La copertura di reti supeveloci in Italia è tra le ultime in Europa

La copertura di reti supeveloci in Italia è tra le ultime in Europa
Il post ti è stato utile?
di | 13-11-2014 | Internet ADSL e Fibra

cartina d'Italia e conversioni FTTCLa copertura di reti supeveloci in Italia è tra le ultime in Europa, escludendo molti clienti pubblici e privati dalle enormi opportunità offerte da un accesso veloce ad Internet, dall’intrattenimento (vedi tv via internet, come ad esempio l’innovativa Netflix) o semplicemente per agevolare l’ecommerce e il telelavoro, di cui si parla e in cui si investe ancora troppo poco.
Nel nostro paese, caratterizzato da tantissimi piccoli e piccolissimi centro urbani, associati ad alcune città con congeniti problemi di traffico, il telelavoro può rappresentare una serie opportunità per contenere costi (lato azienda e lato lavoratore) e limitare rischi.

Una delle cause è certamente l’assenza di reti di televisioni via cavo, il resto un misto di concause legate al solito ritardo italiano.

grafico a colonne celesti, con la percentuale di copertura internet

La sostanza è che i piani di copertura degli operatori telefonici inseguono la domanda, creando di fatto le basi per un divario digitale che ormai è sempre piu’ grave: ci sono i coperti e i non coperti dalla rete.
In alcuni paesi ormai la stessa domanda immobiliare è legata alla disponibilità o meno di fibra ottica…
Un ufficio o una casa servita dalla connessione in fibra offre di certo piu’ possibilità di interazione con il resto del mondo, appunto attraverso una connessione con qualità e velocità nettamente superiori alla media.

Dall’ultimo rapporto di AGCOM, si legge precisamente: “L’impatto sulla crescita economica che deriva dalla diffusione delle reti di nuova generazione si manifesta, in prima istanza, mediante le ricadute dirette dovute alla creazione di posti di lavoro e alle opportunità che si chiudono per l’apertura di nuove attività d’impresa; in tal modo l’investimento infrastrutturale nelle reti NGA (reti di accesso di nuova generazione) agisce sul moltiplicatore del reddito“.

Leggi il rapporto completo  per avere un’idea precisa di che banda Internet puoi avere (oggi o a breve). Ricordiamo che un punto dell’Agenda Digitale Europea del 2010 ha come obiettivo la copertura entro il 2020 del 100% della popolazione con una connessione di almeno 30 Mbit/s, mentre oggi in Italia le reti a banda ultra-larga a fine 2013, si estendono solo al 21% delle unità abitative.
Fra gli operatori più attivi in Italia possiamo citare sicuramente FastWeb (vedi tutte le offerte Fastweb)

Vuoi conoscere tutte le offerte in fibra ottica disponibili nella tua zona? Usa il nostro comparatore di offerte Internet (Fibra, ADSL, WiMax)

 

Articoli Correlati

Chi siamo

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTV
0321.085995