Come cambiare operatore ADSL? Passi, tempi e possibili disservizi

Come cambiare operatore ADSL? Passi, tempi e possibili disservizi
5 (100%) 1 vote
di | 27-10-2014 | Internet ADSL e Fibra, Leggi Norme Regole

[img-left]modem adsl per connessione Internet[/img-left]Stai pensando di cambiare la tua connessione ADSL ad Internet?
L’avvento di Internet e di tutti i servizi ad esso connessi ha portato le famiglie italiane a dover imparare il gergo tecnico del settore e a doversi confrontare con modem e tariffe ADSL pur di poter usufruire di questo “magico” servizio.

La quasi totalità delle attuali famiglie possiede un computer, che viene utilizzato nell’80% dei casi per la navigazione internet e per la restante parte per gli usi classici, e di conseguenza necessita di una linea ADSL o, in assenza di questo tipo di connessione, di una connessione senza fili WiMax o satellitare.
Qui si pone il primo problema, poichè spesso e volentieri ci si trova di fronte ad una ragnatela di offerte e di “occasioni da non perdere”, che in realtà altro non sono che specchietti per le allodole o per meglio dire per gli ignari clienti. Poniamo il caso comunque di essere riusciti a compiere una scelta, ad esempio tramite la comparazione delle migliori tariffe ADSL offerta dal nostro sito,  aver attivato una nuova linea adsl ed essere entrati di diritto a fare parte quindi della famiglia degli “internauti”.

Tutte le offerte ADSL, Fibra ottica e WIMAX

E’ doveroso ricordare che l’attivazione di una nuova linea adsl è facile e veloce, avviene per via telefonica ma nasconde la maggior parte delle volte un regolamento o delle particolari opzioni che è bene leggere prima di sottoscrivere qualsiasi tipo di contratto. Se dopo aver ottenuto l’attivazione della nuova linea ADSL non siamo soddisfatti, per una serie di motivi che possono andare dalla mancanza di segnale o alla fattura che ci arriva con importi maggiori di quelli pattuiti, allora possiamo decidere semplicemente di cambiare gestore ADSL. Questa operazione ultimamente è divenuta oggetto di particolare controllo da parte dell’Agcom (Autorità garante nelle comunicazioni) proprio per garantire maggior tutela al consumatore finale (vedi anche l’articolo sui migliori operatori TLC)

Quali sono i passi principali per riuscire a cambiare operatore ADSL in maniera semplice e senza intoppi?

  1. Il primo passaggio da affrontare sarà la scelta del nuovo operatore a cui affidarci, dopo un’attenta analisi dei costi e delle tariffe che ci verranno applicati. Prima di sottoscrivere il nuovo contratto è consigliabile verificare anche la copertura del segnale nella nostra zona di residenza, in modo da essere sicuri di poter usufruire in maniera continuativa del servizio.
  2. Una volta effettuata la scelta del nuovo operatore ADSL bisognerà comunicare telefonicamente a quest’ultimo la nostra intenzione di effettuare il passaggio. A questo punto sarà compito loro comunicare la nostra decisione al vecchio gestore e a coordinare la disattivazione della vecchia linea e l’attivazione della nuova. L’unico compito che ci viene richiesto in questa fase è quello di comunicare il codice di migrazione al nuovo gestore, necessario per effettuare il trasferimento nei tempi previsti. Questo codice è reperibile su tutte le fatture del vecchio gestore, sull’area personale del portale internet (se siete registrati) o in ogni caso può essere richiesto direttamente al vecchio operatore.
  3. La fase di migrazione ha comunque un suo costo, di solito intorno a poche decine di euro, sopratutto se il recesso viene fatto anticipatamente cioè prima della naturale scadenza del contratto stesso. In tutti i casi risulta sempre più conveniente cambiare gestore che non recedere del tutto dal contratto, poichè i costi potrebbero essere notevolmente superiori.
  4. Una volta comunicato il codice di migrazione, dovrebbero passare all’incirca 30 giorni prima che si abbia la piena regolarizzazione del contratto. Nel frattempo dovremo stipulare il nuovo accordo telefonicamente con il gestore. Bisognerà infatti dare il consenso alla registrazione della telefonata a dimostrazione della reale intenzione di stipulare il nuovo contratto. Successivamente l’operatore ci invierà a mezzo posta un modulo cartaceo di conferma che dovrà essere firmato e reinviato al mittente. Questo garantirà la stipula corretta del nuovo accordo e vi saranno indicate tutte le informazioni inerenti ossia: costi, modalità di pagamento, caratteristiche del servizio, durata.

A questo punto potrebbe sembrare tutto risolto ma non crediate che sia sempre cosi facile. Può accadere di leggere di alcune lamentele di utenti che in seguito alla loro richiesta non hanno ottenuto il servizio ambito.

Possono esserci delle complicazioni “operative” alle volte difficili da spiegare e prevedere, che però attengono alla normale gestione “umana” di una pratica di qualsiasi tipo. Nel frattempo sia il vecchio che il nuovo gestore potrebbero emettere una fattura e ci si può ritrovare a ricevere una doppia bolletta anche senza aver ancora usufruito dei servizi del nuovo gestore. Parliamo di pochi euro ma fortunatamente in questi casi viene in aiuto del cliente la già nominata Agcom, che ha previsto il “diritto di indennizzo” proprio per tutti quegli utenti vittime di tali disservizi. Questo indennizzo prevede infatti che a tutti gli utenti ai quali la compagnia non è stata in grado di attivare il servizio nei tempi stabiliti, venga corrisposto un risarcimento di 7,50 euro per ogni giorno di ritardo. Se ciò non dovesse bastare è possibile ulteriormente aprire un contenzioso con l’operatore per attuare una conciliazione. In altre parole le parti in causa cercano una soluzione bonaria alla questione, aiutati da una terza parte ( i Co.re.com di competenza regionale). In caso poi la conciliazione non andasse a buon fine, dopo 30 giorni è possibile comunque rivolgersi direttamente all’autorità giudiziaria.

Resta il fatto che tutte le famiglie che intendono avvalersi di nuovi servizi o cambiare la loro scelta verso nuovi operatori ADSL (o altro tipo di connessione al WEB), al fine di non incappare in questo genere di problematiche farebbero bene a leggere tutti i fascicoli informativi messi a disposizione dalle compagnie prima di sottoscrivere qualsiasi contratto. In questi potrebbero esserci infatti delle penali sulla connessione Internet e Adsl, con specifiche regole, tempi e costi.

Per eventuali disservizi alla vostra attuale linea Internet in banda larga, potete realizzare rapidamente un test della connessione Internet (speed test) su questo sito.

Chi siamo

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTV
0321.085995

Titolo Popup

La Newsletter di comparasemplice.it è pubblicata sul sito Internet istituzionale distribuita via e-mail – in automatico e gratuitamente – a quanti fanno richiesta di riceverla compilando il form presente in questa pagina.

I dati forniti saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al solo fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui lo stesso sarà attivo.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella possibilità da parte degli utenti interessati di ricevere di comunicazioni promozionali relative a prodotti e/o servizi di Cloud Care srl. o di terzi mediante impiego del telefono con operatore e/o anche mediante sistemi automatizzati (es. email, sms, fax mms, autorisponditori) e/o posta cartacea.

Il titolare del trattamento è CLOUD CARE SRL , con sede in Via Righi 27, Novara; PEC: cloudcare@legalmail.it.

I dati saranno trattati esclusivamente secondo le finalità di cui al punto 3 e punto 6 dell’informativa generale di Cloud Care srl presente sul sito www.comparasemplice.it.

Gli interessati hanno il diritto di ottenere da Cloud Care srl, nei casi previsti, l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. del Regolamento) inviando una email all’indirizzo cloudcare@legalmail.it.

CANCELLAZIONE DEL SERVIZIO
Si può richiedere in qualsiasi momento la cancellazione dal nostro database scrivendo all’indirizzo di posta elettronica: info@comparasemplice.it.