Osservatorio AGCOM: FTTH supera FWA. Boom della connessione mobile

di | 21-10-2020 | Internet ADSL e Fibra, News e Varie

Il nuovo osservatorio dell'AGCOM mostra come la rete fissa stia cambiando, grazie agli investimenti e i lavori sulla fibra ottica. "Impennata anche per la banda ultralarga mobile"

Nonostante il periodo di difficoltà che il nostro Paese (e non solo) sta attraversando a causa della pandemia, non mancano comunque dei segnali positivi, in questo caso legati alla banda ultralarga: secondo l’ultimo osservatorio sulle comunicazioni pubblicato da AGCOM, infatti, la fibra ottica FTTH supera per la prima volta la tecnologia FWA in termini di crescita.

Sommario

Cresce la fibra (FTTH, FTTC, FWA), giù il rame

Gli accessi complessivi alla fibra ottica “pura”, infatti, segnano un + 2,3%, contro lo 0,9% della fibra mista radio. Tale incremento porta le linee FTTH a oltre 1,46 milioni, mentre la FWA si attesta a 1,42 milioni.

A crescere maggiormente, tuttavia, è ancora la FTTC (Fiber to the cabinet), la connessione “ibrida” fibra mista rame, che registra un + 7% e quasi 8,6 milioni di accessi nel periodo tra giugno 2019 e giugno 2020.

Particolarmente interessante, inoltre, è il crollo delle connessioni in rame: – 10,2% e 6,33 milioni di accessi (sempre nel periodo giugno 2019 – giugno 2020).

Per quanto riguarda i provider, ecco le variazioni registrate durante l’anno preso come riferimento dall’AGCOM nell’osservatorio, suddivise per tecnologia:

ADSL

  • TIM: 55,6 (+ 4%);
  • Fastweb: 15,3 (+ 1,1%);
  • Vodafone: 12 (- 0,8%);
  • WINDTRE: 12 (- 2,4%);
  • Tiscali: 3,1 (- 0,6%);
  • Altri: 2,1 (- 0,3%).

Fibra mista rame (FTTC)

  • TIM: 43,8 (- 2,4%);
  • Vodafone: 21,3 (+ 0,9%);
  • WINDTRE: 16,6 (+ 1,5%);
  • Fastweb: 14,4 (- 0,6%);
  • Tiscali: 1,5 (+ 0,6%);
  • Altri: 2,1 (- 0,3%).

Fibra ottica (FTTH)

  • Fastweb: 33,2 (- 6,7%);
  • Vodafone: 25,6 (+ 0,8%);
  • WINDTRE: 21,1 (+ 0,9%);
  • TIM: 13,9 (+ 4 %);
  • Tiscali: 4,8 (+ 1,2%);
  • Altri: 1,5 (- 0,2%).

Fibra mista radio (FWA)

  • Linkem: 47,2 (- 1,6%);
  • EOLO: 34,6 (+ 3,2%);
  • TIM: 2,9 (+ 2,9%);
  • Tiscali: 2,9 (- 1,2%);
  • Go Internet: 1,6 (- 2 %).
  • Altri: 10,9 (- 1,3%).

Nonostante in leggero calo, quindi, è Fastweb al primo posto per quanto riguarda gli accessi alla fibra ottica FTTH, mentre TIM primeggia incontrastata sulla fibra mista rame e l’ADSL. Linkem è leader negli accessi alle reti FWA, seguita da EOLO, mentre in terza posizione esordisce TIM.

Come evidenza la stessa AGCOM, in quattro anni le linee con velocità pari o superiore ai 30 Mbit/s sono passate infatti da meno dell’11% al 62% del totale delle linee broadband e ultrabroadband, il cui quadro competitivo vede Tim quale maggiore operatore con il 42,2%, seguito da Vodafone (16,6%), Fastweb (15,1%) e da Wind Tre (13,8%).

SIM human in flessione, ma banda ultralarga mobile in aumento

L’Osservatorio si concentra anche sulla rete cellulare, sempre più performante e considerata ormai una “banda ultralarga mobile”: secondo i dati raccolti da AGCOM sono le SIM M2M ad essere cresciute maggiormente, mentre la SIM “human” (le schede che offrono servizi solo voce o voce + dati) registrano una lieve flessione (- 0,4%) nei primi 6 mesi del 2020. La variazione su base annuale riflette lo stesso trend, con le schede M2M a + 12,1% e quelle human a – 4,5%. Il calo delle sim human è maggiore tra le sim residenziali, mentre le SIM affari non hanno subito grandi cambiamenti a livello percentuale.

Le quote di mercato su rete mobile vedono WINDTRE (29,8) al primo posto nel mercato Consumer, nonostante un calo di 2,8% su base annua, seguita da TIM (25,3), Vodafone (22,8), Iliad (9,1) e PosteMobile (5,9). Iliad è l’operatore che registra la crescita maggiore, con un + 3,8%.

Sul versante Business, invece, è TIM (37,2) a dominare la classifica delle sim affari, tallonata da Vodafone (35,4). Distanziate troviamo WINDTRE (21,8) e PosteMbobile (2,7).

Cresce, inoltre, il consumo traffico dati mobile: nei primi 6 mesi del 2020 più del 70% delle sim human si sono connesse ad Internet, con un consumo medio mensile di oltre 9 GB, circa il 58% in più rispetto allo scorso anno. Un dato, questo, incrementato probabilmente dal lockdown dei mesi scorsi e dai conseguenti problemi di saturazione sulla rete fissa segnalati in diverse aree del Paese, che hanno spinto milioni di utenti ad affidarsi alla connessione cellulare per accedere più agevolmente ad Internet.

Per approfondire l’argomento e per conoscere tutti gli altri settori analizzati nel rapporto,  potete scaricare il documento dell’AGCOM in formato PDF cliccando sul link qui sotto:

Scarica l’Osservatorio AGCOM n.3/2020

Chi siamo

Più letti

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTVMutui e Prestiti

Newsletter - Informativa sulla privacy

La Newsletter di comparasemplice.it è pubblicata sul sito Internet istituzionale distribuita via e-mail – in automatico e gratuitamente – a quanti fanno richiesta di riceverla compilando il form presente in questa pagina.

I dati forniti saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al solo fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui lo stesso sarà attivo.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella possibilità da parte degli utenti interessati di ricevere di comunicazioni promozionali relative a prodotti e/o servizi di Cloud Care srl. o di terzi mediante impiego del telefono con operatore e/o anche mediante sistemi automatizzati (es. email, sms, fax mms, autorisponditori) e/o posta cartacea.

Il titolare del trattamento è CLOUD CARE SRL , con sede in Via Righi 27, Novara; PEC: cloudcare@legalmail.it.

I dati saranno trattati esclusivamente secondo le finalità di cui al punto 3 e punto 6 dell’informativa generale di Cloud Care srl presente sul sito www.comparasemplice.it.

Gli interessati hanno il diritto di ottenere da Cloud Care srl, nei casi previsti, l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. del Regolamento) inviando una email all’indirizzo cloudcare@legalmail.it.

CANCELLAZIONE DEL SERVIZIO
Si può richiedere in qualsiasi momento la cancellazione dal nostro database scrivendo all’indirizzo di posta elettronica: info@comparasemplice.it.