Come attivare un nuovo contratto gas su contatore moroso

Come attivare un nuovo contratto gas su contatore moroso
5 (100%) 2 votes
di | 24-02-2017 | Energia, Gas

Devi attivare un nuovo contratto gas su contatore moroso e non sai come fare? Spesso succede che, traslocando in una nuova casa, ci si ritrovi a fare i conti con un contatore bloccato per morosità dei coinquilini precedenti e a non conoscere nemmeno il precedente fornitore. Oggi ComparaSemplice vi spiega come attivare un nuovo contratto o effettuare un subentro nel caso in cui il contatore sia stato bloccato per morosità.

Ecco cosa fare in breve:

  1. Provate a contattare i precedenti titolari del contratto
  2. Controllare la situazione delle fatture con il gestore che ha avviato la procedura di morosità
  3. Voltura e subentro: come cambiare gestore o contratto

Di seguito, nello specifico tutti gli step da compiere per poter ottenere la nuova fornitura di gas nonostante la morosità del titolare precedente.

Nuovo contratto gas su contatore moroso: come fare

Come vi abbiamo anticipato, può capitare che cambiando casa non riuscite ad attivare il contatore gas a causa di mancati pagamenti da parte degli inquilini precedenti. La prima cosa da fare è informarsi contattando i precedenti inquilini ma se non avete questa possibilità, conviene rivolgersi all’agenzia immobiliare o al proprietario (se siete in affitto) per conoscere il precedente fornitore e controllare così la situazione delle fatture rimaste in sospeso.

Non appena avete scoperto il fornitore gas a cui è associato il vostro contatore, dovrete soltanto procedere con l’attivazione segnalando il blocco del contatore per morosità: il fornitore non potrà chiedervi il pagamento delle bollette perché il debito riguarda un altro utente né potrà negarvi l’attivazione della fornitura anche se richiedete il subentro.

Ma è possibile scegliere un nuovo fornitore anche se si ha un debito con il gestore precedente? Scopriamolo insieme.

Come cambiare gestore in caso di contatore bloccato

Se vi trovate in questa situazione, sappiate che potete decidere se effettuare la voltura gas, ovvero il cambio di nome dell’intestatario del contratto, oppure il subentro gas, ossia un nuovo contratto fornitura gas.

Volete scegliere un nuovo gestore che vi permette un maggiore risparmio sulla vostra bolletta del gas? Se il precedente inquilino non ha pagato le bollette, non sarà semplice effettuare un nuovo contratto gas su contatore moroso: il cambio di fornitore è possibile soltanto quando i pagamenti delle bollette gas sono regolari.

Ovviamente lo stesso discorso vale se siete voi ad avere delle fatture insolute con il fornitore precedente: dovrete prima pagare tutti gli arretrati e poi procedere alla richiesta del cambio gestore.

In caso di contatore moroso, quindi, vi conviene innanzitutto effettuare la voltura con il fornitore attuale e poi, dopo che sono stati saldati tutti i pagamenti, potrete richiedere il cambio di gestore gas.

Se invece i pagamenti delle bollette gas sono regolari, potete attivare quando volete un nuovo contratto gas cambiando gestore o effettuando la voltura. Date un’occhiata su ComparaSemplice.it e confrontate tutte le tariffe gas per scoprire il gestore più adatto alle vostre esigenze e risparmiare fino a 250 euro sulla vostra bolletta! Potete anche votare i fornitori, leggere i commenti degli utenti e attivare le offerte gas direttamente dal sito: i nostri operatori sono disponibili per fornirvi assistenza tramite e-mail, chat o al numero verde 800.709993!

le migliori tariffe luce e gas a confronto

Articoli Correlati

Chi siamo

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTV