Bolletta GAS: Cos’è e come calcolare il Coefficiente C?

Bolletta GAS: Cos’è e come calcolare il Coefficiente C?
Il post ti è stato utile?
di | 04-05-2016 | Gas

Coefficiente C della bolletta del gasVi è capitato di ricevere bollette del gas più alte del normale? Sappiate che la colpa può essere del coefficiente C bolletta gas. Per questo oggi vi spieghiamo cosa è e come calcolarlo, con il solo obiettivo di risparmiare! È importante conoscere il coefficiente C bolletta gas per ridurre i consumi e quindi risparmiare.

Tale fattore è stato creato allo  scopo di convertire i consumi indicati dal contatore del gas nell’unità di misura utilizzata per la fatturazione (standard metri cubi) all’interno del Regime di Maggior Tutela, e non del più economico Mercato Libero.

Coefficiente C: CHE COS’È?

Il coefficiente C è un fattore introdotto l’1 luglio 2009 dall’Autorità per l’Energia Elettrica e per il Gas per convertire i metri cubi di gas indicati dal contatore in standard metro cubo (Smc) e, quindi, determinare i costi. In poche parole, i consumi segnati sul contatore gas verranno moltiplicati per questo coefficiente.

Perché è stato introdotto? Perché il volume del gas che arriva nelle abitazioni cambia nel tempo in base alla temperatura e alla pressione a cui è sottoposto, quindi assume dimensioni differenti in base alla zona geografica della fornitura. Se i fornitori prendessero in considerazione solo i metri cubi indicati dal contatore, i clienti non pagherebbero esattamente quello che realmente consumano.

Infatti, il valore del coefficiente C si calcola con una formula matematica che dipende dall’ubicazione geografica dell’immobile e da altri fattori come l’altitudine, la zona climatica e i consumi veri e propri. Questo comporta l’emissione di fatture che variano nel tempo e che, quindi, determinando aumenti o riduzioni dei costi.

Nulla a che vedere con il Mercato Libero del gas, dove le tariffe sono concordate tra il cliente e l’operatore e rimangono invariate per 1 o 2 anni con prezzi convenienti.

Coefficiente C: COME SI CALCOLA ?

La conversione da metri cubi a Smc viene effettuata direttamente dal fornitore che riporta il risultato sulla bolletta.

La formula matematica per calcolare il coefficiente C bolletta gas tiene conto di tre parametri, quali l’altitudine del Comune di riferimento (H), il numero di gradi giorno del Comune (GG) e il numero di giorni esercizio per impianto di riscaldamento che dipendono dalla zona climatica (ng).

Individuati i 3 parametri, è necessario risolvere le seguenti formule:

pb= 1.01325 X (1-0.0000225577 X H) 5.2559

kp= (pb + 0.020) : 1.01325

gg= GG/ng

kt = 288.15 : (295.15 – gg)

C= kp X kt

I risultati saranno poi arrotondati alla sesta cifra decimale secondo il criterio commerciale. Ad esempio, il fornitore Eni Gas e Luce sul suo sito riporta questo esempio di calcolo del consumo fatturato:

Consumo misurato (differenza tra le letture del contatore): 1.000 mc

Coefficiente C: 1,002000

Consumo espresso in standard metri cubi: 1.000 x 1,002000 = 1.002 smc

Ultimamente hai ricevuto delle bollette più alte rispetto a quelle dei mesi scorsi? Noi di ComparaSemplice ti consigliamo di utilizzare i nostri comparatori per fare un confronto delle tariffe più convenienti attualmente sul mercato e scegliere quella che al meglio soddisfa le tue esigenze! Ricorda che i nostri esperti sono disponibili per una consulenza gratuita e senza impegno al numero verde 800.709993 oppure nella chat che trovi all’interno della nostra Homepage.

Confronta Offerte luce ed energia elettrica

0321.085995