Offerte Internet fibra e telefonia giugno 2018: i costi che nessuno vi dice

Offerte Internet fibra e telefonia giugno 2018: i costi che nessuno vi dice
5 (100%) 6 votes
di | 18-06-2018 | Fastweb, Fibra, Infostrada, Internet ADSL e Fibra, Telefonia, TIM, Vodafone, Wind

Nel mercato di Internet e telefonia, la trasparenza tariffaria è ancora un miraggio. Tranne in poche eccezioni, i contratti nascondono insidie che, spesso, vengono sottovalutate dai consumatori e che, poi, diventano un boccone amaro da ingoiare. Soprattutto, poi, quando questi costi diventano anche un vincolo economico, dovendo essere pagati in un’unica soluzione all’eventuale recesso anticipato dal contratto.

Quali sono i costi più o meno occulti delle offerte di giugno 2018? Gli esperti di ComparaSemplice.it ve li illustrano, operatore per operatore, al fine di aiutarvi a comprendere le logiche di questo mercato e a fare le domande giuste prima di chiudere un contratto per la connessione Internet e il telefono di casa (o dell’ufficio).

È bene intenderci da subito: non si tratta di truffe, ma di condizioni contrattuali assolutamente legittime, ma alle quali spesso non viene data necessaria evidenza in fase di comunicazione dell’offerta e in fase di sottoscrizione del contratto. Niente che non si possa reperire leggendo con attenzione i documenti informativi dei singoli prodotti, come richiesto dall’Autorità garante: quello che vogliamo fare qui è rendervi le cose più semplici, illustrandoveli direttamente.

Iniziamo, allora, il nostro viaggio nei meandri contrattuali, a caccia di costi annidati e penali mascherate.

Sommario

I costi nascosti di TIM: offerta TIM Connect

Le offerte di giugno per il fisso prevedono un’interessante scontistica su tutta la gamma. Si tratta di una soluzione piuttosto elaborata, che prevede un anno di prezzo ribassato e due mesi gratuiti. Facendo un po’ di conti sui soli costi espliciti, per quanto riguarda TIM Connect base (in attualmente in promozione a 16,90€, prezzo di listino 26,90€), il primo anno si risparmierebbero 153,80€ rispetto al prezzo base di listino.

Nei pagamenti del primo anno, però, bisogna aggiungere qualche costo che la comunicazione commerciale lascia in secondo piano.

19 cent./minuto e 19 cent. di scatto alla risposta – Nel caso detta tariffa base TIM Connect, le telefonate non sono incluse e viene pagato il consumo e lo scatto alla risposta per telefonate nazionali e internazionali. Un costo sorprendente, dato che il servizio voce, per le connessioni in fibra è su tecnologia VoIP. Questa tecnologia richiede, anche per il telefono, modem sempre connesso e presenza di energia elettrica.

10€ (solo per i pagamenti con bollettino) – Chi non sceglie la domiciliazione, dovrà versare questa somma a titolo di anticipo sulla spesa del servizio telefonico a consumo. La somma verrà scontata sulle future fatture.

212,4€ – In rate da 5,90€ al mese per 36 mesi, per il Servizio TIM Expert, la cui scelta è vincolante. Si tratta, a tutti gli effetti, di un costo di attivazione. Nel caso di recesso prima dei 24 mesi, il costo può essere pagato per intero o può essere corrisposto rateizzandolo.

99€ – Contributo di disattivazione della linea in fibra. Tale commissione non è dovuta nel caso in cui il cliente presenti la domanda di recesso per variazioni contrattuali unilaterali di TIM, entro i termini di legge (30 giorni dalla comunicazione delle modifiche da parte del provider).

Altri costi per il recesso anticipato – Chi recede prima dei 24 mesi vincolanti, dovrà pagare, oltre alle restanti rate del Servizio TIM Expert, anche la differenza tra i canoni di listino e i canoni scontati corrisposti fino al recesso. Una somma che può arrivare a 153,80€.

Mancata restituzione del modem – Il modem è in comodato d’uso gratuito. Al recesso, però, si richiede la restituzione del dispositivo entro 30 giorni o l’opzione d’acquisto. Quanto si spende per l’opzione d’acquisto? Un mistero: il prezzo non è indicato in nessun documento facilmente accessibile. Con ogni probabilità si tratta di circa 50,00€.

Nel caso della TIM Connect (base), i pagamenti mensili del primo anno ammonterebbero, dunque, a 22,80€ ai quali vanno aggiunti i costi per le telefonate (scatto alla risposta e consumo). Da ricordare che, per i primi due mesi, il canone è abbonato.

Costi dopo il primo anno:

5€/mese – Per mantenere l’opzione di massima velocità della fibra anche il secondo anno, al prezzo di TIM Connect vanno aggiunti 5€ al mese. Qualora non si rinnovi la fibra super-veloce, la connessione avrà un tetto di 30 Mbps.

Quindi, il secondo anno, volendo mantenere lo stesso standard di servizio del primo anno, si pagheranno su base mensile: 26,90€ di canone, più 5,90€ di TIM Expert, più 5€ di fibra veloce. Risultato: 37,80€.

I costi nascosti di Vodafone: offerta IperFibra

Al prezzo di 24,90€ al mese, si può ottenere l’offerta IperFibra di Vodafone (offerta attualmente valida fino al 20/06). Costo d’attivazione compreso nel prezzo, Internet alla massima velocità incluso, Vodafone Station sempre compreso nel canone. È davvero tutto incluso? Quali sono i costi di cui non si parla così esplicitamente?

48€ – Già iniziamo con un costo che può risultare una bella sorpresa per il consumatore che ha letto le informazioni sommariamente. Infatti si tratta del contributo di attivazione che doveva essere incluso, ma non in caso di nuova linea. Dunque, l’attivazione è gratuita solo per i passaggi da altro operatore.

19 cent a chiamata – È lo scatto alla risposta previsto per ogni tipo di chiamata, tranne per le chiamate verso mobili internazionali, non previste dall’offerta.

19 cent al minuto – Costo a consumo per le chiamate verso mobili nazionali e fissi internazionali.

35,00€/ 41,00€ – È il costo di disattivazione della linea. La somma più bassa è per il passaggio ad altro operatore, la seconda è per la cessazione della linea.

45,00€ – È quanto si può arrivare a pagare per il recesso anticipato dal contratto. Il vincolo contrattuale è di 24 mesi.

50,00€ – Costo da sostenere per la mancata riconsegna della Vodafone Station.

I costi nascosti di WindHome Infostrada: offerta Fibra

L’offerta che scade oggi ha un costo di 24,90€ al mese e l’attivazione è gratis. Non si tratta di un prezzo promozionale (con una scadenza), ma di un prezzo bloccato. Il giovane brand, però, agli occhi dei consumatori sconta l’eredità di Infostrada sui fantomatici prezzi bloccati e delle successive modifiche tariffarie unilaterali al rialzo già nei primi mesi di servizio. Il contratto ha una durata minima di 24 mesi.

Per quanto riguarda i costi di attivazione, WindHome si comporta sicuramente meglio di Vodafone: l’attivazione è gratuita sia per i passaggi da altro operatore, che per le nuove linee. Ma, quali sono gli altri costi da sostenere?

18 cent a chiamata – Le telefonate si pagano con lo scatto alla risposta verso tutti i numeri fissi e mobili nazionali e i fissi internazionali (nel caso dell’offerta Unlimited sono incluse).

Modem gratuito o scontato? Una bella differenza – Qui arriva la nota dolente della comunicazione WindHome: il modem. Nella promozione attualmente valida, il modem risulta incluso con acquisto abbinato. Tuttavia, il costo da corrispondere di 2€ al mese (per 48 mesi, in tutto 96€) viene scontato in bolletta. Quindi non si tratta di modem gratuito. Un’informazione importante in caso di recesso anticipato perché, anche se non sono previsti costi di recesso, bisognerà pagare le rate del modem scontate fino al momento di chiusura del contratto prima dei 24 mesi. Di fatto, una penale di recesso.

35,00€/65,00€ – Si tratta, rispettivamente del costo di migrazione e del costo di cessazione della linea.

I costi nascosti di Fastweb: Internet + Telefono

L’offerta attuale prevede un prezzo fisso di 29,95€ al mese con contributo d’attivazione incluso, il modem FastGate incluso e l’UltraFibra inclusa. Se è davvero #nientecomeprima, non ci dovrebbero essere spese occulte, né vincoli contrattuali stringenti. Tuttavia, ci sono un paio di costi che vogliamo segnalarvi per completezza d’informazione.

56€ – Contributo per la dismissione della linea.

5 cent al minuto – Se è vero che le chiamate nazionali verso i fissi sono illimitate e incluse nel canone mensile, le chiamate verso i mobili e le numerazioni di Paesi esteri hanno un costo (esiguo, ma sempre un costo) al minuto.

Fino a 110,92€ – È il costo da corrispondere nel caso di mancata restituzione del modem entro i termini previsti dal contratto. Il costo varia a seconda del dispositivo in comodato d’uso (40,98€ + Iva per il FASTGate).

Nel panorama del mercato italiano, sicuramente l’offerta Fastweb è la proposta più trasparente, in coerenza con quanto il provider comunica a livello commerciale.

I costi nascosti di Tiscali: Ultrafibra

L’offerta di Tiscali, Ultrafibra, prevede un canone bloccato di 24,95€ al mese con chiamate illimitate verso fissi e cellulari nazionali e 60 minuti al mese di conversazione verso i fissi internazionali. Con la promozione online, l’attivazione e il modem sono gratis. Sono inclusi anche 12 mesi di Infinity con l’Infinity Pass.

5 cent al minuto – Costo al consumo per le telefonate verso fissi internazionali, dopo i 60 minuti al mese inclusi.

20 cent – Scatto alla risposta per le telefonate verso fissi internazionali, dopo i 60 minuti al mese inclusi.

46,36€/70,00€ –  Rispettivamente i costi per la disdetta del servizio in caso di passaggio ad altro gestore e cessazione della linea. I costi variano a seconda della tecnologia: qui la tabella riassuntiva.

3,00€ all’anno – Spese postali per l’invio al cliente dell’elenco telefonico cartaceo.

2,00€ al bimestre – Contributo per le spese d’invio della bolletta cartacea.

Da 20,00€ a 60,00€ – Costi da sostenere in caso di mancata restituzione del modem entro 30 giorni dal recesso. L’ammontare dipende dal tempo di possesso del dispositivo dai 20,00€ di oltre 2 anni, ai 60,00€ di possesso da meno di un anno.

I costi nascosti della fibra a colpo d’occhio

Anche quando i costi sono diventati espliciti, non è poi cosi semplice districarsi tra le diverse voci delle singole offerte. Per facilitare ancora di più la comparazione tra le proposte del mercato, vi presentiamo le principali spese organizzate in una tabella.

 

CostiTIM ConnectVodafone IperFibraWindHome FibraFastweb Internet + TelefonoTiscali Ultrafibra
Prezzo promo/mese16,90€24,90€24,90€29,95€24,95€
Prezzo listino/mese26,90€24,90€24,90€29,95€24,95€
Durata promozione12 mesiPer semprePer semprePer semprePer sempre
Vincolo contrattuale24 mesi24 mesi24 mesi
Costi di attivazione (sotto varia forma)212,4€48€ (solo per nuova linea)
Caparra10€ (per i metodi di pagamento non RID)
Modem96€ (scontati in bolletta)
Modem (mancata restituzione)50€ (non chiaramente definito)50€96€Fino a 110,92€Da 20€ a 60€
Chiamate (scatto alla risposta)0,19€0,0€/0,19€0,18€
Chiamate (costo al minuto)0,19€0,19€ (solo da fisso verso mobile)0,05€ (solo da fisso verso mobile)
Passaggio ad altro operatore99€35€35€56€46,36€
Disattivazione linea99€41€65€56€70€
Recesso0,9€/53,8€45€/383€

Il premio trasparenza tariffaria di giugno 2018 va a Fastweb

Noi di ComparaSemplice.it vogliamo favorire la trasparenza tariffaria per tre motivi:

  • Tutela il consumatore
  • Crea fiducia nel mercato
  • Fa bene a una sana concorrenza

Un’offerta che non ha costi da nascondere è una proposta commerciale che l’utente finale capisce bene e dalla quale non si aspetta sorprese. Elemento che rende più contento il consumatore, più autorevoli i brand e più facile il nostro lavoro di comparazione delle tariffe. Una soluzione nella quale vincono tutte le parti in causa e in grado di generare un processo virtuoso che riporta l’attenzione sulla fidelizzazione del cliente nel lungo periodo, piuttosto che sull’approccio spenna-e-fuggi; sull’attrazione dei nuovi clienti per la qualità dei servizi, piuttosto che sul miraggio del prezzo più basso.

Per questo vogliamo certificare l’operatore che, in base alla nostra analisi, ha garantito una migliore trasparenza tariffaria, apponendo il bollino “Trasparenza OK”. Questo mese va a Fastweb.

0321.085995