Connessione Internet: le tecnologie di connessione per la linea fissa

Connessione Internet: le tecnologie di connessione per la linea fissa
5 (100%) 1 vote
di | 04-04-2016 | Internet ADSL e Fibra, Telefonia

Tutti noi siamo costantemente connessi ad internet e navighiamo attraverso i nostri smartphone e computer. Grazie ad internet cerchiamo lavoro, comunichiamo con i nostri amici e colleghi in tempo reale, condividiamo le nostre esperienze, scegliamo dove mangiare e scopriamo le offerte più convenienti rispetto i prodotti e servizi che amiamo. Internet ci accompagna nel nostro quotidiano, nei diversi momenti della giornata, e per massimizzare la nostra esperienza è importante conoscere tutte le tecnologie che ci permettono di accedere alla connessione internet. Scopriamole insieme.

Per accedere a internet da un PC, da uno smartphone oppure da un tablet possiamo utilizzare diverse modalità di connessione internet come, ad esempio il cavo di rete, la rete wireless, la connessione satellitare oppure la fibra ottica.
Tutte queste tecnologie di connessione, così diverse tra loro, possono creare confusione soprattutto durante l’acquisto e l’attivazione di un nuovo abbonamento Internet e Telefono. Non conoscerne le caratteristiche può influenzare negativamente le nostre scelte e noi di ComparaSemplice.it vogliamo aiutarti a scoprire nel dettaglio, le caratteristiche delle tipologie di connessione internet.

In questo modo puoi fare chiarezza e capire che tipo di tecnologia stai adottando nel momento della sottoscrizione di un nuovo abbonamento.

Sommario

Modem analogico (Dial-up)

Il modem analogico, ormai in disuso, ha permesso a migliaia di persone di connettersi alla prima versione di Internet: il web 1.0. Questo dispositivo trasformava i segnali analogici della linea telefonica in segnali digitali e li comunicava al PC nella modalità download (scaricamento dati), mentre effettuava l’inverso per l’upload (caricamento dati). Per commutare il segnale, il modem analogico effettuava una vera telefonata al provider dei servizi, occupando la linea telefonica e impedendo, quindi, il nomale uso del telefono.

La velocità massima di trasmissione dei dati era di 56K, mentre la velocità reale non superava, in media, i 33Kbps. Comparandola con la velocità di connessione a cui siamo abituati oggi, questa tecnologia ci sembra inadeguata; in proporzione allo sviluppo e alla struttura di internet tra gli anni ’90 e i 2000, però, possiamo affermare che i tempi di caricamento delle pagine era lo stesso che oggi impiega una linea a 8Mega per aprire una pagina odierna.

Connessione ISDN (Integrated Services Digital Network)

Una volta capito che le modalità di connessione internet dovevano evolversi rapidamente quanto internet stesso e che, un apparecchio che occupava completamente la linea durante la navigazione non era la soluzione più efficiente, gli operatori telefonici hanno introdotto una linea dedicata per la navigazione web affianco la normale linea telefonica: la linea ISDN (Integrated Services Digital Network).

Grazie a questa innovazione, che trasmette i dati soltanto in digitale, la velocità massima di connessione poteva raggiungere i 128 Kbps, ma dati gli alti costi di allaccio, la tecnologia è rimasta relegata per diverso tempo nel mercato business.

Connessione DSL (Digital Subscriber Line)

L’ulteriore evoluzione delle tecnologie di connessione a internet è arrivata a seguito dell’introduzione della connessione DSL. Grazie a questa tecnologia i provider riescono ad inviare un secondo segnale con una frequenza più alta lungo la linea telefonica senza occuparla: la banda larga. In questo modo, oltre al vantaggio di poter telefonare mentre si naviga in internet, anche la velocità di connessione è migliorata (e tuttora è soggetta a incremento).

La variante più famosa della connessione DSL, è la connessione internet ADSL (Asimmetrical Digital Subscriber Line) dove, per rendere ancor più veloce la trasmissione dei pacchetti dati, sì è scelto di aumentare la velocità di download a scapito di quella upload. Gli attuali contratti ADSL e Telefono infatti, offrono una velocità di connessione internet stimata di 24 Mbps in download e 3,5 Mbps in upload.

La linea ADSL, utilizzando i vecchi cavi analogici, è soggetta però a tutta una serie di problematiche che ne influenzano la velocità reale come le interferenze, la distanza dalla centrale e il degradamento della linea. Nonostante ciò è ancora la tecnologia più utilizzata, soprattutto per e utenze domestiche, per accedere a Internet.

Una sua evoluzione è la linea VDSL (Very High-speed Digital Subscriber Line), che possiamo considerare come una versione potenziata dell’ADSL che entra in concorrenza diretta con la fibra ottica data la velocità di trasmissione dati che offre all’utente: 52Mega in download e 12Mega in upload.

Connessione Cavo Coassiale

La connessione internet attraverso il cavo coassiale permette di inviare segnali digitali multipli e funziona in maniera molto simile alla trasmissione dati che avviene nelle linee DSL e ADSL. Questa tipologia di connessione utilizza lo standard DOCSIS (Over Cable Service Interface Specification ) e richiede l’installazione  di un modem specifico.

Fibra ottica

La fibra ottica si differenzia dalle tecnologie di connessione precedenti perché, non utilizza cavi elettrici e di rame, bensì si avvale di segnali luminosi inviati dalla centrale telefonica attraverso filamenti vetrosi o polimerici; questi segnali sono poi trasformati in segnali elettrici da un ricevitore (modem o router) ed elaborati dal computer.

Sappiamo che la velocità a cui viaggia la luce è molto elevata (quasi 300.000 kilometri al secondo), quindi la trasmissione dati attraverso la fibra ottica è molto più veloce rispetto alla altre tecnologie. Infatti la velocità di download può arrivare fino a 1GB al secondo, anche se la maggior parte degli operatori offrono una velocità stimata di 100Mbps.

La fibra ottica è una tecnologia che offre una connessione molto stabile, difficilmente è soggetta a interferenze o al deterioramento dei cavi (al contrario delle connessioni ADSL) e offre una velocità stimata molto vicina alla velocità effettiva della linea installata nelle abitazioni.

Per scoprire a quale velocità corre la tua fibra ottica utilizza  il nostro speed-test.

Connessione Satellitare

Le connessioni satellitari permettono di stabilire un collegamento internet tramite una parabola (come quelle della TV satellitare) che comunica con un satellite dedicato alla trasmissione dei dati. Questa tipologia di connessione si distingue dalle altre anche per un’altra particolarità: la parabola può soltanto ricevere i dati, quindi non può trasmetterli. Per compiere l’upload, la connessione satellitare ha bisogno dell’allacciamento alla normale presa telefonica. Come conseguenza le performance della velocità di trasmissione dei dati ne risentono: il download può arrivare fino a 5Mbps (come una normale linea ADSL), mentre l’upload è gestito da un modem 56k tradizionale. Questo fa si che il valore del PING (il tempo che impiega un pacchetto di dati, dal nostro computer per raggiungere il server centrale e tornare indietro) sia molto alto.

Alcune connessioni satellitari possono inviare i pacchetti dati grazie all’utilizzo di parabole ricetrasmittenti che però presentano costi di installazione molto alti e sono disponibili solamente in zone in cui non è possibile installare le consuete infrastrutture di connessione internet.

Se vuoi approfondire l’argomento leggi il nostro articolo dedicato alla connessione satellitare.

WiMAX (Worldwide Interoperability for Microwave Access)

La tecnologia WiMAX è una tipologia di connessione internet wireless in banda larga e a lunga distanza, che si avvale di tutta una serie di antenne (installate dagli internet provider) per trasmettere il segnale in vaste zone geografiche. In questo modo, il WiMAX, sfruttando le onde elettromagnetiche, permette di connettersi ad internet da qualsiasi luogo e attraverso qualsiasi dispositivo (fisso e mobile), come accade per le connessioni Wi-fi e le reti GSM. La pervasività di questa tecnologia ha portato uno sviluppo tecnologico avanzato, tanto da farla diventare un punto di riferimento per tutte quelle zone che non sono servite dalle reti cablate. Il WiMAX rappresenta infatti un’ottima alternativa alla connessione satellitare perché permette una velocità stimata di 7Mbps in download e 1Mbps un upload, con dei costi di installazione sensibilmente più contenuti.

Se vuoi avere maggiori informazioni sulla tecnologia WiMAX puoi leggere il nostro articolo di approfondimento e confrontare le offerte più aggiornate grazie al nostro comparatore.

Articoli Correlati

Chi siamo

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTV