro Comune facendo un confronto gratuito delle tariffe fibra su ComparaSemplice.it. Se preferite l’aiuto di un esperto, i nostri contatti di riferimento sono i seguenti: info@comparasemplice.it se volete scriverci una mail, la live chat per comunicare in tempo reale con un professionista oppure il numero di telefono che trovate in alto a destra della pagina (la linea è attiva dalle 9 alle 20, dal lunedì al venerdì).

Chi siamo

Più letti

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTVMutui e Prestiti
02 20011111

Newsletter - Informativa sulla privacy

La Newsletter di comparasemplice.it è pubblicata sul sito Internet istituzionale distribuita via e-mail – in automatico e gratuitamente – a quanti fanno richiesta di riceverla compilando il form presente in questa pagina.

I dati forniti saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al solo fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui lo stesso sarà attivo.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella possibilità da parte degli utenti interessati di ricevere di comunicazioni promozionali relative a prodotti e/o servizi di Cloud Care srl. o di terzi mediante impiego del telefono con operatore e/o anche mediante sistemi automatizzati (es. email, sms, fax mms, autorisponditori) e/o posta cartacea.

Il titolare del trattamento è CLOUD CARE SRL , con sede in Via Righi 27, Novara; PEC: cloudcare@legalmail.it.

I dati saranno trattati esclusivamente secondo le finalità di cui al punto 3 e punto 6 dell’informativa generale di Cloud Care srl presente sul sito www.comparasemplice.it.

Gli interessati hanno il diritto di ottenere da Cloud Care srl, nei casi previsti, l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. del Regolamento) inviando una email all’indirizzo cloudcare@legalmail.it.

CANCELLAZIONE DEL SERVIZIO
Si può richiedere in qualsiasi momento la cancellazione dal nostro database scrivendo all’indirizzo di posta elettronica: info@comparasemplice.it.