ADSL con bollettino postale: quanto costa?

di | 24-09-2020 | Fastweb, Internet ADSL e Fibra, TIM, Tiscali, Vodafone, Wind

La maggior parte delle promozioni ADSL presenti sul mercato, in particolare quelle online, richiedono solitamente l’addebito su conto corrente o su carta di credito come metodo di pagamento al momento della richiesta. Dopo aver attivato l’offerta si potrebbe effettuare una modifica del metodo di pagamento dalla propria area clienti ma in molti casi è disponibile solamente l’opzione per il cambio IBAN o la sostituzione con una carta (e viceversa). È possibile, quindi, richiedere una linea ADSL senza conto corrente, pagando con bollettino postale?

Una risposta generica a questa domanda potrebbe essere la seguente: pagare l’ADSL con bollettino postale è ormai una scelta raramente disponibile al momento della sottoscrizione di un contratto, soprattutto se si effettua la procedura online. In certi casi è possibile optare per questo sistema di pagamento richiedendo l’attivazione in negozio, ma sostenendo delle spese aggiuntive (per l’invio cartaceo della bolletta e come deposito cauzionale).

Ma andiamo sullo specifico e vediamo cosa prevedono i principali gestori sull’ADSL con bollettino postale quest’anno.

Sommario

ADSL Fastweb con bollettino postale

Fastweb non prevede il bollettino come opzione di pagamento a scelta all’apertura di un nuovo contratto online. Il cliente può richiedere in negozio questo sistema, ma deve tener conto di due condizioni previste dall’operatore:

  • il pagamento di un deposito cauzionale (“il Cliente si impegna a versare, su richiesta motivata di Fastweb o in caso di pagamento dei corrispettivi tramite bollettino postale un deposito cauzionale infruttifero il cui importo sarà commisurato al valore dei Servizi richiesti e degli Apparati forniti”). L’operatore specifica, inoltre, che il deposito richiesto può aumentare in qualsiasi momento, “nel caso in cui esso non risulti più adeguato”;
  • il pagamento di un contributo per le spese di spedizione necessarie all’invio della fattura e del bollettino in formato cartaceo, pari a 92 cent al mese.

ADSL TIM con bollettino postale

Come i concorrenti, Telecom Italia prevede come opzioni di pagamento il RID o la carta di credito. Se il cliente decide di fare richiesta per l’uso del bollettino postale e della bolletta in formato cartaceo, “verrà addebitato un importo mensile pari a 2,50 euro IVA inclusa, comprensivo delle spese di spedizione”.

Vodafone ADSL con bollettino

Anche Vodafone prevede l’addebito di un importo mensile aggiuntivo in bolletta (2 euro IVA esclusa), in caso di invio della fattura in formato cartaceo.

Nelle condizioni contrattuali, inoltre, si specifica che “Vodafone può richiedere un importo equo, in base al corrispettivo dovuto per la fruizione dei servizi, non produttivo di interessi, quale garanzia per l’adempimento delle obbligazioni del Cliente pari a 50 euro in caso di pagamento con bollettino postale”. Il deposito cauzionale può essere adeguato in caso di irregolarità, ritardi nei pagamenti o superamento dei limiti previsti dai servizi attivati sulla linea.

ADSL WINDTRE con bollettino postale

Il provider unico WINDTRE prevede il pagamento di un extra di 2 euro al mese in bolletta per chi richiede l’invio della fattura in formato cartaceo.

Tuttavia la compagnia specifica sulle condizioni contrattuali che “potrà subordinare l’attivazione del Servizio a modalità di pagamento specifiche”: è possibile, quindi, che l’offerta desiderata possa essere attivata solo ed esclusivamente con addebito su carta di credito o conto corrente.

ADSL Tiscali con bollettino

Come i concorrenti, Tiscali applica un costo aggiuntivo in fattura di 2 euro al mese per l’invio della fattura cartacea.

Sulle condizioni contrattuali dei servizi per il fisso, inoltre, aggiunge che “per i contratti in cui è previsto il pagamento mediante bollettino postale, sarà applicato un contributo una tantum. L’importo, presente solo sulla prima fattura o sulla fattura successiva alla modifica del metodo di pagamento, è di 71,06 € IVA inclusa”.

ADSL con bollettino postale: è davvero conveniente?

Come abbiamo visto, la scelta del bollettino postale per pagare un servizio ADSL non è sempre possibile “di default” ed è spesso necessario richiedere esplicitamente tale opzione direttamente all’operatore. Il pagamento con il bollettino in formato cartaceo, inoltre, comporta un costo aggiuntivo sul canone, che in un anno può ammontare addirittura a 30 euro. A tali costi bisognerà aggiungere anche l’eventuale deposito cauzionale a cui diversi gestori si affidano per ridurre i rischi di mancati pagamenti o di ritardi.

Se avete ancora dei dubbi e volete avere il parere di un esperto, potete scriverci a info@comparasemplice.it o aprire la live chat del sito: un consulente è a vostra completa disposizione per rispondere a tutte le domande in merito all’offerta che volete attivare e alle alternative più convenienti.

Chi siamo

Più letti

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTVMutui e Prestiti

Newsletter - Informativa sulla privacy

La Newsletter di comparasemplice.it è pubblicata sul sito Internet istituzionale distribuita via e-mail – in automatico e gratuitamente – a quanti fanno richiesta di riceverla compilando il form presente in questa pagina.

I dati forniti saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al solo fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui lo stesso sarà attivo.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella possibilità da parte degli utenti interessati di ricevere di comunicazioni promozionali relative a prodotti e/o servizi di Cloud Care srl. o di terzi mediante impiego del telefono con operatore e/o anche mediante sistemi automatizzati (es. email, sms, fax mms, autorisponditori) e/o posta cartacea.

Il titolare del trattamento è CLOUD CARE SRL , con sede in Via Righi 27, Novara; PEC: cloudcare@legalmail.it.

I dati saranno trattati esclusivamente secondo le finalità di cui al punto 3 e punto 6 dell’informativa generale di Cloud Care srl presente sul sito www.comparasemplice.it.

Gli interessati hanno il diritto di ottenere da Cloud Care srl, nei casi previsti, l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. del Regolamento) inviando una email all’indirizzo cloudcare@legalmail.it.

CANCELLAZIONE DEL SERVIZIO
Si può richiedere in qualsiasi momento la cancellazione dal nostro database scrivendo all’indirizzo di posta elettronica: info@comparasemplice.it.