Quanto costa cambiare gestore telefonico mantenendo il numero

Quanto costa cambiare gestore telefonico mantenendo il numero
Il post ti è stato utile?
di | 27-02-2019 | Internet ADSL e Fibra

La portabilità è una pratica ormai utilizzatissima e consueta anche su fisso, grazie anche alle numerose promozioni messe a disposizione per i nuovi clienti da parte dei provider. Diversi utenti, però, si chiedono se passare ad un altro operatore comporta una spesa e a quanto ammonta: cerchiamo, quindi, di chiarire questo dubbio e di vedere quanto costa cambiare gestore telefonico mantenendo il proprio numero.

Innanzitutto dobbiamo specificare una cosa: le informazioni che vi forniremo hanno un carattere generale e non sono valide allo stesso modo per tutti. Ogni contratto, infatti, ha le proprie peculiarità: vi invitiamo, quindi, a leggere attentamente sia le condizioni del vostro attuale abbonamento, sia quelle del piano che state pensando di attivare.

I costi potenziali per un cambio operatore telefonico ADSL e fibra, potrebbero venire applicati dal nuovo ma soprattutto dal vecchio provider: cercheremo di essere più precisi nei prossimi due paragrafi.

Sommario

Il nuovo provider: costi potenziali

Molto spesso, passando ad un nuovo operatore fisso, si possono ottenere diversi vantaggi, come ad esempio lo sconto sul canone, il modem gratuito e addirittura l’attivazione gratis: facendo un confronto delle offerte Internet casa del periodo vi renderete conto che questa formula è utilizzata da varie compagnie. In certi casi l’attivazione è gratis a patto di una permanenza minima (generalmente 24 mesi), mentre in altri non sono previsti vincoli.

Il nuovo operatore, quindi, potrebbe non prevedere alcun costo per l’attivazione dell’offerta ma, come abbiamo appena scritto, tutto dipenderà dalla promozione attiva nel periodo in cui si vuole effettuare il passaggio e dal provider che si sceglierà.

Costi previsti dal vecchio gestore con il passaggio ad altro operatore

Per quanto riguarda il vecchio operatore, invece, la situazione è decisamente più complicata e, come per il nuovo, dipenderà tutto dal tipo di offerta e dalle condizioni che avevate sottoscritto. Ecco, quindi, quanto costa cambiare gestore telefonico mantenendo il proprio numero, o meglio, quanto potrebbe costare al cliente verso l’ormai vecchio operatore.

Costi di disattivazione

Le penali, come sappiamo, sono scomparse già da anni con il famoso Decreto Bersani, ma gli operatori hanno mantenuto i cosiddetti costi di disattivazione, che variano a seconda del provider. È una somma dovuta alla compagnia che si sta per lasciare: in certi casi potrebbe addirittura essere presente un costo aggiuntivo, in particolare se si venisse rescisso il contratto prima di un vincolo di permanenza minimo (ad esempio cambiare operatore prima dei 24 mesi dalla sottoscrizione di un abbonamento Internet e telefono). Ecco le cifre previste dai principali provider:

  • TIM: passare ad un altro operatore avrà un costo di 5 euro. È previsto un vincolo di 24 mesi e la restituzione di eventuali sconti su canone e attivazione se non si rispetterà la permanenza minima;
  • Vodafone: in caso di passaggio ad altro operatore si dovrà pagare un contributo pari a 35 euro. È previsto, anche in queso caso, un vincolo di 24 mesi: chi non lo rispetterà dovrà comunque pare il contributo d’attivazione (generalmente suddiviso in 48 mesi) e restituire eventuali sconti e promozioni legate alla permanenza;
  • Fastweb: questo provider non prevede vincoli di permanenza ma il costo di disattivazione è presente ed è pari a 56 euro una tantum;
  • Wind Infostrada: è spesso previsto un vincolo contrattuale di 24 mesi e un costo di disattivazione pari a 35 euro una tantum;
  • Tiscali: il provider non prevede vincoli di durata ma il solo contributo di disattivazione in caso di passaggio ad altro gestore, di un importo pari a una mensilità del canone (che varia in base all’offerta sottoscritta).

Modem e altri dispositivi

Se avete sottoscritto un’offerta con modem in comodato d’uso o altri dispositivi compresi (non esplicitamente forniti come “in regalo”), quasi sicuramente dovrete restituirli, pena il pagamento di un contributo (variabile in base al prodotto). Per maggiori informazioni dovrete leggere il vostro contratto oppure rivolgervi direttamente all’assistenza dell’operatore.

Promozioni e sconti legati all’offerta casa

Sempre più spesso le compagnie prevedono sconti e promozioni su servizi aggiuntivi, differenti da quelli forniti di base per la rete fissa: pensiamo ad esempio, ai forti sconti Fastweb per i clienti casa che decideranno di sottoscrivere le tariffe Fastweb Mobile, all’accesso gratuito degli utenti fissi TIM a TIMVISION o, ancora, ai 100 GB Wind in regalo ogni mese per chi attiva la fibra. Cambiando operatore telefonico, quindi, cadranno anche i vantaggi connessi all’ormai vecchio contratto. Valutate attentamente la convenienza e la presenza di eventuali alternative con il nuovo provider.

Ecco, quindi, quanto costa cambiare gestore telefonico mantenendo il proprio numero: come avrete potuto notare, l’importo effettivo del costo è influenzato da diverse variabili e ogni caso è a sé, soprattutto se si è in possesso di offerte aggiuntive dedicate, vincoli contrattuali e di permanenza.

Se volete qualche consiglio da parte di un esperto, potete richiedere una consulenza completamente gratuita e senza obblighi d’acquisto su ComparaSemplice.it, lasciandoci una mail a info@comparasemplice.it o attraverso la chat in tempo reale presente sul nostro portale. Potrete anche chiamarci attraverso il numero di riferimento che trovate in alto a destra della pagina: il servizio di assistenza telefonico è attivo dal lunedì al venerdì, dalle ore 9 alle 20.

Chi siamo

Più letti

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTVMutui e Prestiti
02 20011111

Newsletter - Informativa sulla privacy

La Newsletter di comparasemplice.it è pubblicata sul sito Internet istituzionale distribuita via e-mail – in automatico e gratuitamente – a quanti fanno richiesta di riceverla compilando il form presente in questa pagina.

I dati forniti saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al solo fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui lo stesso sarà attivo.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella possibilità da parte degli utenti interessati di ricevere di comunicazioni promozionali relative a prodotti e/o servizi di Cloud Care srl. o di terzi mediante impiego del telefono con operatore e/o anche mediante sistemi automatizzati (es. email, sms, fax mms, autorisponditori) e/o posta cartacea.

Il titolare del trattamento è CLOUD CARE SRL , con sede in Via Righi 27, Novara; PEC: cloudcare@legalmail.it.

I dati saranno trattati esclusivamente secondo le finalità di cui al punto 3 e punto 6 dell’informativa generale di Cloud Care srl presente sul sito www.comparasemplice.it.

Gli interessati hanno il diritto di ottenere da Cloud Care srl, nei casi previsti, l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. del Regolamento) inviando una email all’indirizzo cloudcare@legalmail.it.

CANCELLAZIONE DEL SERVIZIO
Si può richiedere in qualsiasi momento la cancellazione dal nostro database scrivendo all’indirizzo di posta elettronica: info@comparasemplice.it.