8 domande da fare a chi ti propone un contratto Internet e telefono

di | 04-09-2020 | Internet ADSL e Fibra
8 domande da fare a chi ti propone un contratto Internet e telefono

Per attivare una nuova offerta Internet e telefono, sia che abbiate richiesto la migrazione di un numero già esistente, sia che dobbiate attivare una linea telefonica ex novo, è necessario sottoscrivere un contratto con la compagnia che vi fornirà il servizio. Sempre più spesso la procedura di richiesta avviene online, utilizzando i portali degli stessi provider o dei siti terzi, magari dopo aver effettuato prima un confronto delle tariffe ADSL e fibra e valutare tutte le alternative disponibili.

Se, però, state pensando di stipulare un contratto telefonicamente oppure di persona, ad esempio in un negozio del gestore, ecco 8 domande da fare a chi ti propone un contratto Internet e telefono: sono dei quesiti molto importanti, da sottoporre all’addetto vendite prima di firmare il contratto stesso, così da avere maggiore libertà di scelta e meno grattacapi.

Ricordiamo che tutti gli operatori telefonici garantiscono al cliente il diritto di ripensamento entro 14 giorni dall’attivazione del servizio: pur avendo sottoscritto il contratto, quindi, potrete recederlo entro le prime due settimane, senza costi o penali. Tuttavia sarà necessario compilare un modulo, mettersi in contatto con l’assistenza e seguire la pratica, tutte azioni molto semplici ma che in molti casi si potrebbero evitare se si avessero già alcune informazioni chiave prima della firma del contratto.

Sommario

1. Ci sono vincoli di permanenza?

La prima domanda da fare è senza dubbio questa: per quanto tempo è necessario restare clienti del provider? La maggior parte dei gestori, infatti, prevede una durata minima contrattuale, solitamente 24 mesi, legata principalmente al costo di attivazione: per avere il contributo gratuito è necessario rispettare la durata minima. In caso di recesso anticipato sarà necessario pagare le mensilità rimanenti delle 24 previste.

2. Il modem è gratuito o a pagamento?

Molti operatori sponsorizzano il modem come “compreso nel piano”, senza costi aggiuntivi rispetto al costo del canone del piano, ma spesso si tratta di una formula “in vendita abbinata”: il costo dell’apparato, quindi, viene azzerato solo se si rispetterà un vincolo di almeno 48 mesi. Anche in questo caso, quindi, in caso di recesso anticipato sarà necessario pagare il costo mensile del modem per i mesi rimanenti.

Se il modem viene fornito gratuitamente, invece, è probabile che sia in comodato d’uso: informatevi se dovrà essere restituito in caso di disdetta o passaggio ad altra compagnia e quali sono le modalità di restituzione.

3. L’attivazione è davvero gratuita?

Anche se in realtà abbiamo già accennato a questo punto in precedenza, è importante soffermarci un attimo. In genere l’attivazione è gratis mantenendo l’offerta attiva per almeno 24 mesi. Non mancano, tuttavia, provider o promozioni speciali che prevedono l’azzeramento senza vincoli di tale costo.

Informatevi prima dal gestore, quindi, sulle condizioni previste per avere l’attivazione gratuita. Se dovete richiedere una nuova linea telefonica, inoltre, fatevi chiarire dalla compagnia se l’attivazione non ha costi comunque oppure se l’azzeramento è previsto solo in caso di portabilità di una linea già attiva.

4. Che copertura Internet è presente nella mia zona?

Generalmente i provider danno ampio risalto alla velocità massima che riescono ad erogare su fibra ottica: tutti i principali gestori ormai pubblicizzano la loro “Gigabit”, anche se in realtà la FTTH (Fiber To The Home), l’unico standard in grado di offrire tali prestazioni, è ancora circoscritta in alcuni centri. È importante, quindi, chiedere alla compagnia quale tecnologia è presente nella zona in cui verrà attivato il piano, tenendo a mente le principali:

  • ADSL: rete in rame che arriva fino ad una velocità massima di 20 Mbps;
  • Fibra Mista Rame (come la FTTC e la FTTS): tecnologia “ibrida” che può arrivare fino a 200 Mbps di velocità;
  • Fibra Ottica (FTTH): rete completamente in fibra che può arrivare ad una banda fino a 1 Gigabit al secondo.

5. Qual è la velocità minima garantita prevista?

Non fatevi affascinare dalla velocità pubblicizzata dai gestori: le bande che vi abbiamo segnalato nel paragrafo precedente, infatti, sono meramente teoriche e non reali. La velocità effettiva, infatti, è influenzata da vari fattori, come ad esempio lo stato delle infrastrutture, la distanza dalla centrale, la saturazione della rete durante alcune fasce orarie, etc….

Per questo motivo gli operatori sono obbligati ad informare i clienti sulla banda minima garantita, ossia la velocità minima che la compagnia deve rispettare in qualsiasi caso, ovviamente se non vi sono problematiche tecniche o guasti. Chiedete quale sia la velocità minima prevista per l’offerta che state per attivare, evitando così di sottoscrivere il contratto e di ritrovarvi con prestazioni deludenti.

6. Le telefonate sono comprese?

Se la linea voce per voi è importante, chiedete se il servizio è compreso nel piano e a quali condizioni. Nella maggior parte delle tariffe Internet e telefono attuali le chiamate sono illimitate e senza scatto alla risposta ma potrebbero esservi soluzioni apparentemente più convenienti che hanno le telefonate a consumo (non il massimo se si usano spesso sul fisso).

7. Come devo pagare la bolletta del fisso?

Quasi tutte le compagnie telefoniche ormai prevedono di default il pagamento su un metodo automatico, come carta di credito o conto corrente. Tuttavia, se non volete l’addebito diretto sul conto o preferite l’uso di un altro sistema (ad esempio il bollettino postale) è importante fare una domanda specifica a chi vi propone un contratto Internet e telefono.

In questo modo saprete in anticipo tutte le opzioni a vostra disposizione e le condizioni previste (ad esempio, la scelta del bollettino potrebbe comportare il pagamento di un costo aggiuntivo rispetto all’addebito automatico).

8. Ci sono vantaggi se sono cliente mobile?

Sempre più spesso i provider regalano dei giga (addirittura illimitati, a seconda dell’operatore) o altri vantaggi se si è già clienti mobile o se lo si diventa contestualmente all’attivazione del fisso: perché non approfittarne, quindi? Fate sapere all’assistenza commerciale che sta per attivare l’offerta fissa che siete già clienti dello stesso operatore sullo smartphone e chiedete se sono previste delle promozioni.

Quelle che avete letto fin qui sono le 8 domande da fare a chi ti propone un contratto Internet e telefono, che vi faranno evitare spiacevoli sorprese e costringervi a dover recedere il contratto anticipatamente, pagando spiacevoli costi extra.

Volete un aiuto concreto nella ricerca dell’offerta Internet casa migliore? Con ComparaSemplice.it avete a vostra completa disposizione un esperto in grado di rispondere a tutti i vostri dubbi e trovare per voi la soluzione ideale, in base alle vostre effettive abitudini di utilizzo. Scrivete a info@comparasemplice.it oppure sulla live chat del sito per saperne di più. La consulenza, lo ricordiamo, non ha costi né impegni d’acquisto.

Chi siamo

Più letti

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTVMutui e Prestiti

Newsletter - Informativa sulla privacy

La Newsletter di comparasemplice.it è pubblicata sul sito Internet istituzionale distribuita via e-mail – in automatico e gratuitamente – a quanti fanno richiesta di riceverla compilando il form presente in questa pagina.

I dati forniti saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al solo fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui lo stesso sarà attivo.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella possibilità da parte degli utenti interessati di ricevere di comunicazioni promozionali relative a prodotti e/o servizi di Cloud Care srl. o di terzi mediante impiego del telefono con operatore e/o anche mediante sistemi automatizzati (es. email, sms, fax mms, autorisponditori) e/o posta cartacea.

Il titolare del trattamento è CLOUD CARE SRL , con sede in Via Righi 27, Novara; PEC: cloudcare@legalmail.it.

I dati saranno trattati esclusivamente secondo le finalità di cui al punto 3 e punto 6 dell’informativa generale di Cloud Care srl presente sul sito www.comparasemplice.it.

Gli interessati hanno il diritto di ottenere da Cloud Care srl, nei casi previsti, l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. del Regolamento) inviando una email all’indirizzo cloudcare@legalmail.it.

CANCELLAZIONE DEL SERVIZIO
Si può richiedere in qualsiasi momento la cancellazione dal nostro database scrivendo all’indirizzo di posta elettronica: info@comparasemplice.it.