Fastweb #NienteComePrima: capitolo 6, velocità trasparente

Fastweb #NienteComePrima: capitolo 6, velocità trasparente
Il post ti è stato utile?
di | 29-08-2018 | Fastweb, Internet ADSL e Fibra, News e Varie

Lunedì scorso, 27 agosto, Fastweb ha scosso nuovamente il mercato Internet e telefonia con un ulteriore capitolo della sua saga #NienteComePrima. L’iniziativa di trasparenza del rapporto tra operatore e cliente va ad aggiungersi alle precedenti, toccando un punto particolarmente sentito da parte dei consumatori: la corretta comunicazione della velocità di connessione in download.

Sommario

La velocità nominale e la frustrazione del consumatore

Chi, come noi di ComparaSemplice.it, ha la possibilità di sentire ogni giorno tanti consumatori, sa bene quali siano le aspettative (e spesso le delusioni) che guidano il sentiment del mercato Internet e telefonia. Troppo spesso, come più volte sottolineato dai provvedimenti di Agcom, la comunicazione promozionale delle offerte fa sperare in performance di connessione che non rispondono alla realtà della linea. Per chi acquista un servizio, non è semplice riuscire a valutare la velocità nominale e a capire le innumerevoli variabili tecniche che portano, di fatto, a navigare alla metà (quando non meno) dei megabit per secondo. La frustrazione per aver finanziato il sogno di viaggiare a 20 mega per secondo e ritrovarsi, senza alcuna comunicazione esplicativa da parte del provider, a viaggiare a 7 mega mina la fiducia verso tutto il mercato.

Per questo, la trasparenza nella comunicazione della reale velocità raggiungibile da una linea è senz’altro una strategia coraggiosa, ma che incontrerà senz’altro l’apprezzamento da parte della domanda. Se non oggi, nel prossimo futuro.

Assieme alle disposizioni di Agcom circa la comunicazione commerciale trasparente delle tecnologie a supporto delle offerte in fibra, il nuovo capitolo di #NienteComePrima di Fastweb ha un potere dirompente che potrebbe cambiare l’approccio di tutto il mercato. Ma solo se i consumatori dimostreranno di aver raggiunto un grado di consapevolezza e di competenza che permette di scegliere la qualità della sostanza, senza lasciarsi ingannare dall’apparenza.

#NienteComePrima: velocità trasparente, come funziona

“Basta false promesse” è così che inizia la comunicazione di Fastweb relativa alla velocità trasparente. E, Fastweb, di velocità se ne intende. Infatti è stato il primo operatore a offrire le connessioni in fibra ottica sul mercato consumer in Italia. E, dopo 18 anni, è ancora il provider che può vantare una delle migliori e più affidabili linee di connessione alla rete.

A spiegarci come funziona (e a metterci la faccia) è, come nei precedenti episodi di #NCP, Alberto Calcagno, ad di Fastweb.

Cosa significa “Velocità trasparente”?

“Significa – dice Calcagno – dire sempre la verità al cliente sulla velocità della linea internet e guidarlo, in maniera semplice e chiara, su come ottenere il massimo delle prestazioni”.

Quando viene comunicata al cliente la velocità reale di connessione?

“Fastweb, già in fase di sottoscrizione, indica al cliente la velocità esatta alla sua abitazione. E la inserisce anche nel contratto. Non solo: dopo l’attivazione della linea, il cliente riceverà sempre una chiamata da uno dei nostri operatori per verificare che la velocità coincida con quella indicata sul contratto.”

La velocità reale deve coincidere con quella indicata in contratto?

“Se così non fosse, il cliente potrà decidere di disdire il contratto senza alcun costo o penale. In assoluta coerenza con lo spirito di #NienteComePrima.”

Chi siamo

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTV
0321.085995