Internet ai tempi del Coronavirus: la rete fissa regge, la rete mobile soffre

di | 15-04-2020 | Cellulari, Internet ADSL e Fibra, News e Varie
Internet ai tempi del Coronavirus: la rete fissa regge, la rete mobile soffre

Prima dell’emergenza Covid-19, si registrava una tendenza all’abbandono delle reti fisse in favore delle reti mobile. I contratti per questo ultimo tipo di servizio, soprattutto dopo la rincorsa all’aumento dei giga per il traffico dati, veniva percepito come più flessibile e con costi ridotti. Il lockdown e lo smart working hanno creato l’esigenza reale di una connessione condivisa con tutta la famiglia, stabile, affidabile e performante, mettendo in luce l’inadeguatezza, in questo senso, del traffico dati dei servizi per il mobile.

Sommario

Lockdown: +17% di tempo online

Tra febbraio e marzo, il tempo che gli italiani navigano online è aumentato del 17%. In una prima fase, a trainare la presenza online è stata principalmente l’esigenza informativa (con un +45% di tempo speso sui siti d’informazione). Con l’arrivo del lockdown su base nazionale, sono aumentati anche visite e tempo speso su siti di shopping online, sui social media e sui siti per l’intrattenimento (piattaforme di video on demand e di gaming).

Reti mobile: shock da Coronavirus

Per le connessioni Internet, il Coronavirus ha rappresentato uno stress test importante. L’aumento improvviso della domanda di banda ha messo alla luce la qualità e i limiti delle piattaforme tecnologiche e delle infrastrutture.

Secondo l’ultimo report di nPerf basato sui test effettuati dagli utenti della propria applicazione di misurazione delle performance di connessione, le connessioni mobile hanno perso il 25% della loro velocità di download tra febbraio e marzo. Una perdita che si traduce in media con un calo di 10 Mbps.

Sempre secondo quanto rilevato da nPerf, il calo più contenuto si è avuto sulle reti Wind Tre (che si è mantenuta attorno ai 30 Mbps in download), mentre la rete Vodafone ha subito l’impatto più rilevante, soprattutto per quanto riguarda lo streaming e il tempo di latenza (scopri cos’è il tempo di latenza).

Nonostante la perdita di performance dovuta al maggior carico delle reti, il mobile ha garantito mediamente un livello di qualità accettabile, senza scendere oltre i 20 Mbps.

Reti fisse: rimangono salde le performance, soprattutto delle connessioni FTTH

Cosa è successo nell’ambito delle reti fisse? A dircelo è sempre il report di nPerf che ha preso in considerazione anche le performance degli accessi alla rete da postazioni fisse, su ogni tipo di tecnologia. Nel periodo considerato dal report (marzo 2020), la velocità di download media è diminuita di appena 8 Mbps, mantenendosi attorno ai 55 Mbps.

Le reti di Wind Tre e Fastweb si mantengono sopra la media, garantendo una performance in download superiore ai 60 Mbps. Fastweb primeggia anche quando si parla di latenza media, potendo contare su 40 ms di risposta, contro una media di 45 ms.

Le reti FTTH non sembrano aver risentito della maggiore domanda di banda, mantenendosi pressoché stabili. In questo segmento, la rete TIM risulta la migliore in termini di velocità di download (avvicinandosi alla media di 300 Mbps), mentre Fastweb garantisce la latenza migliore (tra i 15 e i 20 ms).

Chi siamo

Più letti

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTVMutui e Prestiti

Newsletter - Informativa sulla privacy

La Newsletter di comparasemplice.it è pubblicata sul sito Internet istituzionale distribuita via e-mail – in automatico e gratuitamente – a quanti fanno richiesta di riceverla compilando il form presente in questa pagina.

I dati forniti saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al solo fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui lo stesso sarà attivo.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella possibilità da parte degli utenti interessati di ricevere di comunicazioni promozionali relative a prodotti e/o servizi di Cloud Care srl. o di terzi mediante impiego del telefono con operatore e/o anche mediante sistemi automatizzati (es. email, sms, fax mms, autorisponditori) e/o posta cartacea.

Il titolare del trattamento è CLOUD CARE SRL , con sede in Via Righi 27, Novara; PEC: cloudcare@legalmail.it.

I dati saranno trattati esclusivamente secondo le finalità di cui al punto 3 e punto 6 dell’informativa generale di Cloud Care srl presente sul sito www.comparasemplice.it.

Gli interessati hanno il diritto di ottenere da Cloud Care srl, nei casi previsti, l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. del Regolamento) inviando una email all’indirizzo cloudcare@legalmail.it.

CANCELLAZIONE DEL SERVIZIO
Si può richiedere in qualsiasi momento la cancellazione dal nostro database scrivendo all’indirizzo di posta elettronica: info@comparasemplice.it.