Quando viene consegnato il modem e cosa succede se non viene attivata la linea

Quando viene consegnato il modem e cosa succede se non viene attivata la linea
Il post ti è stato utile?
di | 15-10-2018 | Internet ADSL e Fibra

Avete sottoscritto una nuova tariffa Internet per la casa ma la linea non è stata ancora attivata? E quando viene consegnato il modem che è incluso nell’offerta? Queste sono alcune delle molte domande che un nuovo cliente di un provider si pone dopo aver attivato una nuova offerta fissa, passando da altro operatore oppure allacciando il servizio telefonico ex novo (magari scegliendo di confrontare le tariffe ADSL e fibra attraverso CompraSemplice.it per trovare quella più compatibile con le vostre esigenze e necessità di utilizzo): cerchiamo di rispondere nei prossimi paragrafi, per comprendere come muoversi in caso di ritardi o problemi.

Sommario

Tempi attivazione ADSL e fibra

Le tempistiche necessarie affinché una linea ADSL o fibra venga attivata non sono le stesse per tutti: possiamo dire, in linea generale, che nel giro di 2/3 settimane l’attivazione del servizio avviene per la maggior parte delle richieste, anche se potrebbero esserci dei casi in cui l’attesa è più lunga, anche oltre i 20 giorni, per cause tecniche o amministrative. Il vostro provider vi terrà informati durante l’attesa ma potrete comunque contattare il servizio clienti per avere delle risposte tempestive e aggiornate.

E se avete sottoscritto un contratto fibra, ma la fibra non copre la vostra zona? Leggete il nostro approfondimento: Contratto per fibra ottica, ma la fibra non arriva: cosa fare?

Quando viene consegnato il modem

Spesso le tariffe per la casa offrono il modem in vendita abbinata (il prezzo è variabile a seconda dell’operatore e del modello) oppure in comodato d’uso gratuito, senza costi aggiuntivi sul canone (in questo caso si potrà utilizzare il dispositivo per tutta la durata dell’abbonamento e, in caso di passaggio ad altro operatore o di disdetta della linea, dovrà essere restituito), .

Generalmente il modem viene consegnato nei giorni che precedono o che seguono l’attivazione del servizio: non vi sono dei tempi precisi, ma normalmente sarete fin da subito in grado di sfruttare i servizi dell’operatore non appena saranno attivati. In molti casi si parla di 2/3 giorni prima o dopo l’attivazione della linea. Potrebbe essere consegnato direttamente da un corriere o potrebbe essere affidato ad un tecnico, il quale si occuperà dell’installazione e della configurazione, in base al tipo di servizio o contratto sottoscritto.

Cosa succede se il tecnico non attiva la linea

Come abbiamo già scritto in precedenza, i tempi di attivazione di un servizio Internet di rete fissa si aggirano attorno ad un paio di settimane o poco più ma, come è facile immaginare, potrebbero esserci dei ritardi rispetto a quanto previsto dal contratto e/o dalla Carta dei Servizi. Per questo motivo è importantissimo tenere sotto controllo lo stato dell’attivazione del servizio attraverso i canali che lo stesso provider vi ha segnalato e, se le tempistiche si prolungano oltre quanto stabilito, non esitate a chiedere delle spiegazioni al servizio clienti del nuovo provider.

Se la situazione non si sblocca: il ricorso al CoReCom

Se, però, non riuscite ad avere delle risposte concrete e il tecnico non attiva la linea nei tempi prestabiliti, potrete scegliere tra due strade:

  • potrete rivolgervi al CoReCom, facendo ricorso attraverso la compilazione e l’invio del Formulario UG e del Formulario GU5, scaricabili dal sito dell’AGCOM,  da consegnare nella sede di competenza in base alla località in cui risiedete. Potreste avere anche diritto a dei rimborsi, nel caso in cui la colpa dei ritardi fosse da imputare direttamente all’operatore;
  • recedere dal contratto, senza costi o penali, per inadempimento da parte dell’operatore. Potreste effettuare prima un reclamo e, se la situazione non si sblocca, potrete effettuare la richiesta di recesso, presentendo il formulario UG alla sede CoReCom di competenza.

Abbiamo visto, quindi, quando viene consegnato il modem e cosa succede se il tecnico non attiva la linea: il nostro consiglio è sempre quello di rimanere in stretto contatto con il customer care del proprio provider per evitare disguidi e ritardi esagerati. Nella maggior parte dei casi, infatti, le situazioni problematiche di ritardo o disservizi possono essere risolte senza troppi intoppi e senza doversi necessariamente rivolgere al CoReCom.

Se volete qualche consiglio su quale tariffa fissa scegliere in base alle vostre necessità ed esigenze, magari sfruttando le promozioni migliori che potrebbero farvi risparmiare anche centinaia di euro all’anno sulla bolletta, potrete contattarci attraverso i seguenti canali: scrivendo una mail a info@comparasemplice.it, via telefono al numero 0321 085995 (attivo dal lunedì al venerdì, dalle ore 9 alle 20) oppure scrivendoci nella live chat che trovate sul nostro portale. La consulenza è gratuita e non ha alcun obbligo d’acquisto.

Chi siamo

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTV
0321.085995