Andamento mercato telefonia e Internet (Gross Adds): dicembre 2018

Andamento mercato telefonia e Internet (Gross Adds): dicembre 2018
5 (100%) 1 vote
di | 18-01-2019 | Internet ADSL e Fibra

Sommario

Dicembre 2018: panoramica del mercato Internet e telefonia

Con il mese di dicembre, l’andamento della domanda per i servizi Internet e telefonia da fisso ha seguito la stagionalità. Il trend mostra un calo nella domanda del 20% rispetto al mese precedente. Anche effettuando un confronto con lo sesso mese dell’anno precedente, dicembre 2018 si caratterizza per un volume di domanda più contenuto (-6,5%).

Nel mese di dicembre si è assistito all’entrata in vigore del divieto d’imposizione del modem in vendita abbinata alle offerte (valido solo per i nuovi contratti, dal 1° gennaio il diritto viene esteso anche ai vecchi contratti). Un cambiamento epocale in termini di regolamento, che, però, non sembra aver impattato in modo sensibile sulla fluidità del mercato Internet e telefonia.

Quello che si è appena chiuso è stato senz’altro un anno fondamentale per il miglioramento della qualità delle reti di connessione da postazione fissa grazie allo sforzo pubblico e privato. Il 2018 vede una copertura nazionale delle connessioni ultra broadband del 14,8%. Senz’altro una copertura più interessante di quella del 2017, quando le unità immobiliari raggiunte dalla fibra ottica erano appena il 5,3%.

Il 2018 è stato anche l’anno delle rimodulazioni: i provider, con il passaggio dalla fatturazione a 28 giorni a quella mensile, hanno avviato una serie di rimodulazioni, prima per adeguare il canone alla perdita della tredicesima mensilità imposta da Agcom, poi per “continuare a garantire standard elevati di servizio”. Alcuni vecchi clienti TIM, Vodafone, Fastweb e Wind hanno visto, in pochi mesi, hanno visto aumentare di qualche euro il loro canone mensile, in alcuni casi anche due volte nel giro di pochi mesi.

Il mese precedente

Sulla base dei dati Gross Adds raccolti da ComparaSemplice.it per  Il mese di novembre 2018, si è visto TIM in posizione dominante (33,39%). Vodafone (31,11%), a distanza di poco più di due punti percentuali da TIM, mantiene la seconda posizione. Fastweb si consolida in terza posizione con il 22,29% del mercato. Seguiva Wind con il 10,57% e Tiscali con il 2,64%.

Telefonia fissa e Internet: gli operatori preferiti dai consumatori a dicembre 2018 (acquisizioni lorde)

Le quote del mercato Internet e telefonia, a dicembre 2018, mostrano poche variazioni sostanziali, mantenendo invariata la classifica generale.

TIM risulta ancora il provider preferito dagli italiani che scelgono di cambiare operatore. A dicembre detiene il 34,29% delle quote Gross Adds, conquistando circa un punto percentuale rispetto al mese precedente.

Vodafone (27,55%) perde un po’ di terreno rispetto al mese precedente. Margine di cui hanno approfittato TIM e Wind. Fastweb, d’altra parte, rimane in terza posizione con il 22,32% delle quote Gross Adds rilevate da ComparaSemplice.it, che rimangono sostanzialmente invariate rispetto al mese precedente.

Come si è detto, Wind guadagna circa 2,5 punti percentuali, senza, però, spostarsi dalla propria posizione.

Anche Tiscali guadagna qualche decimo di punto percentuale rispetto a novembre 2018, raggiungendo quota 2,81%.

Migrazioni verso altro operatore

Nel mese di dicembre, le migrazioni in uscita da ciascun operatore rispecchiano fedelmente la classifica di mercato Gross Adds illustrate sopra.

I clienti Internet e telefonia da fisso usciti da TIM, hanno optato in gran parte per Vodafone (46,28%), approfittando del canone scontato in offerta per 4 anni, in seconda battuta per Fastweb (34,08%), che ha mantenuto lo sconto sul canone per il primo anno.

Gli ex clienti Vodafone sono passati a TIM nel 49,52% dei casi, probabilmente attratti dalla combinazione vincente del brand e dello sconto di 120€ offerto alle attivazioni online. Uno sconto che, in ogni modo, non ha annullato il peso rilevante del contributo per il servizio TIM Expert, che spesso prende di sorpresa il consumatore.

Chi ha abbandonato Fastweb, lo ha fatto in favore di TIM (45,27%) o è migrato verso Vodafone (29,64%). Chi ha chiuso un contratto con Wind ha scelto TIM per il 40,69% dei casi o Vodafone (33%). Anche gli ex clienti Tiscali hanno optato in maggioranza per TIM (35,43%) o Vodafone (26,01%).

Le quote assolute di mercato (dati Agcom 3° trim 2018)

Al fine di avere una panoramica complessiva del mercato Internet e telefonia, passiamo a vedere qual è il market share assoluto dei principali provider, secondo gli ultimi dati pubblicati da Agcom (3° trimestre 2018).

La spartizione del mercato vede TIM in posizione di leadership con uno share del 51,2%, perdendo 3,1 punti percentuali in un anno. Vodafone guadagna posizioni, detenendo il 13,6% del mercato (+1,5 p.p. dal 2017). Seguono Wind (13,2%) e Fastweb (12,7%); quest’ultimo con una crescita più marcata (+0,7 p.p).

Linkem è in quinta posizione, con il 2,8% del mercato. Chiude la classifica dei top provider Tiscali (2,2%). Gli altri operatori si spartiscono il 4,4% restante.

Immagine: Osservatorio Agcom 3° trim 2018

L’analisi

Andando ad analizzare le offerte presentate dai provider sul mercato Internet e telefonia di dicembre 2018, è possibile completare l’analisi dell’andamento delle quote Gross Adds. Per farlo, abbiamo confrontato le offerte fibra a condizioni equiparabili (abbonamenti in fibra ottica flat per traffico dati e telefonate e modem incluso)dei principali provider italiani.

La Connect Fibra Gold di TIM, a dicembre è stata proposta alle condizioni promozionali della Winter Editiion: 29,90€/mese con uno sconto di 120€ per le sole attivazioni online. Il primo anno, questa offerta, propone anche l’opzione velocità inclusa nel canone (dal secondo anno, per continuare a navigare alla massima velocità, si dovranno aggiungere 5€ alla spesa mensile). Per calcolare il reale esborso per questo abbonamento TIM, si dovranno aggiungere anche i 6,90€/mese del servizio TIM Expert. Coloro che hanno attivato questa offerta online, il primo anno pagheranno una quota complessiva mensile di 26,80€.

Vodafone, con Internet Unlimited Plus, propone un’offerta a canone scontato per ben 4 anni (24,90€/mese invece di 29,90€/mese). Il costo d’attivazione è di 5,90€/mese da pagare per lo stesso periodo (in tutto, 283,20€). Alla fine dei conti, l’offerta Vodafone risulta la più cara durante il primo anno di rinnovi, raggiungendo la somma di 30,80€.

Per Fastweb, l’offerta che corrisponde agli standard di questo confronto è Internet+Telefono. Con nessun vincolo temporale effettivo, questa offerta propone un canone scontato per un anno di 29,95€/mese (poi 34,95€/mese). Attivazione gratuita e telefonate verso fissi nazionali comprese nel canone: l’unica cosa da aggiungere al costo mensile sono le chiamate verso mobile a consumo (5 centesimi al minuto).

Fibra1000 Unlimited di Wind durante il mese di dicembre è stata proposta a un canone di 24,90€/mese, con attivazione compresa nel prezzo. Il vincolo è di 24 mesi, ma non c’è nulla da aggiungere al prezzo mensile.

Tiscali conclude la nostra panoramica mensile con un’offerta (Ultrafibra Giga) trasparente a 24,95€/mese, senza vincoli e alla quale non bisogna aggiungere nulla. La connessione FTTH proposta da Tiscali si appoggia su rete Open Fiber per Bologna, Cagliari, Milano, Perugia e Torino; in più, grazie alla  copertura della rete TIM, la copertura della fibra è disponibile in altri 40 Comuni italiani.

LevaTIMVodafoneFastwebWindTiscali
Offerta più vendutaConnect Fibra Gold Winter EditionInternet Udnlimited +Internet+TelefonoFibra1000 UnlimitedUltrafibra Giga
Canone in offerta29,90€/mese24,90€/mese29,95€/mese24,90€/mese24,95€/mese
Durata promoPer sempre48 mesi12 mesiPer semprePer sempre
Canone a regime29,90€/mese29,90€/mese34,95€/mese24,90€/mese24,95€/mese
Eventuali sconti120€NessunoNessunoNessunoNessuno
Costo effettivo al mese per il primo anno (comprensivo di sconti)26,8€/mese30,80€/mese29,95€/mese24,90€/mese24,95€/mese
Opzione ultra-velocitàGratis il primo anno;  5€/mese dal secondo annoGratisGratisGratisGratis
Vincolo di fatto48 mesi48 mesiNessuno24 mesiNessuno
Traffico voceIllimitato verso fissi e mobili nazionaliIllimitato verso fissi e mobili nazionali e verso fissi internazionaliIllimitato verso fissi nazionali e verso fissi internazionali, verso mobile 5 centesimi/minutoIllimitato verso fissi nazionali e internazionali e verso mobili nazionaliIllimitato verso fissi e mobili nazionali, 60 minuti inclusi verso fissi internazionali
Attivazione331,20€283,20€NessunaNessunaNessuna
Modem incluso nel prezzo

Classifica delle offerte di dicembre per costi effettivi al mese per il primo anno

Di seguito, la classifica delle offerte sulla base dei costi effettivi (tutto compreso) al mese per ciascun operatore, secondo le offerte internet e telefono di dicembre 2018. Si parte dalla più economica.

 WindTiscaliTIMFastwebVodafone
Costo effettivo al mese per il primo anno24,90€/mese24,95€/mese26,80€/mese29,95€/mese30,80€/mese

Andamento mercato consumer telefonia e Internet dicembre 2018: il grafico del trend

Con dicembre si conclude il 2018. Eccoci, quindi a vedere anche il trend di lungo periodo delle acquisizioni lorde sul mercato telefonia e Internet. Un  trend che si basa sui dati raccolti da ComparaSemplice.it.

Chi siamo

Più letti

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTVMutui e Prestiti
0321.085995

Newsletter - Informativa sulla privacy

La Newsletter di comparasemplice.it è pubblicata sul sito Internet istituzionale distribuita via e-mail – in automatico e gratuitamente – a quanti fanno richiesta di riceverla compilando il form presente in questa pagina.

I dati forniti saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al solo fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui lo stesso sarà attivo.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella possibilità da parte degli utenti interessati di ricevere di comunicazioni promozionali relative a prodotti e/o servizi di Cloud Care srl. o di terzi mediante impiego del telefono con operatore e/o anche mediante sistemi automatizzati (es. email, sms, fax mms, autorisponditori) e/o posta cartacea.

Il titolare del trattamento è CLOUD CARE SRL , con sede in Via Righi 27, Novara; PEC: cloudcare@legalmail.it.

I dati saranno trattati esclusivamente secondo le finalità di cui al punto 3 e punto 6 dell’informativa generale di Cloud Care srl presente sul sito www.comparasemplice.it.

Gli interessati hanno il diritto di ottenere da Cloud Care srl, nei casi previsti, l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. del Regolamento) inviando una email all’indirizzo cloudcare@legalmail.it.

CANCELLAZIONE DEL SERVIZIO
Si può richiedere in qualsiasi momento la cancellazione dal nostro database scrivendo all’indirizzo di posta elettronica: info@comparasemplice.it.