Cambiare fornitore GAS

Cambiare fornitore GAS
Il post ti è stato utile?
di | 11-12-2015 | Gas

Cambiare fornitore gas è un’operazione che talvolta può diventare essenziale, specie se troviamo offerte decisamente più convenienti, a volte invece è un’operazione che non dovrebbe presupporre una certa urgenza se non sappiamo esattamente quale altro piano tariffario intendiamo adottare. Prima di effettuare qualsiasi tipo di cambiamento consigliamo di dare un’occhiata al nostro comparatore per trovare appunto la migliore offerta luce, gas o luce+gas

In ogni caso, dobbiamo precisare e chiarire alcune cose che tuttora sono un tabù vero e proprio nella mente di coloro che si apprestano ad un cambiamento.

Confronta Offerte luce ed energia elettrica

Non ci saranno interruzioni dell’erogazione del precedente servizio qualora si voglia effettuare un cambio di operatore gas

Al giorno d’oggi molti sono purtroppo convinti che un cambio di operatore pouò comportare l’interruzione dell’erogazione del precedente servizio, vi diciamo subito che non è così. Quando vi rivolgerete ad un operatore nuovo, sarà onere di quest’ultimo occuparsi di tutta la pratica, quindi delle questioni burocratiche inerenti al recesso del vecchio contratto e all’attivazione del nuovo. La legge italiana prevede espressamente questo modo di procedere.

Non ci saranno così extra durante il passaggio

Anche su questo punto intendiamo rassicurarvi, l’unico costo da sopportare è inerente alle spese amministrative relative alla marca da bollo in calce alla richiesta di conclusione del contratto precedente e quelle relative al deposito cauzionale che l’operatore può richiedere alla firma del contratto col nuovo operatore. (il deposito in genere ammonta dai 25 euro ai 77 euro all’anno, tutto dipende dai consumi). Per ovvie ragioni questo deposito non deve mai coincidere con una forma di anticipo sugli eventuali consumi futuri, quindi fate attenzione a non accettare il pagamento di un eventuale anticipo; detto questo qualora vi trovaste di fronte ad un atteggiamento di questo genere da parte dell’operatore non esitate ad impugnare il contratto e rivolgetevi presso l’associazione consumatori.

Step da seguire per inziare la procedura di passaggio

  • Scegliere con cautela e attenzione la miglior offerta presente sul mercato (mercato libero o maggior tutela a seconda delle vostre esigenze)
  • Contattare il nuovo operatore e iniziare la procedura

Solitamente la procedura andrà in porto all’incirca dopo due mesi da quando è stata effettuata la richiesta da parte dell’utente. Quando intendete attivare un’offerta online vi raccomandiamo di  avere sempre a portata di mano il numero di stringa che identifica l’utenza e l ‘ubicazione.

Confronta Offerte luce ed energia elettrica

Ricordatevi che al momento della sottoscrizione di un contratto in riferimento alle offerte inerenti il mercato libero, l’operatore deve necessariamente allegare la scheda di confrontabilità della spesa in modo da avere un resoconto immediatamente consultabile delle differenze sussistenti tra mercato libero e a maggior tutela.

Scopri su ComparaSemplice le migliori offerte gas, scopri con noi come risparmiare e vota il tuo fornitore. ComparaSemplice è il comparatore di tariffe che sta sempre al tuo fianco e che ti accompagna in ogni situazione legata all’acquisto di un qualsivoglia piano tariffario luce e gas, scegli il risparmio e la qualità insieme, scegli ComparaSemplice!

 

Articoli Correlati

Chi siamo

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTV
0321.085995