Cos’è una VPN, come funziona, quali sono le migliori

Cos’è una VPN, come funziona, quali sono le migliori
5 (100%) 6 votes
di | 10-03-2020 | Internet ADSL e Fibra

Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha annunciato ieri sera l’estensione a tutta Italia delle misure restrittive per contenere il coronavirus fino al 3 aprile: l’Italia, quindi, è un’unica “zona arancione” in cui sono limitati gli spostamenti (ad eccezione dei motivi di necessità, lavoro o salute) e vietati gli assembramenti di qualsiasi tipo, dalle manifestazioni ai locali (bar e ristoranti possono restare aperti fino alle 18), dai cinema alle attività lavorative a stretto contatto. E proprio sul lavoro, il decreto invita al congedo, alle ferie, ma anche al cosidetto “smart working”, il lavoro da casa.

La normativa prevede che il lavoro agile venga attivato in tutta la Penisola e fino al 31 luglio, anche senza accordi individuali: i lavoratori potranno operare da casa o da sedi alternative, seguendo le direttive dei datori di lavoro. Molte aziende, tra cui banche, società operanti nel settore ICT e dei servizi, hanno già cominciato ad utilizzare questa formula per i propri dipendenti: mai come in questo periodo, quindi, è necessario comprendere l’importanza della sicurezza dei dati e della trasmissione degli stessi quando si lavora al di fuori del proprio ufficio fisico. Non a caso, uno dei servizi tornati alla ribalta durante l’emergenza è rappresentato dalla VPN: che cos’è e come funziona?

Sommario

Cos’è una VPN

VPN è l’acronimo di Virtual Private Network, in pratica una rete virtuale privata: permette di creare una connessione sicura tra PC e server durante l’utilizzo di Internet per accedere al contenuto che si è richiesto (una pagina Web, un video, un brano musicale da ascoltare in streaming, etc…). Come il nome lascia intendere, la VPN crea una rete privata rendendo illeggibili le informazioni trasmesse e ricevute dall’utente, “nascondendo” non soltanto la richiesta vera e propria, ma anche altri dati importanti, tra cui l’indirizzo IP del dispositivo che si sta utilizzando, il browser, il sistema operativo, la geolocalizzazione, etc….

L’uso di una VPN, quindi, aggiunge un livello di protezione in più durante la navigazione. Di norma, ogni vostra richiesta online viene presa in carico dall’ISP (il vostro provider di servizi Internet), il quale si occuperà di inoltrarla alla piattaforma che detiene il contenuto desiderato e di “consegnarvela” non dopo averla recuperata. La VPN è un ulteriore step che si frappone tra voi e l’ISP, criptando le vostre informazioni e richieste, sia in entrata che in uscita.

Le società possono creare delle proprie VPN aziendali, accessibili dai dipendenti attraverso delle credenziali, in modo tale da poter operare in qualsiasi luogo mantenendo un alto livello di sicurezza. Non tutte, però, sviluppano delle soluzioni interne e si affidano a servizi e piattaforme già esistenti. Le VPN possono essere utilizzate anche da utenti privati, sia per aumentare la sicurezza che per bypassare limitazioni presenti nell’area da cui ci si sta connettendo (ad esempio Paesi con un controllo più stretto sui contenuti Web, aree in cui alcuni siti Web sono irraggiungibili, etc…).

Come funziona una VPN

Grazie ad un’interfaccia molto semplice e intuitiva, la maggior parte dei software di questo tipo può essere utilizzata anche da chi non ha molta dimestichezza con strumenti informatici e/o non è un esperto. Il funzionamento è molto simile tra le diverse soluzioni disponibili: è sufficiente scaricare e installare un programma sul computer (o un’app su smartphone), creare un account del servizio (scegliendo una username e una password) e avviare il software.

Solitamente sull’interfaccia del menu è presente una lista di Paesi da tutto il mondo: in pratica, scegliendone uno e attivando la VPN, la navigazione e le richieste di contenuti verranno considerate come provenienti da quello specifico Stato e non, invece, dall’Italia.

A seconda dei software utilizzati potrebbero esservi condizioni e limitazioni di utilizzo: ad esempio, molte VPN vengono offerte gratuitamente con un limite mensile di dati da utilizzare oppure potrebbero esservi dei servizi “premium” a pagamento (offuscamento o criptaggio dell’IP, un sistema di “doppia VPN”, una maggiore personalizzazione della rete stessa, prestazioni superiori, etc…) da affiancare all’accesso “base”.

Principali vantaggi di una VPN

I vantaggi di una VPN, quindi, sono numerosi per chi opera in smart working, ma non solo. Oltre alla possibilità di rendere molto più difficile (ma non impossibile) la violazione e il furto di dati, un servizio di questo genere consente anche di:

  • creare un livello di sicurezza in più anche per un uso personale della connessione Internet;
  • permette di accedere a siti e piattaforme non disponibili nel proprio Paese;
  • consente di bypassare blocchi e divieti sulla rete Internet da parte dei Paesi (ad esempio l’accesso ai social network nei Paesi non democratici);
  • permette di accedere a contenuti dedicati ad un Paese differente dal proprio (ad esempio, sarebbe possibile accedere al catalogo di un servizio di streaming video statunitense anche dall’Italia).

Principali svantaggi di una VPN

L’uso di una VPN ha solo dei risvolti positivi, quindi? Ovviamente no. Come tutti gli strumenti, anche una rete privata virtuale può avere degli svantaggi:

  • aumenta la latenza della connessione, rendendo l’uso di questi servizi poco adatto al gaming o ad altri servizi che richiedono una reattività di connessione minima;
  • può causare lentezza nella connessione (anche se oggi i sono servizi sono molto performanti e riducono di poco le prestazioni della rete. La velocità, inoltre, è variabile a seconda della posizione del server VPN rispetto alla localizzazione dell’utente che lo sta utilizzando);
  • l’uso della VPN non rende legali azioni non conformi alla legge (ad esempio scaricare materiale pirata da siti bloccati, condividere materiale proibito su reti private, etc…);
  • potrebbe causare delle interruzioni sulla connessione;
  • alcuni servizi (come ad esempio Netflix) possono impedire l’accesso alle connessioni via VPN.

Abbiamo visto, quindi, cos’è una VPN, come funziona e quali sono i vantaggi e gli svantaggi per quanto riguarda l’utilizzo. È probabile che, nel caso in cui siate dipendenti di un’azienda o di un ente pubblico e state lavorando in smart working a causa dell’emergenza coronavirus, abbiate ricevuto da parte del vostro datore di lavoro gli accessi ad una VPN aziendale o le istruzioni per configurare un software VPN specifico.

Migliori VPN 2020: 5 consigli

Se, invece, non avete avuto richieste di questo tipo e/o volete comunque aumentare il livello di sicurezza della vostra connessione Internet da casa, sia per lavoro che per motivi personali, ecco una lista delle 5 migliori VPN del 2020, secondo il parere di molti esperti e testate di settore.

ExpressVPN

Viene considerata una delle migliori VPN di quest’anno per diversi motivi: è disponibile su più piattaforme (mobile e desktop), ha un alto livello di criptaggio dei dati, mantiene ottime prestazioni senza rinunciare alla privacy dei clienti, godendo inoltre di un’assistenza 24 ore su 24 molto valida.

Non è un servizio gratuito: il costo parte da 12,95 euro al mese (con formula soddisfatti o rimborsati dopo 30 giorni), ma l’acquisto di abbonamenti più lunghi permette di risparmiare fino a quasi il 50%.

https://www.expressvpn.com

Hotspot Shield

Questo servizio è noto per le alte prestazioni in termini di velocità, per la semplicità di utilizzo e per l’ampia scelta di Paesi da cui connettersi. Anche Hotspot Shield è disponibile su computer e dispositivi mobili e supporta fino a 5 connessioni contemporanee.

Esiste una versione gratuita, con una velocità massima a 2 Mbps, streaming a qualità SD, 500 MB di traffico dati massimo, pubblicità e altre limitazioni. La versione a pagamento, invece, ha un costo di 7,99 euro al mese, con garanzia di rimoborso dopo 45 giorni qualora non si fosse soddisfatti.

https://www.hotspotshield.com

NordVPN

È da sempre considerata una delle migliori VPN sul mercato, grazie alla semplicità di utilizzo, ad un livello di sicurezza molto alto (vengono utilizzate anche le connessioni su rete TOR) e alla possibilità di gestire fino a 6 connessioni simultaneamente. Il costo è variabile a seconda del periodo di abbonamento: per 1 solo mese si pagherà 10,63 euro ma è possibile arrivare addirittura a poco più di 3 euro al mese con la versione triennale del servizio. Formula soddisfatti e rimborsati dopo 30 giorni.

https://nordvpn.com/it/

Opera VPN

Se avete bisogno di una rete privata solo quando navigate su Internet su browser, potete optare per un programma di navigazione che ha una VPN integrata, come Opera. Il noto software, infatti, vi consentirà di nascondere l’IP e di accedere su siti e piattaforme Web non disponibili nella vostra zona attivando una semplice funzione dalle impostazioni, il tutto gratuitamente (dall’area Avanzate/Riservatezza & Sicurezza del menu). Ovviamente la VPN di Opera non è valida per l’uso di software e servizi installati sul computer non utilizzabili dal browser. Opera è scaricabile gratuitamente dal sito ufficiale.

https://www.opera.com/it

CyberGhost

Con questo servizio è possibile avere un livello di criptaggio di tipo militare in grado di proteggere le informazioni relative alla propria posizione, all’IP e rendere più sicuro l’uso dei servizi online, mantenendo ottime performance e consentendo ai più esperti un livello di configurazione molto profondo. È disponibile sia per computer che per smartphone e tablet, ad un prezzo variabile: il costo standard mensile è di 12,99 euro ma vengono lanciate promozioni e pacchetti sconto quotidiani che permettono di avere CyberGhost a molto meno, ad esempio a 2,64 euro al mese (pacchetto per 3 anni, con 2 mesi gratis).

https://www.cyberghostvpn.com/it_IT/

Avete qualche consiglio su quali servizi utilizzare? Quali sono per voi le migliori VPN del 2020? Fatecelo sapere con un commento qui sotto o scriveteci sulla pagina Facebook di ComparaSemplice.it.

Chi siamo

Più letti

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTVMutui e Prestiti

Newsletter - Informativa sulla privacy

La Newsletter di comparasemplice.it è pubblicata sul sito Internet istituzionale distribuita via e-mail – in automatico e gratuitamente – a quanti fanno richiesta di riceverla compilando il form presente in questa pagina.

I dati forniti saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al solo fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui lo stesso sarà attivo.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella possibilità da parte degli utenti interessati di ricevere di comunicazioni promozionali relative a prodotti e/o servizi di Cloud Care srl. o di terzi mediante impiego del telefono con operatore e/o anche mediante sistemi automatizzati (es. email, sms, fax mms, autorisponditori) e/o posta cartacea.

Il titolare del trattamento è CLOUD CARE SRL , con sede in Via Righi 27, Novara; PEC: cloudcare@legalmail.it.

I dati saranno trattati esclusivamente secondo le finalità di cui al punto 3 e punto 6 dell’informativa generale di Cloud Care srl presente sul sito www.comparasemplice.it.

Gli interessati hanno il diritto di ottenere da Cloud Care srl, nei casi previsti, l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. del Regolamento) inviando una email all’indirizzo cloudcare@legalmail.it.

CANCELLAZIONE DEL SERVIZIO
Si può richiedere in qualsiasi momento la cancellazione dal nostro database scrivendo all’indirizzo di posta elettronica: info@comparasemplice.it.